Agatha Raisin e la quiche letale

Agatha Raisin e la quiche letale
di M. C. Beaton

Lettoriiiiiiiiii,
ancora una recensione in tempi record, e ne ho ancora due abbozzate in giro! 😀
Eh si perchè le challenge ti prendono e ti riducono in poltiglia e faresti di tutto pur di riuscire a portare a termine il compitino. O almeno a me capita così puntuale ogni volta.
Quest’oggi vi parlerò di una donna che di punto in bianco cambia repentinamente stile di vita!
Voi la conoscete Agatha Raisin?

Descrizione
Agatha Raisin, cinquantenne dal carattere difficile, decide di cambiare vita: chiude la società di PR, che le ha permesso di guadagnare un bel po’ di soldi, lascia Londra e si trasferisce nei Cotswolds, un’area di pittoresca bellezza nel cuore dell’Inghilterra. Carsely, il piccolo e perfetto villaggio dei suoi sogni, è sublime: gli abitanti sono stravaganti e gentili, il cottage comprato da Agatha è scomodo al punto giusto, abbondano i vestiti a fiori, tipo Laura Ashley, e la cordialità è un po’ di facciata. A Londra non si era accorta di non avere amici, ma giunta a Carsely si ritrova sola e isolata. Donna attiva e prepotente, Agatha non si accontenta di inserirsi nella nuova comunità ma vuole diventare anche popolare. Come fare? Partecipare a una gara culinaria. E se non si è in grado di cucinare? Andare a Londra e comprare un’ottima quiche. E se il giudice della gara muore mangiando la quiche? Ingiustamente accusata di aver provocato una morte e giustamente additata per aver imbrogliato, Agatha investiga… “Agatha Raisin e la quiche letale” è il primo libro dedicato all’eccentrica investigatrice: una serie ironica e leggera, intelligente e sarcastica.

Recensione
Il suo sogno di bambina era andare a vivere in un cottage nei Cotswolds, così a 50anni suonati Agatha Raisin vende la sua agenzia di PR e si trasferisce, con grandi aspettative, nella cittadina di Carsely.
Peccato che quella che doveva essere la sua seconda vita non parte per nulla con il piede giusto. Infatti cercando di entrare nelle grazie dei suoi nuovi concittadini decide di partecipare ad un concorso locale che vede premiata la quiche più buona, e lei da brava londinese in carriera non ha idea di come la si cucini. Così dopo averla acquistata in una rinomata gastronomina di Londra si appresta a fare il suo ingresso in società in grande stile, peccato che dopo averla mangiata, il giudice della competizione muore a seguito di un avvelenamento.
Ed è a questo punto che la seconda parte della sua vita inizia davvero!

Arrogante e cattivella Agatha Raisin non è di certo una donna da amare, ma nonostante questo io l’ho trovata irresistibile proprio perchè è una che nelle sue cose è categorica.
Inizialmente credevo che mi sarei trovata dinanzi ad una Jessica Fletcher inglese ma mi sono ricreduta subito perchè la nostra protagonista ha uno stile tutto suo che diverte, e ciò punzecchia la curiosità del lettore.

La storia è discretamente interessante ed i personaggi ben delineati, con qualche piccolo accento soprattutto sui difetti di ognuno di loro e la Beaton è impietosa in quel senso perchè lascia intravederli tutti senza crearsi problema alcuno.

Sicuramente la Raisin è una protagonista singolare e questa sua prima avventura si legge che è un piacere, a questo punto spero di riuscire a recuperare presto altre sue avventure perchè son curiosa di sapere cosa combinerà ancora!

alla prossima
Chicca

Precedente Il metodo della Fenice Successivo Birthdate

6 thoughts on “Agatha Raisin e la quiche letale

  1. Ciao Chicca, anche io vorrei iniziare a leggere qualcosa di questa autrice e sopratutto in realtà proprio questa serie, però sai come succede…alla fine capita sempre qualcosa e le liste (scritte o no) si allungano sempre!

    • librintavola il said:

      si lo so come succede, infatti anche io ne ho rimandato per tantissimo tempo la lettura ma ti assicuro che il libro vola!

  2. Beth Book il said:

    Ciao Chicca, sono contenta che Agatha Raisin ti sia piaciuta. Come sai io sono un’appassionata di questa serie e devo recuperare l’ultimo uscito che credo sia il sedicesimo o diciassettesimo volume!

    • librintavola il said:

      si lo so bene quanto ti piaccia e devo dire ch eè piaciuto molto anche a me.
      però i volumi sono troppi non so se riuscirò a procurarmeli tutti. tra l’altro la mia biblioteca non ce li ha. drammone!

  3. Anna Giovane Reader il said:

    Devo assolutamente leggere Agatha 🙂 Di questa autrice ho iniziato con la serie dedicata ad Hamish e mi ha già conquistata con un solo volumetto. Devo fare un ordine…senti i miei soldini che rotolano fuori dal salvadanaio? 😀

    • librintavola il said:

      non conosco l’altra serie di cui parli e quindi devo informarmi assolutamente, comunque si penso che possa piacerti è davvero un libro molto carino che si legge in un soffio!

I commenti sono chiusi.