Basta un attimo

Basta un attimo
di Michela Tilli

Non tutti sono solo buoni o cattivi, ma tutti hanno dei segreti e ricordi a volte incofessabili. Michela Tilli ci trascina, con questo romanzo in una complessa storia familiare e lo fa in maniera diretta e a tratti spietata.
Pronti a scoprire di cosa si parla?

Descrizione
Milano è un freddo sabato di ottobre, Miriam è appena rientrata a casa. Si sente stranamente turbata, inquieta. Non sa spiegare quella strana sensazione alla bocca dello stomaco. Sa solo che la donna che ha intravisto di sfuggita al supermercato è la sua vecchia amica Elena. Ne è sicura. Anche se è passato tanto, troppo tempo dall’ultima volta che si sono viste. Da quella tragica domenica di quindici anni prima che ha cambiato la loro vita per sempre. Perché da allora niente è stato più come prima. Quella profonda amicizia che legava le due donne e i loro mariti si è spezzata e non c’è stato modo di ricucirla. Ma adesso Elena ha deciso di tornare. Di rientrare nella vita di Miriam e della sua famiglia. Forse per la nostalgia di quel legame che non esiste più. Forse per riprendersi quello che le è stato ingiustamente tolto. A poco a poco, giorno dopo giorno, si avvicina sempre di più a quell’amica diventata ormai una sconosciuta, e soprattutto a sua figlia Lucia. Questa splendida diciassettenne non ha idea di chi sia Elena. Eppure è inspiegabilmente attratta dal fascino di quella donna venuta dal passato che le promette una libertà insperata, più grande di quella che ha mai conosciuto finora. Più grande di quella che le ha mai concesso la madre, troppo apprensiva. Quando Miriam scopre che Lucia ha cominciato a frequentare la casa di Elena a sua insaputa, fa appello a tutto il suo coraggio di madre premurosa e attenta. Non può permettere che succeda qualcosa a sua figlia. Per niente al mondo. Ed è pronta a difenderla con ogni mezzo. Anche a confessare quella colpa che le grava da anni sul cuore.

Recensione
Miriam e Guido, Elena ed Elio, due piccoli microcosmi che si incontrano, si amano e si allontanano.
E poi si ritrovano.
Dopo 15 anni le loro vite si intrecciano nuovamente, ma il passato non si può dimenticare. Non si può dimenticare la morte della piccola Matilde figlia di Elena ed Elio che ha cambiato tutto.
Miriam e Guido sono andati avanti, hanno due figli adesso, ma il rapporto con la maggiore dei due, Lucia, è incrinato e basta l’arrivo dei due vecchi amici a rendere ancor più difficile il legame madre/figlia che sembra sfaldarsi sotto le dita della prima.

Vicende familiari complicate fatte di parole non dette e di ricordi mai raccontati. La Tilli ha creato una storia che è cruda nella sua realtà, con personaggi veri dalle sfaccettature più disparate.
Una donna, Miriam, che forse è un po’ il centro del racconto ma con cui difficilmente si riesce ad entrare in empatia, perchè è una donna che non mostra delicatezza nelle sue azioni benchè sia cosciente di quanto il suo ruolo di mamma sia forse inadeguato.
Allo stesso tempo Elena è una mamma perduta in un passato che non c’è più e ripone la sua felicità nella figlia della sua ex amica.

«È anche un po’ nostra, no?» disse lei con la voce che le cedeva.
Cercò di non guardarla, ma non ci riuscì.
«Se le cose fossero andate in modo diverso…»

Una vicenda drammatica ma toccante in cui non ci sono buoni o cattivi ma semplicemente esseri umani che soffrono e cercano di andare avanti.

Sicuramente un libro da leggere.

Alla prossima
Chicca

Precedente Blog-Tour Nicholas Sparks Successivo La piccola libreria dei cuori solitari

4 thoughts on “Basta un attimo

  1. Ciao! Complimenti per la recensione! Il libro non è esattamente il mio genere e non credo che lo leggerò, soprattutto con la pila di letture arretrate che mi chiamano a gran voce, ma la tua recensione mi è piaciuta molto! 🙂

Lascia un commento

*