Blue

Blue. La trilogia delle gemme. Vol. 2

Blue
Blue


di Kerstin Gier

Descrizione
“Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere” Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani – una setta segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church – inviano nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il cronografo, una missione da cui dipende il destino dell’umanità. Peccato che la sua famiglia non l’avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l’odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l’aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento… Poche cose le piacciono: il piccolo gargoyle fantasma Xemerius, che solo lei Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire…

Recensione
Torniamo ad immergerci nel “diario di bordo” di Gewn e Gideon, gli ultimi due viaggiatori nel tempo in linea di successione dei Montrose e dei De Villiers.
In questo secondo capitolo della loro storia i nostri protagonisti continuano con i loro salti temporali alla ricerca dei prescelti per carpire loro il sangue da inserire nel secondo cronografo attualmente nelle mani dei Guardiani.
Durante questi viaggi Gewn rivedrà suo nonno al quale deve chiedere informazioni fondamentali, perchè dietro il loro viaggiare si nasconde qualcosa di molto oscuro che trama per prendere possesso di questo particolare oggetto.
Si inizia ad intravedere che la nascita di Gewn è circondata da un’aurea misteriosa e che Paul e Lucy hanno rubato il primo cronografo per un buon motivo.
Ritroviamo personaggi vecchi e nuovi come il fratello di Gideon, Raphael, che subito entra nelle mie simpatie, e romanticismo in buona parte del libro.
Blue è il perfetto seguito di Red, scrittura fluida, dialoghi divertenti e quel pizzico di ironia che non guasta mai.
Gwendolyn è una protagonista molto simpatica che fin da Red mi è piaciuta per quella sua vena un po’ sarcastica che sembra sdrammatizzare parecchie situazioni.
In Blue il suo affetto per Gideon si intensificherà, ma altri fattori interverranno a farle dubitare di quello che potrebbe esserci tra loro due.
La Gier si trova molto a suo agio nel parlare di adolescenti e si vede, e credo che la diverta anche molto per questo lo fa bene e nonostante questi libri non siano dei capolavori da premio nobel come lettura fanno il loro mestiere per bene ovvero appassionano il lettore, lo fanno divertire, lo incuriosiscono e soprattutto gli fanno venire voglia di correre ad accaparrarsi il successivo volume per scorprire come andrà a finire la storia.

Precedente Allegiant Successivo Scaloppine di vitello al limone

Lascia un commento

*