Celeste

ciao a tutti amici del Blog e lettori di passaggio, rieccomi tra voi con una nuova recensione.
Alcuni giorni fa nella rubrica La vetrina degli scrittori ho avuto il piacere di ospitare Cristina Vichi, autrice del romanzo Celeste di cui vi parlerò quest’oggi.
Ma prima di cominciare vi invito a leggere la breve intervista che molto carinamente Cristina ha rilasciato a Librintavola affinchè possiate farvi un’idea di quello che vi aspetta.

Celeste
di Cristina Vichi

celesteDescrizione
Celeste è una ragazza dal cuore selvaggio e impavido, con una forza emotiva talmente spiccata da riuscire a ribellarsi alla corrente ideologica di tutta la nobiltà.
L’inaspettato incontro con l’amore sconvolgerà non poco la sua vita, ma lei combattiva e diffidente, cercherà di resistere con tutte le sue forze a quel turbine di emozioni profonde e sconosciute penetrate nel suo cuore senza chiedere il permesso.
Il passato, però, con i suoi drammi e inganni, sta per esplodere e Celeste si trova proprio al centro di tutto, perché ciò che lei è dipende anche da avvenimenti accaduti quando ancora non era nata.

Recensione
In un tempo in cui la voce delle donne era tenuta in scarsa considerazione, due giovani, Margherita e Stefano lottano per loro felicità. Purtroppo il destino si accanisce contro i due innamorati, ma da tanta sofferenza nascerà una bambina destinata a cambiare il corso della vita di due regni.
Quella bambina è Celeste. Carattere ribelle e forte, impara l’arte della spada e cresce in libertà. E’ una ragazza dal cuore generoso e dall’animo puro che con forza porterà avanti le sue idee così audaci per quel tempo, e lotterà con forza contro un sentimento che non sa ancora riconoscere ma che prima di lei ha travolto la vita dei suoi amati genitori.

Libro intenso e ricco di particolari, Celeste è un’opera molto piacevole, scritta con passione dall’autrice.
Da ogni pagina traspare l’amore che Cristina ha riversato nel suo romanzo, un romanzo che ha molto potenziale per i temi trattati, per la moltitudine di personaggi ben descritti e strutturati.
L’atmosfera molto medievale porta il lettore a fantasticare su castelli sfarzosi e passaggi segreti, su guardie in uniforme e donne in abiti appariscenti.
Una scrittura ancora un po’ acerba e un editing non perfettamente curato penalizzano purtroppo il racconto, ma come già anticipato, l’autrice è riuscita a trovare un collaboratore professionista per la revisione dei suoi successivi romanzi che sicuramente ci appassioneranno tanto quanto ha fatto Celeste, perchè la storia di questa ragazza si legge con piacere e le oltre 300 pagine volano via in un lampo.

Brava Cristina e in bocca al lupo per il tuo futuro!
Chicca

2 commenti su “Celeste

    • librintavola il said:

      come gia tante volte detto e ripetuto grazie a te per la fiducia!
      in bocca al lupo!
      ci sentiamo al prossimo libro!