Dopo tanta nebbia

Dopo tanta nebbia
di Gabriella Genisi

Cari Lettori,
quando ho prenotato questo libro in biblioteca non sapevo facesse parte di una serie, tra l’altro anche lunga, ma ormai ce l’avevo tra le mani cosa potevo fare? Leggerlo ovviamente.
Per fortuna nonostante i richiami a precedenti romanzi non ho avuto difficoltà a destreggiarmi nella vita del commissario Lolita Lobosco.

Descrizione
Lolita Lobosco è stata promossa questore e deve trasferirsi a Padova. Ma gli inizi non sono facili: l’ambiente si rivela più intollerante del previsto, la nebbia confonde i pensieri e mortifica i capelli, l’orizzonte d’acqua di Bari è troppo lontano per curare la solitudine. Anche il lavoro stenta a decollare, e poi, con i nuovi colleghi, proprio non riesce a legare. Solo grazie all’aiuto e ai consigli di Giancarlo Caruso, affascinante vicequestore di origini siciliane, le cose migliorano, mentre un caso di bullismo – la scomparsa, nell’omertà generale, di un ragazzo da uno dei licei più in vista della città del Santo –mette a dura prova il talento investigativo di Lolì. Dopo tanto freddo, intorno e nell’anima, la commissaria più bella del Mediterraneo riesce finalmente a farsi richiamare nella sua amata Puglia, dove pure l’attende un mistero da risolvere: una sensuale arpista è stata massacrata in un appartamento. I sospetti sono tanti, ma c’è uno strano testimone… Alle due estremità della penisola, tra panzerotti e pettole di Natale, la passionale poliziotta barese torna a ricercare la verità, sui luoghi di delitti efferati e nel fondo stropicciato del proprio cuore.

Recensione
Dopo aver ricevuto una promozione a questore, Lolita Lobosco si trasferisce a Padova tirandosi dietro uno scetticismo nei suoi confronti. Non riesce a farsi accettare come parte della sua nuova squadra e le manca la sua Bari, così diversa dalla nebbiosa Padova.
Ma Lolita è caparbia e si trova tra le mani un caso lasciato a marcire mesi dai suoi sottoposti, la scomparsa di un diciottene che vede coinvolte una delle scuole più prestigiose della città.
Ma Lolì sa il fatto suo e indagherà anche a costo di inimicarsi l’unico collega che sembra averla presa in simpatia, Giancarlo Caruso.

In poco meno di 200 pagine la Genisi è riuscita a farci stare ben due indagini diverse, chi lo avrebbe mai detto che una cosa del genere avrebbe funzionato! Io no di certo e invece tutto fila, le storie narrate, così diverse tra loro hanno come unico comune denominatore proprio questa donna donna decisa e sicura di se ma molto umana. L’autrice è stata capace di farmela odiare ed amare allo stesso tempo, perchè se in alcuni momenti l’avrei volentieri strozzata per le sue uscite così poco intelligenti, altre mi ha intenerita grazie al suo buon cuore.

Quello che più mi è piaciuto, oltre alla veracità della commissaria è proprio l’incastro di tutti gli elementi che hanno portato alla scoperta dei colpevoli. Ben architettato, lineare, e piacevole da leggere in netto contrasto con ciò che invece mi ha suscitato sentimenti di antipatia, come la natura un po’ troppo “passionale” – passatemi il termine – della donna che sembra non essere per nulla immune al fascino maschile,
alcune volte cadendo nell’esagerazione.

La domanda d’obbligo è: leggerlo ancora di Lolita Lobosco? Molto probabilmente si, non subito, ma in futuro lo farò

Alla prossima
Chicca

Precedente COSA VUOI CHE TI DICA #8 Successivo La Vetrina degli Scrittori #28 - Fiorenzo Catanzaro

4 commenti su “Dopo tanta nebbia

  1. Non conoscevo per nulla questa autrice, ma credo proprio di dover rimediare! La doppia indagine è una cosa particolarmente interessante e sono contenta che il libro ti sia piaciuto 🙂

    • librintavola il said:

      sono contenta anche io. comunque ciò che mi ha spinta, oltre al fatto che sia davvero un libro breve, è che nonostante precedenti romanzi si legge tranquillamente.

    • librintavola il said:

      Isa io e te viaggiamo sulla stessa barca 😀 non avevo idea fosse una serie scoperto grazie a Baba di Desperate Bookwife. siccome però son tanti andrò con calma sono curiosa di sapere anche i precedenti di Lolita Lobosco.

Lascia un commento

*