Dream Hunters. Il ponte illusorio

Dream Hunters. Il ponte illusorio
di Myriam Benothman

Le fiabe che hanno accompagnato la mia infanzia sono moltissime, alcune delle quali le ho rilette assieme alle mie bambine e nell’ultima settimana grazie all’autrice Myriam Benothman le ho vissute in un modo molto particolare.
Venite a scoprire perchè!

Descrizione
Cosa si prova nell’incontrare Cappuccetto Rosso e Biancaneve, e innamorarsi di un vero principe azzurro? Tra le vie di Parigi, Sophie si imbatte in un antico libro di favole ed è vittima di un’allucinazione. Hanno così inizio i suoi sogni vividi e surreali, ambientati in una dimensione parallela popolata da personaggi incantati. In essi, la ragazza scopre di riuscire a manipolare le fiabe e, così facendo, anche il mondo reale cambia. Ospite d’onore al ballo per le nozze di Cenerentola, conosce Alexander, principe seducente e inafferrabile. Il confronto fra i due evolve tra avventure fatate, finché il sentimento che li unisce non si rivela in tutta la sua forza. Ma una presenza oscura trama nell’ombra, insinuandosi nella mente di Sophie per usurparne il potere ed estendere il suo dominio sugli esseri umani…

Recensione
Si sogna nella Parigi dei giorni nostri e si sogna grazie ad una ragazza di nome Sophie che imbattutasi per puro caso in un prezioso libro di favole, riscrive il nostro presente.
Tra un mondo e l’altro, tra sogno e realtà, la nostra protagonista si troverà alla corte del principe azzurro di Cenerentola, dove incontrerà un affascinante cavaliere che l’accompagnerà attraverso le favole più famose per salvare quelle principesse che contrariamente a lei sono abituate ad essere solo spettatrici del loro destino.

Sophie è forte e la sua forza nasce da dentro, fa cose che le altre damigelle non fanno ed è una moderna dama in un mondo incantato, e pian piano senza nemmeno accorgersene si allontanerà sempre più dalla realtà per prendere parte ad una lotta contro qualcuno che trama all’ombra di uno specchio.

Da bambina spesso sognavo di vivere in un racconto, il mio amore per la lettura nasce anche da questo volermi allontanare dalla routine quotidiana e perdermi tra le pagine di un libro, così insieme a Sophie ed Alexander mi sono trovata di colpo catapultata in un mondo fiabesco che l’autrice è riuscita ricreare in maniera soave e delicata.
Far incontrare i protagonisti delle favole più note è uno dei punti di forza del romanzo assieme ad una narrazione fluida e ricca di intrecci proprio grazie alle vicissitudini delle ben note donzelle in pericolo, alternate alla storia di Sophie che nella seconda parte del romanzo prende nettamente il sopravvento.

Interessante l’epilogo del romanzo che lascia spazio ad un eventuale seguito, del quale a questo punto sarei davvero curiosa di leggere.
Prima di concludere vorrei lasciare un ultimo appunto sulla figura maschile predominante nel libro, il principe Alexander, che è molto ben caratterizzato e per fortuna di noi lettori ha una personalità forte che spicca in tutto il racconto.

E adesso avanti il prossimo!

Chicca

Precedente La casa delle onde Successivo Dare to Love - Segnalazione

2 thoughts on “Dream Hunters. Il ponte illusorio

Lascia un commento

*