Finchè amore non ci separi

Finchè amore non ci separi
di Anna Premoli

Cosa si legge durante un fine settimana impegnativo?
Sicuramente un autore o in questo caso autrice, di cui sai che ti puoi fidare ciecamente. Così in men che non si dica torna il buonumore.
Oggi infatti vi parlerò di un libro di Anna Premoli, scrittrice che adoro e che mi fa divertire sempre sempre!
E avete visto le nuove cover dei suoi libri?

Descrizione
Amalia Berger è un affermato avvocato newyorkese, nota nel foro come “la regina di ghiaccio”. I ricchi genitori però le riservano da sempre poche attenzioni. Ryan, di origini irlandesi, è il maggiore di quattro figli maschi e la sua caotica famiglia gestisce un pub nel cuore della Grande Mela. I due si sono conosciuti alla scuola di legge di Yale, dove è nata la loro reciproca antipatia. Amalia è poi rimasta a New York, mentre Ryan ha fatto carriera a Chicago. Finché un giorno, l’offerta di un posto da vice procuratore lo riporta a New York. Il primo caso che si trova ad affrontare sembra davvero banale: l’arresto per guida in stato di ebbrezza di una ragazza dell’alta società. Ma quel che appare semplice si può complicare inaspettatamente, se per esempio l’avvocato difensore della ragazza è proprio quella Amalia Berger, che Ryan non vede da almeno dieci anni… Lo scontro in aula degenera a tal punto che il giudice condanna entrambi a una pena esemplare, che li costringerà a trascorrere parecchio tempo insieme. E cosa può accadere se due persone che si detestano sono costrette a collaborare?

Recensione
Cervello fino, caratterino niente male e parlantina da 10 e lode. Amalia Berger avvocato, nonchè ricchissima donna della New York bene è la nostra protagonista di oggi.
La sua controparte maschile è Ryan O’Moore, avvocato, irlandese, occhi verdi e un odio radicato per chi è ricco di nascita e non per merito.
Ciò che li accomuna, oltre ad un passato da studenti di Yale, è una causa civile in cui si danno battaglia sotto gli occhi di un giudice, che stanco delle loro liti li condanna ad una sfilza di lavori socialmente utili. Ma tra un litigio e l’altro, le vecchie e mai sopite passioni torneranno a farsi sentire prepotentemente e si sa al cuor non si comanda!

Frizzante e divertente come nella migliore tradizione premoliana, questo libro mi ha proprio fatto staccare la spina, ma soprattutto mi ha fatta sorridere ed ha colmato la parte romanticosa della mia anima che necessitava di nutrimento.
Non mi ero accorta di non aver letto questo romanzo e devo dire grazie alla Newton Compton perchè con la presentazione delle nuove cover mi ha aperto gli occhi sulla mia mancanza.

Ma parliamo del libro. Come vi dicevo ancora una volta Anna Premoli si conferma un’autrice meravigliosa perchè con i suoi personaggi sempre adorabili e la sua penna allegra, intelligente e arguta mette a segno una storia che appassiona subito a partire proprio dal prologo.
La narrazione è scorrevole, la pagine volano e i siparietti tra Amalia e Ryan sono davvero godibili.
Come per gli altri suoi romanzi, anche in Finchè amore non ci separi, i comprimari sono notevoli per verve e simpatia e non li si può che amare. Prima fra tutti la nonna di Amalia che a quanto pare è solo la versione più vecchia di sua nipote. Ma non è l’unica anziana della storia ad essere un vero peperino.
Di più non vi dirò, perchè se ancora non lo avete letto, dovete rimediare!

Buona lettura a voi
Chicca

Precedente Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli Successivo Niente è come te

4 commenti su “Finchè amore non ci separi

  1. Rosa C. il said:

    Mi manca tutta la produzione della Premoli tranne due titoli (che adesso mi sfuggono, d’oh >-<). Perciò segno da leggere quando ho voglia di letture romantiche ma leggere 😉

Lascia un commento

*