I guardiani dell’isola perduta

I guardiani dell’isola perduta
di Stefano Santarsiere

Buongiorno Lettori,
come state? Io pigramente bene. Nell’ultima settimana ho letto pochissimo, troppo caldo e troppe cose da fare così mi sono un po’ trascinata le letture in corso.
Il volumi che sono riuscita a leggere sono stati due, uno di questi è il romanzo di cui vi parlerò oggi e che a mio avviso è più di avventura che thriller come riportato sulla cover.
Ringrazio l’autore e Saper Scrivere Agenzia Letteraria per il gentile omaggio.

Descrizione
Una scossa improvvisa giunge nella vita di Charles Fort, giornalista appassionato di misteri. Il suo amico Luca Bonanni è morto in un incidente stradale e proprio lui viene convocato dalle autorità per riconoscerne il corpo. Ma le sorprese che lo attendono non sono poche: la compagna di Bonanni, Selena, sospetta un’altra causa di morte e lo contatta per chiedergli aiuto. Ha con sé una valigia lasciata dall’uomo piena di oggetti provenienti da relitti inabissatisi nel Pacifico e che nessuno, in teoria, potrebbe aver recuperato. Le domande sono tante: cosa lega il contenuto della valigia alle ultime ricerche di Bonanni? Da cosa dipendevano i suoi timori negli ultimi giorni prima dell’incidente? E soprattutto, chi o cosa sono gli hermanos del mar che cercava lungo le coste messicane e poi nell’arcipelago delle Fiji? Per risolvere i tanti misteri, Charles Fort e Selena si spingeranno dall’altra parte del mondo, trovandosi alle soglie di una scoperta scioccante che unisce le ipotesi sull’esistenza di misteriose creature degli oceani agli affari di una spietata multinazionale…

Recensione
Un mistero si cela dietro l’incidente che è costato la vita a Luca Bonanni, vecchio amico e collaboratore del giornalista Charles Fort.
Quest’ultimo lo capisce fin da subito, quando la compagna di Luca, la coraggiosa Selena, gli mostra dei manufatti recuperati da alcuni relitti che si sono inabbissati in zone difficilmente raggiungibili.
A questi ultimi si somma una minuziosa ricerca corredata da un video che Bonanni ha tenuto nascosto da chi ha svaligiato la sua casa e che forse ha portato alla sua morte.
Inizia così per i due un’avventura che li porterà molto lontano dall’Italia, alla scoperta di strane creature che vivono in mare e che sembrano voler proteggere la fauna marina.

Incuriosita dalla sinossi e da alcune recensioni positive trovate sul web ho cominciato a leggere I guardiani dell’isola perduta con molto interesse.
La storia si presenta subito appassionante proprio per il fitto mistero che si nasconde tra le pagine che raccontano dell’evoluzione di una specie che ha molta familiarità con il genere umano.
Ma non solo. Anche i personaggi sono ben delineati e l’intreccio è facilmente seguibile nonostante ci siano moltissimi particolari da ricordare.

I dettagli, anche i più piccoli, sono collati in modo da aiutare il lettore ad orientarsi per bene nel corso della storia e le pagine scorrono fluide, anche se proprio grazie ai particolari evidenziati si possono prevedere alcune situazioni che coinvolgeranno Charles.

So che esiste un altro libro – precedente – che ha protagonista lo stesso personaggio ma vi assicuro che non mi ha creato alcun problema il fatto di non averlo letto e detto ciò è altamente probabile che cercherò di recuperarlo per poterlo leggere nei prossimi mesi.

Quindi, cari Lettori se amate le storie un po’ avventurose e un po’ misteriose, questo libro fa per voi!

Alla prossima

Chicca

Precedente Segnalazioni - Giugno 2017 Successivo Tempi duri per i romantici

4 thoughts on “I guardiani dell’isola perduta

    • librintavola il said:

      SIIIIIII mi sono accorta che abbiamo avuto pareri molto simili. Dolci ultimamente andiamo appaiate io e te 😀

  1. Ciao! La sinossi non mi ha particolarmente incuriosita, ma sono contenta che ti sia piaciuto! Sembra comunque un libro promettente 🙂

    • librintavola il said:

      si devo ammettere che mi è piaciuto, forse un po’ lento in alcuni punti ma molto piacevole.

I commenti sono chiusi.