Il mistero di Villa Saturn

Il mistero di Villa Saturn
LE INDAGINI DEI DETECTIVE DI GOWER ST.
di M.R.C. Kasasian

Buongiorno Lettori,
oggi facciamo un salto temporale nel 1800 per seguire le indagini dei detective di Gower Street con la terza avventura che vede protagonisti Sidney Grice e la sua pupilla March Middleton.

Descrizione
Londra, 1883. Sidney Grice, il più famoso detective della città, ha accettato un caso nello Yorkshire e ha lasciato la sua pupilla March Middleton a occuparsi della sua casa in Gower Street. Ma la tranquillità della vita domestica non esercita un particolare fascino su March, che aspira a diventare la più famosa (nonché unica) detective donna di Londra. Così, quando riceve una strana lettera da un facoltoso parente che non sapeva di avere, March, incuriosita, decide di accettare l’invito a trascorrere qualche giorno nella splendida villa Saturn per conoscere il misterioso zio Tolly. Non può certo immaginare che la mattina dopo si ritroverà sulla scena di un crimine. E questa volta la priorità di March non è indagare sul caso, ma difendersi da un’accusa di omicidio…

Recensione
In una Londra grigia e fredda il detective personale Sidney Grice deve lasciare la sua casa di Gower Street per investigare sulla morte sospetta di un abate. Nel frattempo la nostra intraprendente March scopre di avere ancora un parente in vita e decide di farne la conoscenza. Lo zio Tolly, eccentrico ometto proprietario dell’inquietante Villa Saturn fa quindi il suo ingresso sulla scena per poi scomparire subito dopo preda di un’efferato omicidio la cui accusata è proprio la nostra March.

Molto diverso sia per impostazione che per scelta narrativa, questo terzo capitolo scritto da MRC Kasasian è a mio parere il più riuscito finora. La storia è a tratti surreale ma mantiene intatti tutti i pregi della scrittura di questo autore che sa coinvolgere il lettore ed appassionare nella lettura.
Il romanzo, diviso in quattro eventi, vede diversamente dal solito, alternarsi il punto di vista di March con quello di Sidney Grice e se la prima risulta per chiari motivi molto confusa ed emotiva, il secondo è invece decisamente più schematico e distaccato.
Questo escamotage narrativo ha sicuramente velocizzato la storia, che essendo piuttosto corposa, in tal modo aiuta il lettore ad essere più coinvolto nella vicenda.

Come per i suoi predecessori, forse uno dei difetti è l’essere un po’ eccessivo nel finale che però ho comunque apprezzato perchè il modo in cui il personaggio di March si pone è non solo ben studiato ma soprattutto inaspettato per la sua evoluzione.
Molti sono i richiami storici che arricchiscono il libro e che in alcuni punti mi hanno messo un po’ di tristezza, ma non voglio svelare nulla, preferisco che lo facciate da soli perchè questo giallo un po’ particolare lo merita.

E adesso non mi resta che salutarvi e darvi appuntamento con un nuovo libro!
Chicca

Precedente Cover Reveal - Travolti dall'amore Successivo Sara al tramonto

Lascia un commento

*