Il Rumore dei tuoi passi

Il Rumore dei tuoi passi

di Valentina D’Urbano

 

Il rumore dei tuoi passi
Il rumore dei tuoi passi

Descrizione
In un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato “la Fortezza”, Beatrice e Alfredo sono per tutti “i gemelli”. I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. A legarli è un’amicizia ruvida come l’intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un’amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent’anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare.

Recensione
Beatrice e Alfredo, i gemelli, camminano allo stesso modo, parlano allo stesso modo, hanno la stessa gestualità ma non sono fratello e sorella, sono due anime che si sono incontrate e trovate.
Devo dire che inizialmente ho faticato a stare dietro ai repentini cambi temporali dell’autrice perchè conosciamo una Beatrice gia adulta in un doloroso momento della sua vita per poi ripercorrere la sua infanzia e la sua adolescenza con Alfredo in maniera altalenante.
Fin da subito è chiaro che è Beatrice quella forte, quella che vuol cambiare e uscire dal baratro in cui giace la Fortezza, un quartiere difficile dove c’è delinquenza, spaccio di droga e dove occupare abusivamente le case è considerata la prassi.
Beatrice ha con Alfredo un rapporto di odio-amore, entrambi vorrebbero in qualche modo staccarsi dall’altro senza riuscirci.
Leggendo questo libro ho provato rabbia per quel padre violento, tenerezza per quel bambino che cerca conforto in una famiglia non sua e in quella ragazza che lo fa imbestialire ma che è capace di scuoterlo e capirlo.
Un libro molto intenso, un esordio ben riuscito di una autrice che ha saputo cogliere l’essenza di due personaggi così diversi e così soli nella ricerca di loro stessi.
Ho fatto il tifo per loro fino alla fine anche se sapevo dalle prime pagine che un happy end non ci sarebbe stato, e anche se il finale vorrebbe in qualche modo riscattare una vita persa mi ha lasciato un po’ di tristezza per quel che poteva essere.

Precedente Il giardino di Alice Successivo Le Caserecce

Lascia un commento

*