Review Party – Il varcaporta

Review Party – Il varcaporta

Buongiorno cari Lettori,
come state? Io molto bene anche se come sempre impegnata.
Oggi nel nostro viaggio attraverso i libri andiamo lontano nel tempo e lo facciamo in compagnia del romanzo di Laura Costantini “Il varcaporta”.

Ringrazio oltre l’autrice e la CE Dark Abyss per la copia del romanzo e Francy del blog Cooffee and Books per avermi accolta a bordo!
Ovviamente in questo viaggio non sono da sola ma in compagnia di altre fantastiche blogger.

Autrice: Laura Costantini
Titolo: Il Varcaporta
Editore: Dark Abyss
Pag: 581
Data di pubblicazione: 17 febbraio 2022

Trama
Corre l’anno 1897 e l’Inghilterra prevale su tutti i paesi d’Europa grazie alla scoperta del Kh-Ram, misteriosa sorgente di energia che l’ha liberata da carbone e vapore. Certo, la sostanza ha un costo ma il regno di Vittoria agisce in maniera pragmatica: nasconde le proprie difformità e le sfrutta al bisogno. Di miserabili le strade son piene. Una parte diventa carne da macello per processare l’energia. Un’altra, selezionata, entra in un corpo d’elite che padroneggia il Kh-Ram, cosa possibile solo per un binomio, ossia una coppia di giovani con determinate caratteristiche, tra cui un legame esclusivo, assoluto e rigorosamente maschi. La sostanza, infatti, aborre le donne, il movimento e il calore. L’Inghilterra chiude volentieri un occhio su tali unioni, ne chiude anche due sulla sorte dei disgraziati. Ma se non fosse solo questo il prezzo da pagare? Aster Paul, Astrea Lucinda, Zachary Tucker, Devereux Willoghby e alcune vecchie conoscenze lo scopriranno e dovranno decidere da che parte stare. Sarà una lotta per la sopravvivenza segnata da alleanze imprevedibili e inganni, in cui i sentimenti più intensi e puri diventeranno l’unica guida.

Prima di lasciarvi la mia recensione l’autrice ha risposto ad alcune mie curiosità sul libro, in particolare sui suoi personaggi:

  • Per i personaggi ti sei ispirata a qualcuno o sono frutto della tua fantasia? I miei “bambini” sono sempre parti originali della mia mente (bacata, direbbe qualcuno). Poi, alle volte, trovo anche dei volti che ben li rappresentano, oppure scovo artist* che siano in gradi di ritrarli per come io li ho pensati.
  • Qual è il personaggio da te creato a cui sei più legata? Sarei una madre degenere se ne indicassi uno… Però, che resti tra noi, il mio figlio prediletto in questa storia è, senza ombra di dubbio, Devereux Willoughby, incolpevole fulcro di tutto.

Recensione
Nella mia vita di lettrice i generi letterari che ho affrontato sono stati tantissimi ma uno di quelli a cui però non mi sono dedicata quanto vorrei è proprio lo Steampunk che ha il pregio di portarti in epoche diverse e vivere scoperte strepitose.
Ne Il Varcaporta ci troviamo in Inghilterra verso la fine del 1800 dove una sostanza misteriosa chiamata Kh-Ram dona energia alle cose a costo però di grosse perdite.

In questo scenario dai mille possibili destini sono quattro i personaggi che coinvolgono il lettore nella storia, i fratelli Aster Paul e Astrea Lucinda, e il binomio formato da Zachary Tucker e Devereux Willoghby.
Ognuno di loro è stato caratterizzato dall’autrice in maniera davvero affascinate, e se da una parte abbiamo Astrea una villain degna di questo nome, indomita, forte ed estremamente coraggiosa, dall’altro Dev e Aster Paul sono la controparte buona, quella che dedita a cambiare le cose, che nonostante le sofferenze patite crede in quello che fa.
E poi c’è Zachary, che in questo gruppo non è facilmente inquadrabile. Alcuni suoi comportamenti sono di sicuro meschini ma quanto di ciò che ha fatto è davvero colpa sua?

Il Varcaporta può sicuramente dirsi un romanzo dalle molte voci, scritto bene e con un intreccio narrativo davvero suggestivo.
Il mondo creato dalla Costantini ha un fascino incredibile, la sua scrittura è precisa, molto descrittiva e curata. Il romanzo ha inoltre una grafica strepitosa che da quel tocco in più che non mi aspettavo.

Riallacciandomi alle domande poste all’autrice mi trovo d’accordo con lei sul personaggio preferito, anche io ho adorato Devereux, ho provato per lui affetto e anche tristezza, lui è di sicuro quello che più di tutti mi ha emozionata, mi sembrava di sentire le sue sensazioni attraverso il libro.

E poi c’è il finale, su cui ovviamente non farò spoiler ma che posso dire ho trovato perfetto.

Sono davvero felice di aver partecipato a questo evento ed aver conosciuto un’autrice che spero ci regalerà anche in futuro altri romanzi interessanti.

Chicca

Una risposta a “Review Party – Il varcaporta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.