Innamorarsi, istruzioni per l’uso

Innamorarsi, istruzioni per l’uso
di Cecelia Ahern

Innamorarsi, istruzioni per l'uso
Innamorarsi, istruzioni per l’uso

Descrizione
“Come godersi la vita in trenta semplici mosse, Come trovare il proprio luogo felice, Quarantadue piccoli trucchi per sconfiggere l’insonnia” Christine ha trentatré anni, una faticosa rottura sentimentale in corso, qualche difficoltà sul lavoro e un’abnorme fiducia nei consigli dei manuali di autoaiuto. Ma quando sull’Ha’penny Bridge di Dublino, una sera d’inverno, vede un uomo disperato sul punto di buttarsi nel fiume Liffey, le tocca mettere da parte le proprie insicurezze e affrontare quelle altrui. Perché quella notte, nei confronti dello sconosciuto che vuole farla finita, ha una reazione istintiva, e senza neanche sapere come si trova a stringere con lui un patto folle. Il bellissimo Adam accetta di vivere fino al trentacinquesimo compleanno, e Christine ha solo due settimane di tempo per dimostrargli che non è mai troppo tardi per potersi innamorare ancora. Della vita, e forse non solo.
Tra ex fidanzate che rivogliono quello che hanno perso e segreti di famiglia rivelati dopo anni, lacrime di commozione e abbracci che comunicano quello che a parole non si riesce a dire, vivremo assieme a Christine le due settimane più inaspettate ed emozionanti della sua vita. E ogni volta che lei avrà addosso lo sguardo blu ghiaccio di Adam, sentiremo il nostro cuore battere forte assieme al suo.

Recensione
La prima volta che ho letto Cecelia Ahern, ne sono rimasta folgorata. Ho amato ogni singola pagina di quello splendido libro che si intitola Scrivimi Ancora e ogni istante passato assieme ad Alex e Rosie, i due protagonisti, mi ha sempre di più fatto apprezzare questa bravissima autrice, così uno dopo l’altro ho letto tutti i suoi scritti. Innamorarsi, istruzioni per l’uso è l’ultimo in ordine di tempo che ho avuto il piacere e la fortuna di leggere ed apprezzare.

L’eroina della storia è Christine, una giovane donna che sembra trovarsi al posto sbagliato nel momento sbagliato, oppure a voler essere ottimisti è la persona giusta al momento giusto. E’ altruista, divertente, adorabile ed è un’insicura. Si circonda di manuali di autoaiuto per cercare le risposte che le servono ed applica le teorie che apprende nei suoi manuali appena può.
Una sera, durante il suo girovagare per Dublino salva la vita ad Adam Basil, un uomo che stava tentando di buttarsi giù da un ponte per mettere fine ad una vita tormentata. Questo gesto di salvataggio è però solo il preludio a qualcosa di più grande, infatti la sua missione per i successivi 15 giorni sarà convincere Adam a desistere dai suoi intenti suicidi aiutandolo a risolvere una situazione sentimentale/lavorativa/familiare complessa, con tutti mezzi a sua disposizione.
Adam però non è un facile soggetto, così come Christine non ha le giuste competenze per accompagnarlo in un faticoso cammino di recupero, ma la buona volontà e le sue trovate, geniali e spesso esilaranti saranno uno spiraglio di luce non solo per Adam ma anche per se stessa.

Chi mi conosce sa che amo i libri che mi fanno piangere come una fontana, ma chi mi conosce ancora meglio sa che un libro che è anche capace di farmi ridere di gusto è per me una fonte di inestimabile valore. I libri della Ahern con quel loro tocco di emozionante magia riescono ogni volta nell’intento. I suoi personaggi così umani e così spesso fuori dal comune catturano inevitabilmente l’attenzione del lettore che non potrà fare altro che amarli alla follia: Christine e la sua strampalata famiglia ne sono un chiaro esempio.
Quindi amici lettori se ancora non la conoscete sbrigatevi a leggere uno dei suoi romanzi e vedrete che dopo non ne potrete più fare a meno!
Chicca

Precedente Il regalo più grande Successivo Uno splendido sbaglio

Lascia un commento

*