Crea sito

Intervista con le Vamp Blogger #12 – La strada dei nostri cuori

Intervista con le Vamp Blogger #12

Cari Lettori,
buongiorno e bentrovati con un nuovo appuntamento con la rubrica Intervista con le Vamp Blogger.
Come sempre vi ringrazio per i numerosi voti che abbiamo ricevuto per i titoli inseriti nel nostro sondaggio e graz<ie a voi che abbiamo potuto leggere il titolo odierno.
Prima di lasciarvi alle prese con la mia intervista, vi ricordo che anche Chiara, Dolci e Erica hanno letto il libro insieme a me edi seguito trovate i link ai loro Blog.

La Lettrice sulle nuvole
Le mie ossessioni librose
Libri al caffè

Autore: Kandi Steiner
Titolo: La strada dei nostri cuori
Editore: Always Publishing
Trama
Per tutta la vita Cooper Owen è rimasta in attesa del giorno in cui avrebbe avuto la possibilità di lasciare il malandato campo di roulotte dell’Alabama che per quasi vent’anni ha chiamato casa.
Cooper è giovane, piena di vita e determinazione, lavora e risparmia per potersi costruire una vita diversa e andare al college a Seattle.
Ma quando una mattina un attraente sconosciuto si siede a un tavolo del locale dove lavora, la sua vita viene messa sottosopra con una semplice domanda: «Cos’è che ti rende felice?»
Con quelle semplici parole, per Cooper comincia il viaggio che cambierà tutta la sua esistenza. O forse, a cambiarla, sarà proprio quello sconosciuto dagli occhi impenetrabili, Emery Reed.
In un gesto di pura follia, Cooper sale in macchina del taciturno ragazzo che le offre la libertà, e insieme intraprendono un indimenticabile viaggio on the road all’inseguimento dei propri sogni e alla scoperta di se stessi.
Ma, mentre i momenti di gioia e di tenerezza tra loro si fanno sempre più intensi, diventa impossibile per Cooper ignorare i lunghi silenzi di Emery, così come il desiderio irrefrenabile di stargli più vicino e di strapparlo alla sua oscurità.
Fino a che, per abbattere le mura impenetrabili che sembrano circondare Emery, Cooper non decide di rubare il suo diario, e niente sarà più come prima.

INTERVISTA

A quale genere appartiene il libro?
Sicuramente è un romance, anche se vista l’età dei protagonisti direi che sia a cavallo tra uno Young ed un New Adult.

Cosa pensi dei protagonisti?
Cooper, la protagonista femminile mi è davvero piaciuta tantissimo. L’ho trovata forte, coraggiosa e nonostante abbia avuto due pessimi genitori e un handicap non da poco non si è mai lamentata, anzi ha sempre reagito a testa alta e con il sorriso sulle labbra. Emery è invece stato un continuo alternarsi di strane emozioni, i suoi mutismi, i suoi silenzi mi hanno resa spesso insofferente, è sicuramente meno curato di Cooper come personaggio, ma nel complesso anche lui mi è piaciuto.

Personaggio preferito?
Cooper ovviamente. Come dicevo è una ragazza tosta e il suo carattere così solare, generoso e forte mi ha conquistata.

Personaggio più odiato?
Nessuno, anche i genitori di Cooper, benchè due persone piccole hanno un ruolo molto marginale quindi non riesco nemmeno ad additare loro come odiati.

Che emozioni ti ha suscitato la lettura?
Non sono certa di saper rispondere per bene a questa domanda. Come dicevo ho provato insofferenza verso certi atteggiamenti di Emery, che a mio parere non sono ben spiegati, ma al tempo stesso mi è piaciuto leggere di come Cooper vive la sua avventura di una vita, il suo cambiare strada facendo, diventando più forte, più coraggiosa anche se le contesto il fatto che non sia riuscita a tenere le mani lontane dal diario di Emery. Purtroppo è un mio problema in questo caso, credo che non si debba leggere il diario personale di una persona, io non potrei mai farlo, mi sembrerebbe di invadere una parte fondamentale dell’altro.

Punti di forza?
La caratterizzazione del personaggio femminile che secondo me è riuscita alla perfezione e ho trovato molto ben fatte le descrizioni dei luoghi visitati, mi ha fatto venire tanta voglia di ripercorrere lo stesso tragitto fatto da Cooper ed Emery.

Punti deboli?
Il poco approfondimento del personaggio maschile e soprattutto quello che concerne la depressione in generale. L’autrice non entra mai ne dettaglio, da solo spiegazioni superficiali e ho sentito moltissimo la mancanza di una motivazione vera e propria. Credo che mai come in questo caso ci sarebbe stata benissimo una piccola appendice qua e la narrata dal punto di vista di Emery, forse sarei riuscita a comprenderlo maggiormente. Insomma il diario a spizzichi e bocconi non mi è bastato.

Come hai trovato lo stile del/della scrittore/scrittrice?
Molto nelle mie corde, scorrevole e coinvolgente. uno stile semplice ma che sa catturare l’attenzione

È facile entrare in empatia con il/la protagonista?
Con la ragazza sicuramente si, credo di avere un carattere che si avvicina molto al suo per quanto riguarda l’essere allegra e positiva. Con il ragazzo no, e aggiungerei per fortuna!

Quale aggettivo lo descrive meglio?
Intenso ma per certi versi incompleto.

A chi lo consigli?
A chia ama le storie d’amore tormentate.

Quante stelline gli dai?
4 stelle

Cosa ne pensi della cover?
Carina ma secondo me rende poco l’idea, secondo me ci stava meglio un’auto in corsa vista di spalle (quasi quasi mi candido a suggeritrice di cover)

Citazione preferita?
“La vita non andrebbe vissuta solo con prudenza … se fosse così non si chiamerebbe vivere. Si chiamerebbe esistere.”
A onor del vero ho trovato molto belle altre 3 o 4 citazioni ma questa è quella che più mi ha colpita.

Prima di lasciarvi la nuova votazione vi chiedo avete letto il libro? Cosa ne pensate?

Ed ecco il nuovo modulo, pronti a votare?

Alla prossima intervista!
Chicca

9 Risposte a “Intervista con le Vamp Blogger #12 – La strada dei nostri cuori”

  1. Le mie risposte sono molto in sintonia con le tue tranne per il pov: a me è bastato il diario di Emery, non ho sentito la mancanza del suo punto di vista e credo che leggerlo avrebbe più che chiarito, appesantito e complicato la storia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.