La vetrina degli scrittori #3

La vetrina degli scrittori #3

Isabella Izzo

Potrei sottotitolare la rubrica di quest’oggi “Come le cose nascono per caso” perchè proprio per caso mi sono imbattuta in Isabella un giorno come tanti mentre scorrevo facebook e i gruppi a cui partecipo.
Ero incuriosita dal suo ultimo lavoro, un libro intitolato La Schiava dei Tudor, così ho deciso di contattarla e scambiare due chiacchiere con lei, ma prima ecco una breve presentazione di Isabella e dei suoi scritti:

Isabella Izzo è nata il 9 luglio 1985 a Teano e vive a Calvi Risorta.
Il suo primo lavoro si intitola Habor storia di un regno, ed è un romanzo in stile fantasy.

HarborSinossi
Una terra lontana; due sorelle accomunate da poteri straordinari, ma divise dall’invidia e dalla voglia di vendetta. Una maledizione che incombe su un regno creato dalla magia e sui suoi abitanti; una profezia che deve essere compiuta e una giovane ragazza che si troverà coinvolta nell’eterna lotta tra il Bene e il Male, in una guerra senza esclusione di colpi, dove niente è quello che sembra…

Mentre il suo secondo libro “La schiava dei Tudor” edito da Libromania – marchio DeAgostini – è ambientato nell’abbazia di Whitby nel nord Inghilterra.
Inizialmente il titolo originale del romanzo era “La musica dell’anima” intesa come un sentimento profondo legato alle passioni intense che fanno vibrare l’anima.

51gsfdTUcJL._SY344_BO1,204,203,200_Sinossi
Dayla è poco più che una ragazzina quando il suo villaggio sulla costa dell’Africa Occidentale viene attaccato e messo a ferro e fuoco. I sopravvissuti al massacro sono ridotti in catene, percossi e condotti al mercato degli schiavi più vicino per essere messi all’asta come capi di bestiame e stipati nel ventre di quelle grosse navi dirette a nord. Il destino di Dayla sembra segnato: deve essere venduta a una ricca famiglia della nobiltà Tudor. Grazie al suo spirito fiero la ragazza riesce invece a fuggire e a rifugiarsi sotto falsa identità all’abbazia di Whitby, nell’Inghilterra del Nord. In quel luogo magico e pieno di speranze, tra mille ostacoli, continue sorprese e incontri che la cambiano per sempre, la vita di Dayla si trova inestricabilmente legata a quella di una terra dilaniata da lotte per la successione, complotti e scontri per la conquista del potere. Ma dove forse c’è ancora spazio per un amore puro e incontaminato…

Tra qualche mese questa giovane autrice pubblicherà il suo terzo romanzo. In bocca al lupo!

Breve intervista:

Isabella raccontaci come mai hai deciso di diventare una scrittrice?
Ho iniziato a scrivere da una sfida con stessa per capire se sarei stata capace anche io di creare una di quelle storie che tanto amo leggere e da lì non sono più riuscita a smettere.

Dove trovi l’ispirazione per le trame dei tuoi romanzi?
L’ispirazione la trovo un po’ ovunque in ciò che mi circonda, ma anche da altre letture e da film.

Per delineare il carattere dei tuoi personaggi hai preso spunto da persone che hai conosciuto nella vita reale?
Non credo di aver preso spunto da persone reali per i miei personaggi, ma credo che inconsciamente, in qualche modo sia stata condizionata dalla conoscenza di alcuni individui.

Cosa ne pensa la tua famiglia della tua carriera di scrittrice?
La mia famiglia per Fortuna mi sostiene e mi incoraggia.

Cosa hai provato quando hai tenuto tra le mani la copia del tuo primo libro?
Tenere tra le mani il proprio libro è un’ emozione grandissima che ti riempie di orgoglio e di speranza e ti ripaga di tutto il lavoro che vi cela dietro.

Ringrazio molto Isabella Izzo per la disponibilità e invito tutti voi a conoscere ancora meglio la scrittrice attraverso i suoi libri, tutti disponibili sulle maggiori piattaforme per e-book e nelle librerie.

Ciao
Chicca

Precedente Un'incantevole tentazione - Eversea#1 Successivo Fiore di fulmine

Lascia un commento

*