Il linguaggio segreto dei fiori

Il linguaggio segreto dei fiori

Il linguaggio segreto dei fiori
Il linguaggio segreto dei fiori


di Vanessa Diffenbaugh

Descrizione
Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare. C’è solo un posto in cui tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto nel parco pubblico di Portero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa. Il suo rifugio. La sua voce. È attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Perché Victoria non ha avuto una vita facile. Abbandonata in culla, ha passato l’infanzia saltando da una famiglia adottiva a un’altra. Fino all’incontro, drammatico e sconvolgente, con Elizabeth, l’unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E adesso, è proprio grazie a questo magico dono che Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l’anima. Ma Victoria non ha ancora trovato il fiore in grado di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L’unico capace di estirparla è Grant, un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei. Solo lui può levare quel peso dal cuore di Victoria, come spine strappate a uno stelo. Solo lui può prendersi cura delle sue radici invisibili.

Recensione
Il libro di cui vi parlerò è arrivato tra le mie mani per puro caso. Una vicina di casa me lo ha regalato assieme ad altri perchè non aveva più posto in casa e come spesso mi capita sono stata attratta sia dalla trama che dalla sua copertina.
Vanessa Diffenbaugh ci narra la storia di Victoria, una ragazza di diciotto anni che nelle prime pagine del libro ha la possibilità di cominciare la sua nuova vita da adulta lasciando per sempre il luogo in cui negli ultimi anni aveva vissuto; purtroppo il suo passato è pieno di eventi tristi e dolorosi che ne hanno condizionato il carattere.
La sua è stata un’infanzia difficile, sballotata da una casa all’altra, poichè orfana, affidata a persone con le quali lei non voleva stare fino all’incontro con Elizabeth che le ha insegnanto tutto quello che sapeva sui fiori e sul loro linguaggio.
Ed è proprio grazie ai fiori e alla sua passione per loro che Victoria comincia la sua strada verso l’età adulta. Ma non è così semplice per un animo tormentato come il suo, la nostra protagonista ha una colpa della quale non riesce a liberarsi ma pian piano con l’aiuto di Grant il suo modo di avvicinarsi al mondo cambierà.

Il libro detto molto sinteticamente è bellissimo, scritto in modo semplice ma mai banale e mi ha affascinata da subito, tutto ciò che ha fatto Victoria mi ha stupito perchè forse io al suo posto avrei reagito diversamente, ma lei era una bambina che ha dovuto combattere contro la sua dolorosa infanzia e nonostante ciò con forza d’animo cerca di vivere ogni giorno senza lasciarsi andare.

Il finale lascia aperta la speranza e mi è piaciuto molto. Ecco un libro a cui mi sono affezionata e che consiglio a tutti di leggere.

Nota
Il libro è disponibile con quattro diverse copertine, ognuna con la foto di un fiore differente, io ho la Margherita.

Precedente Casatiello Successivo 12 Anni Schiavo

Lascia un commento

*