Magnus Chase e gli Dei di Asgard

riordan clareFortuna che di Rick Riordan posso sempre fidarmi, lo adoro, mi diverte, mi fa guardare quei fannulloni degli Dei da una giusta prospettiva, mi sembra di ritornare bambina e guardare in tv un episodio di Pollon 🙂 e poi appena ho aperto le prime pagine del libro ed ho trovato questa dedica a Cassandra Clare bhe anche se il romanzo fosse stato una schifezza lo avrei adorato ugualmente!!!!!

Magnus Chase e gli Dei di Asgard
La spada del guerriero
di Rick Riordan

magnus chase 1Descrizione
Secondo la mitologia nordica, quando un uomo muore valorosamente con le spada in mano diventa uno degli immortali guerrieri di Odino, il re degli dei. Magnus Chase, sedici anni e una vita di espedienti, non avrebbe mai immaginato di morire brandendo un’arma millenaria contro un gigante deciso a carbonizzare il Ponte di Boston e migliaia di innocenti. L’ascesa al Valhalla, l’Olimpo nordico, è solo l’inizio per il giovane eroe. Tra bellicose valchirie, nerboruti guerrieri e sontuosi banchetti, Magnus sta per scoprire la sconvolgente verità: suo padre è il divino Freyr e il suo compito è ritrovare la Spada dell’Estate, scongiurando così il Ragnarok, il Giorno del Giudizio, in cui i Nove Mondi saranno distrutti e gli dei si scontreranno in battaglia con i giganti. La vita di Magnus è appena finita. Eppure è appena cominciata.

 

Recensione
Magnus, un nome che mi ricorda l’adorato Magnus Bane degli Shadowhunters di Cassandra Clare e Chase un cognome che invece mi fa pensare ad Annabeth semidea valorosa e intrepida, protagonista di molte battaglie assieme a quegli strampalati dei Greci ed al meraviglioso Percy Jackson.
Come non poteva un’accoppiata del genere farmi divertire?
Era inevitabile che amassi ogni parola di questo romanzo, vuoi perchè Riordan ha un modo di scrivere coinvolgente e avventuroso, vuoi perchè Magnus ed Annabeth alla fine sono cugini, vuoi perchè in questo libro Thor (quello del martello) è tutt’altro che la versione cinematografica che siamo abituati a vedere vuoi perchè il romanzo ti prende e ti catapulta a spasso per dei mondi di cui ignoravo l’esistenza: non sono una grande conoscitrice delle leggende norrene!

In ogni caso Magnus, mingherlino senzatetto, al compimento dei 16 anni muore! Eh già ci lascia le penne, tira le cuoia chi più ne ha più ne metta, ma la sua morte è stata eroica così salvato da una valchiria di martello di thornome Samirah si ritroverà nel Valhalla assieme a tantissimi giovani che come lui si sono distinti nella morte e sono entrati a far parte dell’esercito di Odino in attesa che arrivi il Ragnarok, il giorno del giudizio.
Ma per Magnus il destino, o meglio le Norne prevedono un futuro diverso, perchè dovrà affrontare un’impresa tutt’altro che facile e dimostrare di essere degno di far parte dell’esercito degli Einherji.
Sulla sua strada incrocerà giganti, capre parlanti e Dei dal dubbio gusto ma imparerà anche ad affrontare questa impresa con coraggio e determinazione, spalleggiato dalla valchiria Sam, dal nano modaiolo Blitzen e dall’elfo sordo Heartstone.

Non posso dirvi di più se non che questa si prevede un’altra serie mitica tutta da leggere, gustare e raccontare!
Buona lettura Chicca

Precedente L'allieva Successivo W...w...w Wednesday #7

4 commenti su “Magnus Chase e gli Dei di Asgard

Lascia un commento

*