Magnus Chase e gli Dei di Asgard #3 – La Nave degli Scomparsi

Magnus Chase e gli Dei di Asgard #3
La Nave degli Scomparsi
di Rick Riordan

E in men che non si dica eccoci giunti anche ai saluti finali della trilogia che vede protagonista Magnus Chase, nuovamente alle prese con quei fenomeni da baraccone che sono Odino, Loki Thor e compagnia bella 😀

Descrizione
Loki è riuscito a liberarsi dalle catene con cui Odino lo teneva prigioniero e marcia verso l’impresa che consacrerà per sempre il suo dominio: distruggere i Nove Mondi e scatenare il Ragnarok, il Giorno del Giudizio. Un’eternità trascorsa con un serpente sulla testa non ha certo mitigato l’ira del malvagio dio, e Magnus Chase dovrà fare appello a tutto il proprio coraggio per impedire che Loki salpi con la diabolica Nave dei Morti prima del solstizio d’estate. Nella sua missione più decisiva, però, Magnus dovrà affrontare Loki sul suo stesso terreno, in un duello in cui non serviranno mazze e spade quanto spirito e arguzia: una gara di dialettica, da combattersi a suon di… fantasiosi insulti! Solo bevendo il prodigioso Idromele di Kvasir Magnus potrà sperare di battere il dio, ma dovrà poi misurarsi con il suo terrificante vascello di zombie a bordo di una nave dall’aspetto non esattamente minaccioso, la Big Banana…

Recensione
Tocca sempre a loro salvare il posteriore degli dei, che siano essi greci o norreni poco importa, perchè nei romanzi di Rick Riordan i veri eroi sono i giovani ed in questo caso Magnus Chase e la sua bizzarra squadra del diciannovesimo piano dell’hotel che ospita quei guerrieri che in vita si sono distinti per il loro coraggio.

Avevamo lasciato un Loki libero di dare inzio al Ragnarok e lo ritroviamo sulla nave dei morti pronto a guidare un esercito di giganti e mostruosità varie.
Magnus, assieme alla valchiria Sam, alla (o al a seconda dei casi) mutaforma Alex, ai suoi amici Blitzen e Heartstone – ma non solo loro – partono alla ricerca dell’idoromele di Kvasir che dovrebbe permettere a Magnus di battere in una diatriba poetica il perfido Loki.
Così in viaggio sulla Big Banana, una nave di un bel giallo appariscente, i nostri eroi si mettono in marcia portando a compimento gesta degne di una ballata epica.

Oramai quando leggo il nome di Rick Riordan non penso a nulla se non a tuffarmi nelle storie che racconta nei suoi romanzi. Finora non mi ha mai deluso e tutto ciò che ho letto di suo, compresa la trilogia di Magnus, mi ha fatta innamorare dei suoi personaggi e delle loro avventure.
Ancora una volta la sua penna divertente, affascinante e ricca mi ha appassionata dalla prima all’ultima riga.
Riordan sa coniugare ironia ed azione in un connubio perfetto, prendendo in giro le più famose divinità delle mitologia. Ma non solo, perchè in ciò che scrive troviamo coraggio, bisogno di amore, affetto incondizionato ma soprattutto lealtà.
Il gruppo capitanato da Magnus si sostiene e non si arrende, fa aggregazione e a mio parere regala molta positività al lettore, che sia esso ragazzino o adulto.

Il mio suggerimento? Ovviamente leggere la trilogia per intero ed amare Magnus tanto quanto lo amo io.

Chicca

Precedente Questa volta Leggo #1 Successivo La figlia del Dottor Baudoin

2 thoughts on “Magnus Chase e gli Dei di Asgard #3 – La Nave degli Scomparsi

Lascia un commento

*