Sei il mio sole anche di notte

Riuscire a leggere Sei il mio sole anche di notte era diventato per me un chiodo fisso, l’ho cercato in tantissime librerie ma tutte ne erano sprovviste e siccome volevo tra le mani proprio il cartaceo alla fine il mio buon bibliotecario di fiducia è riuscito a procurarmelo in un lampo ed io in un solo giorno l’ho letto tutto d’un fiato. Curiosi?

Sei il mio sole anche di notte
di Amy Harmon

making faceDescrizione
Ambrose Young è bellissimo, alto, muscoloso, con lunghi capelli che gli arrivano alle spalle e uno sguardo che brucia di desiderio. Ma è davvero troppo per una come Fern Taylor. Lui è perfetto, il classico protagonista di quei romanzi d’amore che Fern ha sempre adorato leggere. E lei sa bene di non poter essere all’altezza di un ragazzo del genere… Ma la vita a volte prende pieghe inattese. Partito per la guerra dalla piccola cittadina di provincia in cui i due giovani sono cresciuti, Ambrose tornerà trasformato dalla sua esperienza in prima linea: è sfigurato nei lineamenti e profondamente ferito nell’anima. Fern riuscirà ad amarlo anche se non è più bello come prima? Sarà in grado di conquistarlo? Saprà curarlo e ridargli la fiducia in sé?

Recensione
Quanti libri ho letto in cui i protagonisti sono tutti belli, affascinanti, ricchi, famosi e chi più ne ha più ne metta? Io direi una infinità vista la mia passione neanche troppo segreta per le storie a lieto fine, ma i personaggi dei romanzi della Harmon non rispecchiano mai i soliti clichè, hanno sempre qualcosa di diverso, qualcosa che ce li fa sentire vicini, ce li fa amare in tutte le loro sfaccettature e soprattutto ce li fa vivere intensamente.
Fern Taylor è mingherlina, denti storti, capelli rossi ed ha una passione per il bellissimo Ambrose Young, il più amato del liceo, il più ammirato, il lottatore più in gamba un Ercole in carne ed ossa che dall’alto del suo metro e novanta sovrasta tutti gli altri.
Ma Ambrose non è solo aspetto esteriore e Fern lo capisce dal primo momento in cui interagisce con lui, quando bambino l’ha aiutata a seppellire un ragnetto che aveva schiacciato sull’asfalto davanti agli occhi inorriditi di Bailey, cugino nonchè miglior amico di Fern inchiodato su una sedia a rotelle a causa della distrofia muscolare.
Fern ama sinceramente Ambrose, a dieci anni come a 15 e a 18 e soffre immensamente quando lui, arruolatosi nell’esercito assieme ai suoi amici, tutti giovani di belle speranze, torna a casa sfigurato nel viso e nell’animo per la perdita dei ragazzi con cui ha condiviso anni di scuola e di risate.
Ma poi il tempo scorre e le ferite, quelle visibili restano mentre quelle invisibili entreranno a far parte della vita dei protagonisti come un compagno di viaggio e pagina dopo pagina Fern, Ambrose e Bailey formeranno un trio fuori dal comune, che mi ha fatta ridere e piangere in un crescendo di emozioni.

Se I cento colori del Blu mi era piaciuto, Making Face, questo il titolo originale del romanzo, mi ha letteralmente conquistata, ho amato ogni riga, ogni parola, ogni citazione di questo splendido libro. Fern è l’antidiva per eccellenza, ha l’aspetto di una comune ragazza qualche volta invisibile a chi le sta intorno, ma è divertente, positiva e vive amando la vita e Ambrose assieme a lei rinasce ogni giorno un po’ di più.
Ma la persona che più di tutte fa la differenza è Bailey, un vero guerriero che non si abbatte nonostante le sue sventure, tiene banco come un vero mattatore e ti fa ridere quando meno te lo aspetti.
Un romanzo dai mille colori, dai toni caldi che scaldano il cuore a quelli freddi che ti fanno tremare, scritto con delicatezza riesce a toccare l’animo del lettore, o almeno il mio è stato preso, sballottolato e rimesso a suo posto.

Non posso che essere felice di averlo letto e lo consiglio a tutti, nessuno escluso, sono certa che questo libro saprà farvi innamorare di Fern, Bailey e Ambrose, inevitabilmente.

Chicca

Suggerimento: tenete d’occhio i titoli dei capitoli …

Precedente W…w…w Wednesday #21 Successivo La vetrina degli scrittori #8

8 commenti su “Sei il mio sole anche di notte

  1. Beth Book il said:

    Sono davvero contenta sia piaciuto anche a te! Come sai io sono molto scettica riguardo il genere romantico, ma questo libro mi ha davvero convinta.

    • librintavola il said:

      ciao Isa, si mi è piaciuto tantissimo, come dicevo ieri la harmon è una spanna sopra tutte. in questo caso la newton ha cannato in pieno la cover, nulla di più lontano dal significato del libro.
      io amo il genere romantico, ma sono la prima a dire che non tutti meritano parole positive, in questo caso invece Sei il mio sole anche di notte è un successo su tutta la linea.
      mi hanno detto che la newton ha comprato i diritti degli altri libri dell’autrice quindi dobbiamo aspettarci a breve altri piccoli gioiellini.
      buona domenica Chicca

  2. Ciao! Mi sento un po’ una brutta persona perché il titolo mi era familiare (anche se non avevo collegato quest’edizione a quella originale) ma dopo aver visto la cover ho anche capito di essere una brutta persona! Ho sempre snobbato l’edizione italiana perché la copertina mi faceva pensare a cose che non mi interessavano, quindi l’ho sempre snobbato e non mi sono mai degnata di leggerne la trama, perché l’avevo bocciato in partenza! E invece… e invece ce l’ho in wish list!
    Però complimenti per la recensione, già ero curiosa di leggerlo prima ma ora deve essere mio al più presto!!!!!!!!!!!!

    • librintavola il said:

      suvvia non esagerare, non è colpa tua. Purtroppo le cover spesso danno delle sensazioni sbagliatissime e questa usata per il libro della Harmon è veramente una pessima scelta. soprattutto se rapportata al libro che ho trovato fantastico.
      non vedo l’ora di sapere poi i tuoi pensieri su making faces … secondo me lo adorerai!
      Chicca

Lascia un commento

*