Matched

Matched
di Ally Condie

Matched
Matched

Descrizione
Cassia non ha mai avuto dubbi: la Società sceglierà sempre il meglio per lei. Cosa leggere, cosa amare. In cosa credere. E quando Il volto di Xander appare sullo schermo dell’Abbinamento, il sistema che unisce individui geneticamente compatibili per creare coppie perfette. Cassia non ha incertezze: è lui il suo Promesso, il ragazzo giusto per lei. La sua gioia, tuttavia, non durerà a lungo: un malfunzionamento del Sistema le mostrerà il volto di un’altra persona, proprio prima che lo schermo si oscuri, qualcuno che lei conosce, Ky Markham. La Società le comunica che si è trattato di un errore tecnico, cosa rara in un mondo in cui le sviste non sono ammesse, ma Cassia non può impedirsi di pensare a lui, d’incontrare il volto del ragazzo In ogni suo sogno, in ogni suo pensiero. E una domanda, la più proibita e pericolosa, inizia a farsi strada: e se non fosse lei a essere sbagliata? Se fosse Ky il suo vero Promesso? Quale sarà la scelta di Cassia? Tra Xander e Ky, tra un amore obbligato e un amore che è il simbolo stesso della ribellione, chi avrà la forza di scegliere?

Recensione
Alcuni mesi fa, avevo notato in biblioteca i libri della Trilogia di Ally Condie di cui Matched è il primo volume, ma dopo aver letto la trama ero veramente dubbiosa riguardo alla sua eventuale lettura. Vi starete chiedendo il perchè, vero? Perchè per alcuni versi mi ricordava molto da vicino, visto il genere, un libro che ho immensamente amato e la cui conclusione nel volume finale mi ha profondamente delusa. Chi mi conosce, sa che sto parlando della trilogia Divergent di Veronica Roth.
Ma anche se per settimane l’ho evitato come la peste, alla fine la mia curiosità ha vinto ed ho iniziato a leggere Matched facendo i dovuti scongiuri.

Il romanzo ci racconta di una Società in cui è stato abolito il libero arbitrio, ogni persona è indirizzata ad un lavoro, ogni pasto consumato viene stabilito in base al peso e alle caratteristiche della persona stessa e soprattutto è la Società stessa a decidere chi sarà il compagno per la vita di ragazzi poco più che adolescenti.

Cassia è una di loro, una diciassettenne di belle speranze, graziosa, intelligente ed emozionata per il suo
Banchetto dell’Abbinamento. Grande è il suo stupore, misto a gioia, quando viene abbinata al suo amico del cuore e compagno d’infanzia Xander, tutto sembra perfetto, idilliaco, fino a quando per un errore o per chissà cos’altro, sulla microscheda che le è stata assegnata e che dovrebbe contenere i dati del suo compagno, Cassia vede la foto di un ragazzo che non è Xander bensì Ky, un adolescente schivo e taciturno con una storia misteriosa alle spalle.

Quello che fin ora Cassia aveva creduto perfetto si sgretola giorno dopo giorno sotto i suoi occhi, ma lei stessa si scoprirà più forte di quel che pensa e farà di tutto per poter esercitare il suo pensiero e la sua libera scelta.

Innamorarsi della storia di qualcuno è proprio uguale a innamorarsi della persona stessa?

Questa è la citazione di Matched che a mio parere rende l’idea di quanta confusione e paura ci sia nella mente della ragazzina protagonista, perchè quello che più mi ha colpito di questo libro è stata l’incertezza, il veder crollare tutte le proprie convinzioni. Spesso mi sono chiesta come una ragazza, o un ragazzo, un uomo o una donna, potesse accettare tutto ciò, poter leggere solo cento libri, poter cantare solo cento canzoni, poter indossare solo divise dai colori smorti. Un libro in cui le emozioni dei protagonisti si leggono attraverso espressioni del viso, lacrime e parole rubate.
In questo momento vorrei correre a leggere subito il seguito, ma credo di dover aspettare, devo metabolizzare il tutto, fare miei i sentimenti di Cassia, ma soprattutto quelli di Ky, che nonostante abbia una partecipazione meno presente di quella della protagonista femminile è il personaggio che più mi è piaciuto. Il suo modo di fare, il suo essere forte e i momenti in cui mostra tutta la sua vulnerabilità.

Matched è un bel libro, forse non originalissimo, ma a me è piaciuto e proprio per questo prima di esprimere un parere decisivo voglio aspettare l’ultima pagina dell’ultimo volume per sorridere oppure per dispiacermi.

Buona lettura.
Chicca

Precedente Torta salata con prosciutto e ricotta Successivo Fettuccine alla puttanesca rivisitata

Lascia un commento

*