Quello che mi piace di te

Quello che mi piace di te

Quello che mi piace di te
Quello che mi piace di te


di Beth Kery

Descrizione
Lucien Sauvage, francese, è un uomo imprendibile: bello, ricchissimo, pieno di donne e di fascino, è uno degli imprenditori più affermati di Chicago. È anche un amante dei piaceri della vita, tant’è che il “Fusion”, il ristorante più alla moda della città, costruito in cima allo spettacolare grattacielo della Noble Enterprises, è una sua creazione, dall’arredamento minimal chic alla scelta dell’impeccabile personale. Forse è per questo che, quando Lucien scopre in cucina il suo chef che flirta spudoratamente con una giovane apprendista, va su tutte le furie. Ma c’è una sorpresa: la ragazza carina che si fa corteggiare non è altri che Elise Martin, che Lucien aveva conosciuto quando viveva a Parigi, e di cui aveva perso le tracce. Elise è a sua volta una ricca ereditiera, col pallino della cucina: è chiaro che la sua presenza a Chicago, nel ristorante di Lucien, non è un caso. Più che altro è una provocazione. Furente di rabbia (o si chiama forse gelosia?), Lucien farà di tutto per rendere impossibile l’apprendistato culinario di Elise. Comincia così, tra estenuanti scaramucce e solenni dichiarazioni di reciproco odio, una guerra senza esclusione di colpi, fino a quando verrà a galla il segreto che lega Lucien ed Elise dai tempi di Parigi. E che rischia di essere molto pericoloso per entrambi. Pericoloso quasi come l’amore.

Recensione
Elise giovane chef di nazionalità francese si trasferisce a Chicago per studiare, e per completare la sua formazione deve partecipare ad uno stage con uno chef famoso, le viene quindi assegnato quello del Fusion, ristorante rinomato di proprietà di Lucien Sauvage, una sua vecchia conoscenza.
Tra i due sono subito scintille poichè Lucien scopre Elise con il suo capo chef in atteggiamento intimo, licenzia in tronco quest’ultimo e per forza di cose si trova a dover “assumere” momentaneamente la stessa Elise come cuoca.
Le cose tra Lucien ed Elise sono più complicate di quel che sembra e tra loro saranno fuochi d’artificio.

Oggi con questa recensione non la tirerò per le lunghe perchè nella manierà più sincera e schietta possibile l’unica cosa che posso dire riguardo questo libro è che è il libro più brutto che io abbia mai avuto la sfortuna di leggere.
Storia inutile, trama assolutamente inesistente, 370 pagine di puro nulla imbrattate solo da scene di sesso, tra l’altro volgari e tremendamente umilianti per la donna.
Nemmeno 50 sfumature, di cui questo è solo una banalissima scopiazzatura, faceva così pena; quanto meno Ania e Mr Gray una trama da seguire ce l’avevano per quanto assurda fosse, ma qui veramente il niente la fa da padrone.

L’unica nota positiva di questo scempio letterario è che il libro l’ho preso in biblioteca e non ci ho smenato soldi, pertanto cari amici del web il mio consiglio è di stare alla larga da questa autrice dei miei stivali perchè è veramente pessima.

 

Precedente L'orribile karma della formica Successivo Olivia e le principesse

Lascia un commento

*