Miss Charity

Miss Charity

Miss Charity
Miss Charity

di Marie-Aude Murail

Descrizione
Charity è una bambina. È come tutti i bambini, piena di curiosità, assetata di contatti umani, di parole e di scambi. Vuole creare e partecipare alla vita del mondo. Purtroppo, però, una ragazzina della buona società inglese dell’800 deve tacere, non mostrarsi troppo, salvo che in chiesa. Gli adulti che la circondano non fanno attenzione a lei, le sue sorelline sono morte. Allora Charity si rifugia al terzo piano del suo palazzo borghese in compagnia della servitù. Per non morire di noia, alleva dei topini nella nursery, veste un coniglietto, studia dei funghi al microscopio, impara Shakespeare e disegna incessantemente dei corvi, con la speranza che un giorno succeda qualcosa. Così comincia la vita di Charity Tiddler, ragazzina prima e donna poi che fa della libertà un principio di vita e in nome di questa sovverte tutte le regole borghesi della vita vittoriana. Un romanzo attuale nel tema, anche se di ambientazione ottocentesca, in cui l’ironia, il pettegolezzo, un certo tipo di società snob e talvolta grottesca nella sua smania per le apparenze portano la chiara cifra di una Jane Austen contemporanea.

Nursery del Terzo piano
Nursery del Terzo piano

Recensione
“Un racconto DELIZIOSO”.
Ecco come in un unico aggettivo si può riassumere la storia di Charity Tiddler.
Charity è una bambina nata alla fine del 1880 in una famiglia dell’Inghilterra bene di cui l’autrice Marie-Aude Murail ci narra la storia, ambientata in un contesto vittoriano fatto di dimore di campagna e di città, matrimoni combinati e i primi sprazzi di indipendenza delle donne.

Miss Charity, come viene chiamata da quasi tutti nel romanzo, non è la tipica bambina dell’epoca, è curiosa del mondo che la circonda, amante della pittura e degli animali, alla sua corte troviamo conigli, corvi, topolini e ratti, lumache, ricci, rane e oche. E’ pessima come pianista e pessima anche come cantante, doti che servivano alle giovani fanciulle inglesi per trovare marito grazie appunto all’educazione impartita loro incentrata sull’esaltare quelle qualità che renderevano loro delle casalinghe perfette.

Dei genitori taciturni e poco inclini ad aiutarla a coltivare le sue passioni, confinano in qualche modo la nostra Charity al terzo piano della loro grande casa, dove oltre a vivere in compagnia dei suoi animaletti, condivide le sue giornate assieme a Tabitha la tata psicotica e a Mademoiselle Blanche, sua insegnante/governante nella quale troverà un’amica fidata che l’accompagnerà, anche da lontano, per tutta la sua vita.

Tanti i personaggi che si avvicendano nel romanzo, dalle cugine modaiole e dedite alle feste al il professor Ulrich che aiuterà Charity a trovare il suo posto nel mondo, da Kenneth Ashley il giovane attore che recita per Oscar Wilde prima e per Bernard Show poi, ai King, famiglia di editori che capiscono il valore e la bravura di Charity ed in un certo qual modo la adottano come membro aggiunto della loro allegra e vivace famiglia.

Miss Tutù
Miss Tutù

Grazie alle sue capacità, alla sua generosità e al coraggio dimostrato in tantissime situazioni non facili per una ragazza in quell’epoca di ristrettezze e impedimenti proprio perchè donna, Charity riuscirà ad affermare la sua indipendenza diventando una stimata autrice di racconti per bambini, facendo breccia anche nel cuore di quel padre silenzioso, così come nel giovane Ashley e in tutte le persone che trovano in lei gioia di vivere e sostegno.

Peter Coniglio
Peter Coniglio

Un romanzo ricco di particolari, in cui una meravigliosa protagonista femminile ci incanta ad ogni pagina grazie ad una scrittura mai noiosa e piena di dialoghi ironici e battibecchi divertenti ma soprattutto estremamente arguti ed intelligenti, un libro che non nasconde la stima che l’autrice nutre per la famosa Beatrix Potter, alla quale Charity sembra ispirata.

Grazie ad Annalisa che mi ha consigliato questo romanzo, che a mia volta consiglio a tutti voi, vi innamorerete perdutamente della piccola Miss Charity e non vorrete più lasciarla andare.

Precedente La ricetta del vero amore Successivo Storm Front

Lascia un commento

*