Non sono io, sei tu

Non sono io, sei tu
di Mhairi McFarlane

Non-sono-io-sei-tu_hm_cover_bigDescrizione
Delia Moss non è ben sicura di sapere dove ha sbagliato. Quando ha chiesto al suo fidanzato Paul di sposarla e ha scoperto che lui andava a letto con un’altra, ha pensato che fosse colpa sua. Quando ha realizzato che la vita non sarebbe più stata la stessa, ha pensato che fosse colpa sua. Ma quando Paul si rifà vivo come se niente fosse accaduto, Delia inizia a pensare: “Forse non sono io il problema. Forse il problema sei tu.” Da Newcastle a Londra e ritorno, tra lavori loschi, capi eccentrici e giornalisti belli ma noiosi, Delia deve scoprire cosa ne è stato della sua vita e che fare del suo futuro.

Recensione
Ho impiegato tantissimo tempo a finire questo libro e a scrivere la recensione, anzi devo ammettere che mentre cerco le parole con cui cominciare faccio tanta fatica a buttar giu i miei pensieri in merito.
Forse semplicemente perchè la mia testa ha bisogno di una pausa, ma siccome non mi pace lasciare le cose a metà mi ci metto d’impegno e vi racconto un po’ la storia di Delia Moss, 33enne di Newcastle , rossa di capelli e con una particolare adorazione per abiti eccentrici.
Delia è una persona comune, ha un lavoro che la annoia 🙂 con dei colleghi, e un capo, mediamente
insopportabili, ha un compagno Paul ed un cagnolone di nome Prezzemolo. La sua vita le sembra perfetta, quello che le manca è però il matrimonio, così essendo lei e Paul una coppia che poco segue le solite tradizioni è Delia fare la proposta a lui ma … qualcosa non quadra, Paul non ne è così entusiasta e caso vuole che proprio quella sera, in cui la giovane protagonista sperava di poter cambiare il corso del suo fidanzamento scopre che invece Paul la tradisce.
Delia non vuole buttar via una relazione durata 10 anni, ma ha bisogno di tempo e spazio così complice la sua amica Emma si trasferisce a Londra e trova lavoro come PR per una azienda con un titolare di dubbia reputazione.
Ciò che le accadrà nei mesi successivi è destinato a stravolgere non solo la sua vita, ma anche il suo carattere, lasciandola con più consapevolezza di se stessa e di ci le sta intorno.

Il libro è bello corposo, oltre 500 pagine, ma si legge con piacere, non è la solita storia d’amore che siamo abituati a incontrare ultimamente perchè in realtà quello che è maggiormente mostrato è tutta la gamma di emozioni, paure, sensazioni dalle quali Delia viene sommersa proprio a causa della sua perduta storia con Paul e dalla conoscenza dell’animo umano che spesso e volentieri è peggiore di quel che ci si aspetta.
Dettaglio molto piacevole è che lei è segretamente un’autrice di fumetti, dei quali troviamo in alcuni punti del libro alcuni sprazzi. Ciò che invece non mi è andata giu è stato il fatto che sul retro della copertina ci sia la dicitura  “Riderete fino alle lacrime”, ma perchè prendere in giro le persone quando non è affatto vero? Si ci sono alcuni momenti carini che fanno sorridere ma nulla di più lontano dal ridere fino alle lacrime.

In ogni caso il romanzo mi è nel complesso piaciuto, non è eccelso, ma di certo una lettura adatta a tutti e a chi ha voglia di leggere di storie di vita quotidiana.
Chicca

Precedente Alfredo Successivo W…w…w Wednesday #4

6 commenti su “Non sono io, sei tu

  1. Cecilia Attanasio il said:

    Le tue parole mi rassicurano, perché dovrò iniziarlo prima o poi ma il numero di pagine faceva da freno. Buona giornata Chicca!

    • librintavola il said:

      si in effetti è un romanzo abbastanza corposo, sai Cecilia non sono certa che possa piacerti, se ho imparato a conoscerti forse gli dari 2 stelline di voto 🙂 ahahahah

  2. Le scritte sulle copertine sono una vera piaga. Spesso e volentieri fanno più danni che altro. Però sono contenta che il tuo responso sia positivo, perché il libro mi ispirava 🙂

Lascia un commento

*