Crea sito

Ovunque Sei

Ovunque Sei
di Daniela Quadri

Buongiorno Cari Lettori,
mentre abbozzavo la recensione del romanzo di oggi, mi sono resa conto che nell’ultimo periodo sto faticando davvero molto ad incastrare le letture secondo uno schema lineare.
Io non sono tipo da Tbr precise, però ogni mese ho le idee piuttosto chiare su come procedere ed era da molto tempo che aspettavo l’occasione giusta per leggere il romanzo di Daniela Quadri “Ovunque sei”.

Descrizione
Una telefonata annuncia il ritrovamento di un cadavere nel Parco Reale di Monza: chi è l’uomo con il volto sfigurato dall’acido? Due donne misteriose si affrontano, contendendosi un bambino: è forse il piccolo Simone, rapito in un paese della tranquilla Brianza pochi mesi prima? Vicende, che non sembrano avere alcun nesso logico e dove nessuno è ciò che appare, danno il via alle indagini di Marta Valtorta, giornalista free-lance, e Tony Nardone, il suo fidanzato carabiniere. Echi del passato e drammi di sconvolgente attualità si intrecciano, ma le intuizioni di Marta e la ferrea logica di Tony porteranno a galla una verità che non è mai solo bianca o solo nera, perché la vita ha una gamma infinita di tonalità: mai perfettamente definite, mai del tutto pulite, mai così sporche.

Recensione
E’ sempre molto difficile per me affrontare una lettura che vede coinvolti dei bambini, la mia parte materna prende il sopravvento e mi capita di soffrire davvero molto se per un motivo o per un altro le vittime dei romanzi sono creature innocenti.
Nel libro di Daniela ci troviamo infatti alle prese con un rapimento. Il piccolo Simone, in un pomeriggio di quelli all’apparenza tranquilli, sparisce nel nulla. Sua madre è disperata e ripone la sua fiducia nell’unica persona che sembra aver preso a cuore il suo caso: Tony Nardone.
Ma quello di Simone non è l’unico mistero che il carabiniere si trova ad affrontare, perchè vecchi fantasmi verranno a bussare alla porta di Tony e della sua compagna Marta.

Essendo “Ovunque sei” il secondo volume con protagonisti Marta e Tony e non avendo letto il primo, ho inizialmente faticato ad entrare nella storia ed ho dovuto dar fondo anche alla mia immaginazione per tracciare un filo logico che mi rendesse più chiara una delle tue trame del romanzo, e posso dire con tranquillità che tra i due filoni narrativi il mio preferito è stato sicuramente quello relativo al rapimento di Simone, slegato a quanto pare da Le stelle di Srebrenica.
In particolare ho apprezzato i paragrafi incentrati sul punto di vista della madre che sono a mio parere la parte migliore e più emozionante della storia.
Ho trovato invece poco in sintonia con il contesto quella dedicata ai diari zia Paolina, che sono sicuramente molto d’impatto, ma non adatti alle vicende narrate.

La Quadri ha scritto un romanzo con un buon potenziale, che però ha bisogno di essere raffinato, forse con un editing più deciso e qualche particolare in più soprattutto per uno dei personaggi secondari, di cui non dirò il nome per evitare spoiler, che oltre ad essere molto interessante avrebbe dato quel pizzico di energia che purtroppo manca.

Chicca

2 Risposte a “Ovunque Sei”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.