Per lanciarsi dalle stelle

Per lanciarsi dalle stelle
di Chiara Parenti

Buongiorno Lettori,
questa mattina il blog parla di positività e coraggio, infatti protagonista del giorno è l’ultimo libro di Chiara Parenti che ringrazio, assieme alla CE Garzanti, per avermi inviato una copia del romanzo in versione Ebook.

Descrizione
Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre”. Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di ripartire per Parigi, subito dopo l’unico litigio della loro vita. Quel litigio di cui Sole si pentirà per sempre, perché non rivedrà mai più Stella, la persona più importante per lei. Sole non smette di guardare quel foglio perché, anche se ha solo venticinque anni, non c’è nulla di più difficile per lei che superare le proprie paure. Sa che, se le tiene strette a sé, non c’è nulla da rischiare: il lavoro sicuro per cui ha rinunciato al sogno di fare l’università; il primo bacio mai dato perché è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Ma ora Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per cento giorni affronta una paura alla volta: dal lanciarsi con il paracadute al salire sulle montagne russe; dall’attraversare un bosco sotto il cielo stellato al fare un viaggio da sola a Parigi. Giorno dopo giorno, scopre il piacere dell’imprevisto e dell’adrenalina che le fa battere il cuore. A sostenerla c’è Samanta, un’adolescente in lotta con il mondo che ha paura persino della sua immagine riflessa. Rivedendosi in lei, Sole prova a smuovere la sua insicurezza e a insegnarle ciò che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, singolo, magnifico istante senza di essa. Ma c’è un unico istante che Sole non è ancora pronta a vivere. L’istante in cui deve confessare la verità al ragazzo di cui è da sempre innamorata. Una prova più difficile di tutte le altre. Perché anche l’amore può vestirsi d’abitudine e confondere. E per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco. Perché persino i sogni possono cambiare quando sono solo una favola.

Recensione
Crescere insieme, ridere insieme, litigare furiosamente e poi l’attimo dopo non esserci più e così Stella, ragazza luminosa, allegra e divertente resterà il più grande rammarico di Sole.
Sole che non potrebbe essere più diversa dalla sua migliore amica, che ha sempre vissuto in una campana di vetro coltivando purtroppo mille paure che le si sono appiccicate addosso come una seconda pelle, ma Stella le ha lasciato un motivo per superarle quelle paure, le ha lasciato la forza e il coraggio per affrontare tutto ciò che l’ha sempre spaventata.
E così, come in un viaggio verso l’ignoto, Sole si aprirà alla vita ed io, assieme a lei ho sorriso, mi sono infuriata e ho sbattuto i piedi, mi sono commossa e mi sono sentita parte della sua storia.

Chiara Parenti, che avevo conosciuto grazie a La voce nascosta delle pietre, si conferma ai miei occhi un’autrice che con grande delicatezza sa mostrare l’animo umano e le sue paure.
Sole è un personaggio in continua evoluzione, tutto il libro ruota attorno alla sua figura che se nei capitoli iniziali sembra all’apparenza una persona spenta senza un vero scopo nella vita e ferma in un’eterna adolescenza, pagina dopo pagina sboccia come un fiore.
Ho adorato inoltre il personaggio di Samanta, la ragazzina timida che in punta di piedi conquista la nostra protagonista e che da un tocco frizzante al romanzo. Non posso dire lo stesso per la madre di Sole che ho faticato davvero ad accettare a causa del suo comportamento.

Questo romanzo non è vivo solo grazie ai suoi personaggi, lo è anche per il modo in cui l’autrice racconta l’accettazione del lutto e la crescita interiore di una persona. Non cade nei soliti luoghi comuni ma rende l’assenza di una persona amata un punto focale per un nuovo inizio.
Un romanzo che credo emani positività e coraggio e dopo aver letto i ringraziamenti dell’autrice nelle pagine finali mi sono resa conto di quanto di lei ci fosse in Sole e l’ho trovata una cosa molto emozionante, come se Chiara Parenti si fosse confidata fiduciosamente con i suoi lettori.

Buona lettura,
Chicca

Precedente Segnalazione - Redenzione la stirpe reale Successivo COSA VUOI CHE TI DICA #26

2 commenti su “Per lanciarsi dalle stelle

Lascia un commento

*