Crea sito

Pomeriggio con Wulf Dorn

Pomeriggio con Wulf Dorn

Quando la CE Corbaccio mi ha invitata a trascorre un pomeriggio in compagnia di Wulf Dorn, uno degli autori che leggo sempre con tanto piacere, non mi sembrava vero. Ero felicissima, soprattutto perchè quando era stato qui per la presentazione di un suo precedente romanzo non ero riuscita a partecipare con molto rammarico.
Così gambe in spalla, cartina alla mano, cellulare con navigatore impostato (si lo so ho un pessimo senso dell’orientamento) mi sono diretta verso Brera un quartiere milanese davvero stupendo, dove ad aspettarmi c’erano altre blogger come me tutte gasatissime all’idea di conoscerlo di persona.

Allora per iniziare vorrei dire che Wulf è davvero #tantaroba (questa l’ho rubata a Daniela di Un libro per amico), è davvero figo ragazzi, simpatico e molto disponibile. In sua compagnia il pomeriggio è volato ed abbiamo chiacchierato a ruota libera del suo nuovo romanzo Presenza Oscura ma anche di molto altro.

Volete sapere tutto, ma proprio tutto?
Ecco adesso inzia il resoconto di un pomeriggio con Wulf Dorn.

Presenza oscura

Cominciamo proprio dal titolo del romanzo Presenza oscura, in cui vediamo contrapporsi luce ed oscurità, Wulf ci ha detto che ha dovuto pensare parecchio ad un titolo che potesse andare bene alla sua storia ed inizialmente quello a cui aveva pensato era 21, proprio perche il numero in questo libro ha vari significati, ma purtroppo 21 era già stato usato così lui e la sua editrice hanno pensato che poichè questa potrebbe non essere l’unica storia di Nikka, di aggiungere un sottotitolo. In tedesco è nato così 21-Oscuro accompagnatore.
A Wulf ha a inoltre fatto piacere vedere il titolo in italiano, perchè a lui piace lla nostra lingua per questa sua cadenza melodica. Per Wulf l’italiano è un misto di melodia e di erotismo e presenza oscura era un titolo fantastico.

Parliamo un po’ della protagonista del romanzo: Nikka
I suoi protagonisti sono un po’ come figli e quando trovano così tanti amici, lui come padre non può che esserne felice. Nikka nasce in questo modo. Wulf voleva scrivere una storia sulla morte e sul morire, e come in tutti i suoi romanzi cercava un protagonista che fosse qualcuno che a priori c’entrava il meno possibile con questa storia, questa contrapposizione crea dei conflitti e i conflitti portano avanti la storia. Ed è per questa ragione che ha scelto una persona molto giovane, che ovviamente a quell’età non pensa di certo alla morte.
Una persona giovane pensa infatti al futuro, a ciò che vuol diventare, e l’incidente che le capita crea un conflitto da cui ha inizio tutta la storia.
Ecco perchè era importante che scegliesse una persona così giovane, perchè una persona giovane sperimenta una serie di cose per la prima volta, a differenza di noi da adulti abbiamo un certo bagaglio e sappiamo già cosa può essere pericoloso proprio grazie all’esperienza acquisita, sappiamo come comportarci mentre invece Nikka no. Ha crearo in questo modo un romanzo con un punto di vista diverso, poichè Nikka ha queste prime esperienze di vita e può crearsi delle opinioni partendo da zero.

Wulf e Chicca

Sascha dj-infermiere, co-protagonista del romanzo.
Anche Sascha ha un concepimento piuttosto lungo, intanto doveva essere un personaggio che poteva combinarsi bene con Nikka e che avesse una personalità molto forte. Sascha è un giovanotto molto sensibile, ma non è un fifone, la sua forza è nascosta sotto molti strati di timidezza. Anche dal punto di vista fisico è magrolino, ti da l’impressione di essere fragile e malgrado tutto ciò è colui che riesce a rianimare Nikka tenendola in vita per 21 minuti. E quindi abbiamo a che fare anche in questo caso con una persona forte che però si abbina perfettamente alla personalità di Nikka. Quando Wulf ha pensato a come mettere insieme questi due personaggi, si è chiesto come fa uno come Sascha a trovarsi lì ad una festa in questo club quando accade ciò che accade a Nikka, e siccome nei suoi libri la musica ha sempre un ruolo importante, gli è venuto in mente che potesse essere un dj-infermiere.

Ella, nonna di Nikka.
Ella è nata attraverso Nikka, alla quale serviva una storia pregressa, qualcosa di cui lui potrà usufruire nel prossimo libro, quindi era necessario che la ragazza non vivesse con i genitori, quindi si è posto la domanda: chi è questa persona che potrebbe essere accanto a Nikka? La nonna era la figura ideale.
Per crearla ha rubacchiato qualocosa da sua nonna, da bambino lui è cresciuto con i nonni e sua nonna somiglia parecchio a Ella.

Wulf e le Blogger

Tra le molte cose Wulf ci ha anche parlato di amicizia, come quella tra Nikka e Zoe, del tempo e di come la concezione cambi a seconda delle situazioni, come scorra veloce oppure lento, e poi ci ha parlato della Psichiatra, forse il suo romanzo più famoso che compie 10 anni. Molti lettori gli chiedono se ci sarà un seguito, e finalmente può dire di aver iniziato a scriverlo. Sarà proprbabilmente pronto entro un paio d’anni ed è sicuramente un po’ timoroso nei suoi confronti perchè continuare una storia di questo genere che ha ricevuto così tanti consensi potrebbe rischiare di non ricevere il consenso del pubblico, anche se Wulf ha un’idea che secondo lui potrebbe funzionare, soprattutto perchè ci sono alcuni punti che non sono stati chiariti e il prossimo libro potrebbe essere l’ideale per colmare queste lacune.

Ci sono state tante risate in questo pomeriggio e mi piacerebbe moltissimo farvi ascoltare l’audio della nostra chiacchierata in modo che possiate capire quanto Wulf sia una persona adorabile. So che sarebbe complicato, però se siete curiosi il mio consiglio è di iniziare a leggere i suoi romanzi, vi renderete conto di quanto lui sia un ottimo autore!

Autografo

Spero che il mio resoconto vi sia piaciuto e vi invito a rimanere nei paraggi perchè nei prossimi giorni vi racconterò di un altro incontro molto interessante!

Prima di concludere però vi informo che Wulf Dorn sarà a Pordenone il prossimo 22 Settembre per il festival letterario Pordenone Legge e davvero lettori non potete lasciarvi scappare questo incontro se siete nei paraggi!

Buona Lettura a tutti
Chicca

6 Risposte a “Pomeriggio con Wulf Dorn”

    1. ciao Monica si la farà a Gorgonzola (MI) il mese prossimo ti darò info più precise verso fine mese, tieni d’occhio la pagina facebook e instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.