Purché sia di Serie #4 – Flawed 2

Purché sia di Serie #4

Cari Lettori,
anche con il nuovo anno torna Rubrica dedicata alle serie. Come ormai ho più volte detto e ripetuto (ma non mi stanco mai di farlo) l’ideatrice e creatrice è sempre la comandate Chiara – La Lettrice sulle Nuvole che ha delle idee pazzesche che tutti ci invidiano!
Vi ricordo, per chi si fosse messo all’ascolto solo ora, che grazie a questa rubrica cerchiamo di leggere romanzi di serie iniziate e non ancora finite, con la speranza, vana, di smaltire i mille mila arretrati che abbiamo nelle librerie.
Questa è una rubrica aperta, nel senso che i Blog che decidono di partecipare lo fanno senza vincoli, l’unico obbligo è postare la recensione il giorno 11 del mese e a tal proposito, prima di parlarvi del libro che ho scelto, vi lascio i link delle mie colleghe:

Irene – Progetto scrittrice
Chiara e Ludovica – La scrittrice sulle nuvole
Mariella – Le trame del destino
Erica – Libri al caffè
Saji – Daily Connor
Diana – Mad 4 books

Altra nota. La rubrica è a rischio SPOILER soprattutto per i volumi precedenti della serie, quindi se non volete anticipazioni siete avvertiti!

Il momento della scelta
Flawed #2
Di Cecelia Ahern
Descrizione
Celestine è in fuga. Fino a poche settimane fa era una delle ragazze più in vista della città: aveva una famiglia che la amava, un fidanzato meraviglioso e un destino invidiabile. Ora la sua esistenza si è trasformata in un interminabile incubo. La sua vita dorata non esiste più. Celestine è finita in cima alla lista dei ricercati della Gilda. È il nemico Numero Uno. Lei infatti è l’unica a possedere le prove che potrebbero distruggere per sempre il sistema che stabilisce chi è perfetto e chi Fallato. Chi merita un futuro e chi no. Perfino il giudice Crevan, capo del tribunale che l’ha condannata, è al suo inseguimento. L’uomo crede di poter facilmente mettere alle strette una come Celestine, una ragazza che ha perso tutto: famiglia, fidanzato, amici. Ma si sbaglia. Il tenebroso Carrick non l’ha abbandonata e anzi è più determinato che mai a sostenerla, qualunque sia la scelta di Celestine. Perché adesso a decidere sarà lei. Scappare e mettersi in salvo, o rischiare tutto, tornare nella tana del leone e demolire il sistema dall’interno?

Recensione
Quanto è difficile trovare le parole per descrivere un libro che ci ha colpiti profondamente? Molto molto difficile, temo. Non si sa in che modo cominciare, non si sa come raggruppare le idee, le emozioni e tutta quella vasta gamma di sentimenti provati.
Aspettavo questo secondo ed ultimo volume della duologia dedicata alla coraggiosa Celestine North con trepidazione, poi invece una volta al sicuro tra i miei libri l’ho lasciato lì ad aspettare, forse per paura che potessi restare delusa dopo aver amato incredibilmente il suo predecessore.
Quante stupide tare mentali mi sono fatta inutilmente! Quanto tempo ho perso a rimuginarci su.
Celestine è tornata, più forte, più coraggiosa e intraprendente che mai, ma non è sola, avrà accanto un sostegno enorme da chi come lei vive ai margini di una società Fallata.

Se nel primo volume, Celestine è stata marchiata per dei “crimini” contro la società, in Perfect (titolo originale dell’opera) inizia il suo riscatto in un crescendo di azione, fughe, strategie e rapporti di fiducia.
La Ahern ha creato un mondo che mi tocca ammettere non è originalissimo, in alcuni punti mi sembrava di rivedere la Katniss di Hunger Game se non addirittura uno schema simile a quello della trilogia Matched, ma questa autrice sa scrivere, sa coinvolgere ed io amo leggere i suoi lavori.
La protagonista è una ragazza che affronta il suo destino con coraggio, ma che ha anche momenti di debolezza, in cui crede di non riuscire a farcela. Ed è proprio questa caratteristica uno dei punti che mi hanno fatto amare Celestine. Lei non è un’eroina bensì una ragazza normale, che vuole una vita normale.
Nel panorama distopico immaginato dalla Ahern le similitudini con la vita reale sono enormi, alcuni punti mi hanno messi i brividi, così come mi hanno entusiasmata i colpi di scena che non mi aspettavo.
Il libro vola, non dà un attimo di respiro, non ci sono pause, momenti bui o di noia, tutto è studiato alla perfezione per ammaliare il lettore ed io ne sono rimasta affascinata e tramortita.
Ho adorato il personaggio della madre di Celestine, che sebbene appaia poco, ha tutta la mia ammirazione, credo proprio che sua figlia abbia preso da lei.

Sicuramente il ruolo femminile in questa serie è predominante, ma non in maniera invasiva, è un dato di fatto, l’autrice ha reso indimenticabili, nel bene e nel male le sue donne che surclassano e mettono in ombra anche l’uomo più brillante e lasciatemelo dire MI PIACE!

Voglio concludere la mia recensione con una delle citazioni più belle del libro, che spero possa valere per ognuno di noi.

E poi ci sono persone speciali nelle nostre vite, persone che hanno un cuore così grande e spazioso da saperci amare anche con tutti i nostri difetti.

Chicca

Precedente BT - Siamo solamente noi Successivo La mossa del principe

16 commenti su “Purché sia di Serie #4 – Flawed 2

  1. Non conoscevo la serie, ma in fondo partecipo alla rubrica soprattutto per questo… Bella recensione! Mi ha incuriosita. Mi è piaciuta molto Hunger Games, anche se sarebbe una serie per ragazzi l’ho trovata molto intensa. Magari, nella lista dei libri, salterà fuori spazio anche per questa!

  2. Entrambi i libri li voglio leggere e ancora non sono riuscita ad aprirne neanche uno. Mi piacciono le duologie, ma mi spaventano anche un po’, per una che come me si affeziona tanto ai personaggi, doverli salutare dopo solamente due libri, alle volte è un psico-dramma 😉

    • librintavola il said:

      Eh lo so, però i libri sono molto intensi e decisamente veloci. Per me ne è valsa la pena, nonostante, come scrivevo, alcune cose non proprio originali.

    • librintavola il said:

      Io di suo credo di aver letto quasi tutto.
      Mi piace questa autrice sia quando scrive narrativa che quando scrive un genere diverso.

  3. Sorairo il said:

    Dopo la batosta con Scrivimi ancora, non ho più provato la Ahern, ma Flawed è in programma perché adoro il genere e mi pare di avere comprato il primo in ebook per qualche promozione. Non ho letto bene la recensione per evitare spoiler. Non mi sconvolgono, ma se posso evito (e dire che un tempo li cercavo).

    • librintavola il said:

      fai benissimo a saltare perchè ci sono alcuni riferimenti al primo libro che secondo me va gustato appieno, poi possiamo sempre riparlarne in futuro.

Lascia un commento