Crea sito

Questa volta leggo #26

Questa volta leggo #26

Buongiorno Lettori,
si sa febbraio è il mese dell’amore quindi la rubrica Questa volta leggo è ovviamente a tema. Cosa abbiamo scelto?

  • LIBRO CON UNA COPPIA IN COPERTINA

E vi assicuro che mai scelta è stata più facile perchè avevo pronto il secondo romanzo di una serei che conto di finire entro marzo.
Vi ricordo, per chi si fosse messo solo oggi all’ascolto che la rubrica a cadenza mensile nasce da un’idea di Chiara La Lettrice sulle nuvole e Dolci Le mie ossessioni librose ed ogni mese prevede un argomento comune scelto tramite sondaggio.
Di seguito trovate il calendario delle partecipanti di febbraio:

E adesso veniamo al libro protagonista di oggi

Save you
di Mona Kasten
Descrizione
Ruby è distrutta. Dopo tutto ciò che hanno condiviso, James ha osato tradirla e l’ha delusa, tanto che lei non vorrebbe rivederlo mai più. Tuttavia, nonostante il dolore che lui le ha procurato, Ruby conforta James per la perdita della madre. Su un punto, però, è irremovibile: non è disposta a perdonarlo e a concedergli una seconda occasione. James si ritrova così in balia del padre, il quale pretende che lui si prepari a prendere le redini della Beaufort, l’azienda di famiglia, prima del tempo. Il futuro buio tanto temuto da James arriva dunque in anticipo, e la sua condanna è resa definitiva dalla lettera di accettazione a Oxford. Per Ruby, invece, la stessa lettera rappresenta il coronamento degli sforzi di una vita. Nondimeno, la gioia del momento è guastata dalla mancanza di James. Se da un lato, infatti, vorrebbe non averlo mai conosciuto e tornare a essere invisibile ai compagni di Maxton Hall, dall’altro non riesce a dimenticarlo. Soprattutto perché lui sta facendo l’impossibile per riconquistarla. Mentre odio e amore si contendono il cuore di Ruby, James sfodera tutto il suo fascino nel disperato tentativo di riottenere la fiducia della ragazza. Ma se anche ci riuscisse, Ruby verrebbe accettata dal terribile Mr Beaufort?

Recensione
Ho scoperto che Mona Kasten mi piace. Non scrive nulla di originale, niente di nuovo sulla scena romance ma il suo stile mi intriga così come i suoi personaggi.
Save you è il secondo volume della trilogia che vede protagonisti Ruby e James, due ragazzi di diversa estrazione sociale che si innamorano tra molteplici difficoltà. Nel primo volume li avevo salutati con dispiacere per l’epilogo della loro storia, in questo seguito invece ho scoperto cosa succede loro dopo un tiepido riavvicinamento.
Non sto li a raccontarvi della trama, ma preferisco soffermarmi su ciò che ho trovato intrigante nel romanzo.
A differenza del primo volume, dove i pov erano alternati da Ruby a James, stavolta ci si trova davanti ad altri due punti di vista estreni alla coppia, prendono infatti parola rispettivamente le sorelle di James e di Ruby per raccontarci con occhi diversi ciò che accade loro dando un tocco di cambiamento rispetto al volume precedente.

La storia si legge estremamente bene, come vi dicevo la Kasten ha uno stile coinvolgente che permette di divorare le pagine con facilità grazie ad una storia scorrevole e personaggi davvero ben fatti che credo siano il punto forte della storia stessa.
Ruby è una ragazza sveglia e intelligente, si nota nel suo atteggiamento, in ciò che fa ma soprattutto nelle decisioni che prende. Per contro James a dispetto che faccia di bronzo che non lascia trapelare nulla, è un’anima fragile che ha bisogno di qualcuno che lo sostenga. Come coppia funzionano bene perchè hanno caratteristiche così differenti che insieme rendono perfetto il quadro d’insieme.

Il finale lascia nuovamente tutto in sospeso, ma come dicevo all’inizio del mio articolo conto di leggere il terzo e ultimo volume entro il prossimo mese, per scoprire finalmente cosa succederà a tutti loro.

Chicca

16 Risposte a “Questa volta leggo #26”

    1. Sonia, io voglio recuperare anche la serie again di cui ho letto il primo libro. non lo avrei mai detto ma anche a me è un’autrice che piace. concordo scon il tuo parere soprattutto dopo aver letto il terzo della serie

  1. Questa autrice non l’ho ancora mai letta, sebbene me l’abbiano consigliata. È che purtroppo le trame dei suoi libri non mi ispirano molto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.