Rebel # 2 – Tappa 3

Gruppo di Lettura Rebel #2
Capitoli 18 – 25

Cari Lettori,
eccoci giunti alla tappa numero 3 del GdL dedicato alla ragazza dagli occhi blu: Amani.
La nostra giovane eroina è protagonista indiscussa del romanzo della Hamilton ed io la adoro! Condivide con me la tappa di oggi Ludovica sul blog La Lettrice sulle Nuvole ma se siete curiosi di scoprire anche i precedenti appuntamenti ecco il calendario:

Descrizione
Sono passati pochi mesi da quando Amani, dall’infallibile mira, ha incontrato il misterioso Jin ed è fuggita dal suo paesino nel deserto terribile e meraviglioso del Miraji sul dorso di un buraqi, mitico destriero fatto di sabbia e vento, in cerca della propria libertà. Ora sta invece combattendo per liberare una nazione intera da un tiranno sanguinario che non ha esitato a trucidare il padre pur di salire al trono. Amani si trova prigioniera nell’epicentro stesso del potere, il palazzo del Sultano, ed è determinata a rovesciarne il regime. Disperatamente concentrata nello sforzo di scoprire i segreti di corte, cerca di dimenticare che Jin è scomparso proprio quando le sembrava più vicino e di essere lei stessa pericolosamente in balia del nemico. Ma con il passare del tempo Amani arriverà a chiedersi se davvero il Sultano sia il tiranno che le è stato descritto e chi sia il vero traditore nei confronti della sua terra così bruciata dal sole e piena di magia.

Piccola premessa, ho deciso di parlarvi dei capitoli che mi sono stati assegnati molto in generale, non soffermandomi su ognuno di loro per uno specifico motivo, ciò che accade è si importante ma molto di più lo è il percorso emotivo della protagonistra.

E ADESSO SI PARTE – OCCHIO AGLI SPOILER

Capitoli dal 18 al 25
I capitoli precedenti hanno visto il ritorno di un personaggio da me molto odiato: Shira. La cugina di Amani è incredibilmente diventata moglie del Sultim del Miraji e aspetta un bambino.
L’incontro con Amani al muro del pianto serve a capire come consegnare ai ribelli le informazioni che la nostra eroina riesce a scoprire a palazzo. Shira da parte sua ha tanti appigli esterni grazie ad un ragazzo di nome Sam che si spaccia per il bandito dagli occhi blu. Sam è chiaramente un Demji e nel capitolo 19 scopriamo la sua storia che viene narrata dall’autrice come fosse una delle leggende del deserto.

La settimana dopo l’incontro con Sam, Amani viene portata fuori dalla sua prigione dorata e capisce che Kadir il Sultim nonchè marito di Shira la vuole in sostituzione di una delle sue donne. Ma il sultano per lei ha altre mire e lo vediamo fin dal momento in cui l’uomo inizia a ricevere dei postulanti alla sua corte. Tra di loro c’è Shazad dalla quale Amani scopre che Ahmed e Jin hanno litigato.

Amani è fermamente decisa ad uscire dall’harem e per farlo inizierà una sorta di intesa proprio con il sultano ed è qui che a mio avviso si denota la bravura dell’autrice, il sultano ci appare come una persona carismatica che in un certo qual modo affascina Amani con le sue parole, le sue decisioni così diverse da quelle del principe ribelle, la storia della sua ascesa, il suo polso duro sono ammalianti tanto da far vacillare la fede della ragazza. La cena che Amani divide con lui è davvero incredibile pare che all’uomo la ragazza piaccia, tiene in considerazione ciò che dice e il suo personaggio si rivela in questi capitoli complesso in maniera perfetta.

Per fortuna la nostra protagonista è una tosta, si ingegna in mille stratagemmi, permette a Sam di portare fuori dalle mura le carte che ha sottratto al sultano e con l’aiuto di Shira riesce a vedere suo padre e a parlargli. Vuole sapere perchè ha abbandonato sua madre, perchè non l’ha salvata. In quel mentre il sultano arriva a prenderla e ciò che dice è davvero una delle cose più palesi dell’intero romanzo:

“I padri ci deludono sempre, Amani”

Come avrete capito ho davvero apprezzato questo personaggio, lo so bene che è meschino e senza cuore, ma ha davvero un carisma spaventoso e brilla di una luce accecante.
Sono felice di aver ricevuto questa tappa perchè tante cose si iniziano a capire, scoprire e formare, la Hamilton sta portando avanti un romanzo ricco di avvenimenti, che coinvolgono e fanno trattenere il fiato.

Voi cosa ne pensate?

Chicca

Precedente Male naturale Successivo Cover Reveal - La principessa di mondi

18 commenti su “Rebel # 2 – Tappa 3

  1. Dolci Carloni il said:

    Manca Jin però la storia è sempre molto bella. Sto apprezzando di più il sultano rispetto ad Ahmed. Il principe ribelle è troppo cauto e indeciso. Non lo vedo adatto a comandare una ribellione.

  2. Sabrina T. il said:

    Oh questa per me è una delle tappe migliori finora, il sultano poi è una figura molto controversa non è il cattivo per eccellenza, è un personaggio pieno di contraddizioni..sono curiosissima di vedere come prosegue..

  3. Alessia il said:

    Tappa molto interessante, nuovi personaggi che promettono grandi cose e nuove scoperte, il Sultano non è per niente il mostro che credevano… vedremo dove andremo a finire!
    Una piccola precisazione: Sam non è un Demdji, è un Albi, un popolo in cui la magia è molto presente, nel loro sangue scorre quello Demdji ma non come in quelli veri!

  4. Ludovica il said:

    Ho paura ad affezionarmi al Sultano solo perché temo possa riservarci qualche brutta sorpresa! Nel frattempo però mi godo tutto❤️❤️

  5. Sorairo il said:

    Questa tappa è stata sorprendente perché ha cambiato le carte in tavola. Il Sultano è un uomo pessimo, ma anche un regnante coi fiocchi che deve prendere scelte impopolari. Che poi potrebbe condurre diversamente i giochi e le vicende , essere migliore,sì, ma non avremmo il nostro “cattivo” altrimenti.
    Ho il timore che molte scelte che farà Amani saranno difficili e controverse benché la sua lealtà continui ad essere dalla parte dei ribelli.

  6. Mariella B il said:

    La storia viaggia alla grande: mi sta prendendo più del primo libro anche se i primi capitoli non li ho apprezzati moltissimo.

Lascia un commento