Il richiamo del cuculo

Il richiamo del cuculo

il richiamo del cuculo
il richiamo del cuculo

di Robert Galbraith

Descrizione
Il primo caso per Cormoran Strike in questo romanzo di esordio di Robert Galbraith, pseudonimo di J.K. Rowling, autrice della serie di Harry Potter e de “Il seggio vacante”. Londra. È notte fonda quando Lula Landry, leggendaria e capricciosa top model, precipita dal balcone del suo lussuoso attico a Mayfair sul marciapiede innevato. La polizia archivia il caso come suicidio, ma il fratello della modella non può crederci. Decide di affidarsi a un investigatore privato e un caso del destino lo conduce all’ufficio di Cormoran Strike. Veterano della guerra in Afghanistan, dove ha perso una gamba, Strike riesce a malapena a guadagnarsi da vivere come detective. Per lui, scaricato dalla fidanzata e senza più un tetto, questo nuovo caso significa sopravvivenza, qualche debito in meno, la mente occupata. Ci si butta a capofitto, ma indizio dopo indizio, la verità si svela a caro prezzo in tutta la sua terribile portata e lo trascina sempre più a fondo nel mondo scintillante e spietato della vittima, sempre più vicino al pericolo che l’ha schiacciata. Un page turner tra le cui pagine è facile perdersi, tenuti per mano da personaggi che si stagliano con nettezza. Ed è ancora più facile abbandonarsi al fascino ammaliante di Londra, che dal chiasso di Soho, al lusso di Mayfair, ai gremiti pub dell’East End, si rivela protagonista assoluta, ipnotica e ricca di seduzioni.

Recensione
Lo ammetto senza vergogna ho deciso di leggere questo libro perchè ho scoperto che lo aveva scritto JKR ed ero curiosa di sapere come si sarebbe comportata lontano dalla sua creazione più famosa. Saltato piè pari il Seggio Vacante poichè non mi ispirava come trama, Il richiamo del Cuculo era invece più nelle mie corde visto che si tratta di un giallo, una tipologia di narrazione che io amo particolarmente.
La storia racconta di Cormoran Strike – che nome insolito – un ex veterano di guerra che per vivere apre un piccolo studio di investigazione.
Il suo primo caso importante che potrebbe fruttargli qualche soldo e risollevarsi dala povertà in cui è caduto è quello di far luce sulla morte di una famosa modella caduta dal balcone del suo lussuoso appartamento.
Lo scialbo fratello di Lula, la vittima, non crede che si sia trattato di un suicidio come invece constatato dalla polizia locale e chiede a Cormoran di andare a fondo nella faccenda e scoprire i punti deboli delle indagini condotte dalle forze dell’ordine.
Strike comincia ad indagare con l’aiuto della sua neo assistente, donna curiosa e in gamba, e scavando a fondo scoprirà che i punti oscuri della storia sono tanti.

Il libro nel complesso è gradevole, nulla di eccezionale ma si lascia leggere. Un giallo dai toni soft senza gli eccessi di cui si legge ultimamente nei romanzi di questo tipo, personaggi ben delineati, forse un po’ noioso in alcuni punti, ma tutto sommato non spiacevole.
Personalmente non mi aspettavo un capolavoro pertanto non sono rimasta delusa alla fine del libro, anzi, le ore trascorse sono state ben spese perchè fintanto che un libro sa darmi delle buone sensazioni è solo tempo guadagnato.
Per chi si aspettava un libro col botto che potesse surclassare Harry Potter, bhe devo dire che è un illuso, perchè a mio modesto parere HP resterà per sempre il capolavoro indiscusso di JK.
Spero che Robert Galbraith scriva ancora di Cormoran, perchè ritengo che migliorerà con il tempo.

Galbraith aka Rowling
Galbraith aka Rowling
Precedente 12 Anni Schiavo Successivo Heat wave

Lascia un commento

*