Quando sarai più grande capirai

Quando sarai più grande capirai
di Virginie Grimaldi

Bentrovati Lettori,
questa mattina verrete con me a fare la conoscenza de Le Tamerici una casa di riposo in Francia piena di personaggi davvero singolari, ma tutti con le loro precise e incredibili peculiarità.
Pronti?

Descrizione
È un sabato come tanti per Julia: sushi a domicilio, una puntata del Trono di spade con la testa appoggiata sulla pancia di Marc – se fosse stata un gatto avrebbe pure fatto le fusa… Ma quel giorno riceve la telefonata che la informa della morte del padre, e Julia si trova ad affrontare la caducità della vita. La paura e lo sconforto la assalgono, e quando poco dopo scompare anche la sua amatissima nonna, Julia si sente completamente paralizzata. Purtroppo persino Marc si rivela un punto di riferimento non affidabile…

Julia decide così di dare un taglio netto a tutto: lascia Parigi e si prende una sorta di anno sabbatico trasferendosi nel residence per anziani di Biarritz, la sua città di origine, per lavorare come psicologa.

Nonostante grandi incertezze circondino la sua scelta piuttosto singolare e benché si renda conto che “è più facile fare amicizia con un unicorno che farsi piacere un ospizio”, Julia non perde l’ironia che l’ha sempre caratterizzata. Dopo poco tempo, infatti, si ritrova perfettamente integrata in quella che si rivela essere una bizzarra comunità, un’oasi felice, un istituto “illuminato” che organizza per i suoi ospiti moltissime attività ricreative (tra cui un’ora quotidiana di telenovela, gite al mare, scambi generazionali attraverso l’incontro con bambini e adolescenti).

Julia si accorge che i residenti hanno tante cose da insegnarle, forse molte di più di quelle che lei può dare a loro. È difficile immaginare che si possa superare la paura della morte in una clinica per anziani, eppure, dalle persone che la circondano, Julia sta imparando la resilienza: tutte hanno sofferto, tutte si sono rialzate senza perdere il sorriso. Nonni burloni ed energici e colleghe fantasiose dal cuore spezzato le insegnano che la felicità è nel presente, nelle piccole cose che si raccolgono lungo il percorso accidentato dell’esistenza, dove anche l’amore può inaspettatamente fare capolino da dietro l’angolo…

Recensione
Dopo aver perso due persone a lei estremamente care, Julia la protagonista del romanzo della Grimaldi decide di dare un taglio netto a quella che fino ad ora era stata la sua vita.
Lascia fidanzato e lavoro e si trasferisce in qualità di psicologa in una casa di riposo per persone anziane.
I dubbi le vengono fin da subito, non crede di aver fatto la scelta giusta a cambiare così radicalmente tutto ma poi complice il fatto che il suo è un impiego a tempo si butta nella mischia restandone completamente conquistata.
I vecchietti con cui dovrà interagire nel corso dei mesi hanno tanto da raccontarle e da insegnarle. C’è il club della Abelarde e il vecchio scontroso, ci sono quelli innamorati e c’è una miss nonna, ognuno di loro con una vita intera da condividere con la nostra Julia.
E poi i suoi colleghi Marine e Greg con cui scopre di essere molto in sintonia tanto da tracorrere delle serate ricche di risate e confidenze.
In tutto questo ci sarà anche tempo per innamorarsi nuovamente e combattere le sue paure.

Quanto ho riso? Tantissimissimo e spesso fino alle lacrime e quanto mi sono commossa? Eh anche qui tantissimo fino alle lacrime, perchè questo romanzo è davvero un gioiello di emozioni, scritto e narrato in modo incantevole mi ha accompagnata con piacere nei miei spostamenti in giro per la città.
La storia nasce tutta lì dalle paure di una trentenne che non riesce ad affrontarle ma che grazie alle parole ed all’esperienza di persone che hanno vissuto molto più di lei le fanno capire molto.

I personaggi sono tantissimi e mi sono affezionata ad ognuno di loro perchè con poche e semplici descrizioni Virginie ha colto la loro essenza e ce l’ha mostrata senza fronzoli ne abbellimenti. Quei vecchi spaccano! E lo fanno facendoci ridere e ricordandoci che non sono solamente persone che hanno quasi concluso il loro cammino sulla terra bensì persone che hanno seminato e continuano a farlo per lascirci poi un orticello pieno di fiori e perchè no anche qualcos’altro!

Non vi dirò di più ma vi consiglio semplicemente di buttarvi nella lettura. Vi piacerà ne sono certa

Alla prossima
Chicca

2 thoughts on “Quando sarai più grande capirai