Se tu fossi neve

Buongiorno miei cari Lettori,
ecco a voi la prima vera recensione del nuovo anno perchè nonostante io abbia pubblicato altri post prima, il libro di cui sto per parlarvi è il primo letto in questo 2016.
L’autrice è italiana, giusto per continuare la scia del 2015 che ha visto un’impennata pazzesca di autori nostrani nella mia personale carrellata di romanzi letti. Purtroppo però nonostante la trama interessante ed una bella location quale New York il romanzo non è riuscito a prendermi, sarò io o sarà lui?
Per ora vi lascio la mia recensione poi se avete letto il libro e siete di parere differente aspetto i vostri commenti!

Se tu fossi neve
di Eleonora Sottili

se tu fossi neveDescrizione
Jason è innamorato da due anni di una ragazza. L’ha vista solo una volta durante il flash mob di Charlie Todd in Grand Central, ma poi l’ha persa tra la folla. Per ritrovarla è disposto a tutto, anche a inventarsi un nuovo metodo di ricerca: disegnare tutte le persone di New York.
Zadie ha dodici anni, un manuale di sopravvivenze e il desiderio di raggiungere il Polo Sud come Amundsen e Scott; per riuscirci mangia solo gallette e si allena immergendosi nella vasca da bagno piena di acqua ghiacciata.
Alice è appena arrivata a Manhattan dall’Italia. Vuole prendere le distanze da due ex fidanzati (gemelli omozigoti) e dal capo che la vuole licenziare.
Spera che a New York possa essere felice come Armstrong quando ha messo il primo piede sulla Luna, ma per il momento si sente sola come un astronauta alla deriva nello Spazio.
Nel frattempo sulla città, rimasta al buio per un blackout, si scatena la Tempesta Perfetta e i destini dei tre personaggi si intrecciano in modi imprevisti.

Recensione
Tre personaggi molto diversi tra loro incrociano le loro vite a New York. Jason è un disegnatore che ha trascorso gli ultimi 2 anni alla ricerca di una ragazza vista per caso durante un flash mob e della quale si è innamorato. Zadie, sua vicina di casa sogna di fare l’esploratrice e cerca in ogni modo di aiutare Jason nella sua ricerca della ragazza misteriosa, ed infine c’è Alice, che scappa a New York per riuscire a riprendersi dalla rottura con i suoi ex fidanzati, due gemelli identici con cui ha avuto una relazione in contemporanea.
Tre vite che si intrecciano tra loro durante una fortissima tempesta di neve e che segnerà l’evolversi dei destini di Jason, Zadie e Alice .

Come dicevo all’inizio del post il romanzo ha una trama affascinante che a prima vista mi ha intrigata, purtroppo fin dalle prime pagine mi sono resa conto che le mie aspettative erano ben diverse da quello che l’autrice ha voluto rappresentare.Robert_F._Scott_at_Polheim
Ho trovato che la prima parte del racconto sia più incentrata sulla conoscenza geografica di New York piuttosto che sulla storia in se, che infatti comincia ad evolversi solo da metà libro.
I personaggi risultano privi di spessore, ho trovato assurdo che un uomo che vede per meno di 2 minuti una donna voltata di spalle possa innamorarsi perdutamente tanto da cercarla per due anni ininterrottamente.
Alice invece mi è stata antipatica dal primo istante, portare avanti due relazioni sperando di compensare con queste la sua voglia di essere amata è da ricovero.
L’unica che si salva in questo quadro di disperazione è Zadie che risulta per contro la più forte e determinata dei tre.

Sono molto dispiaciuta di dover stroncare questo libro, ma non è proprio riuscito ad appassionarmi.
Pollice verso.
Chicca

Precedente W…w…w Wednesday #1 Successivo Struffoli

6 commenti su “Se tu fossi neve

  1. Eccomi qui, Chicca! Dopo averne discusso in pagina non potevo non passare di qui per leggere la tua recensione. Che dire? In realtà la storia degli omozigoti mi ha fatto ridere sin da quando ho letto la trama, suscitando in me una considerazione non proprio positiva di Alice, confermata ora dal fatto che l’hai definita antipatica. Non ho letto il romanzo ma devo dire che questa recensione è stata chiarificatrice nel senso che, nella mia wishlist, sarà accompagnato da un bel punto interrogativo. Chissà, forse un giorno, potrei concedergli una possibilità! Alla prossima, Anna.

    • librintavola il said:

      ciao Anna,
      devo ammettere che anche a me la storia dei gemelli mi ha dato da pensare soprattutto poi dopo aver scoperto una cosa nella trama del libro che non racconto per non spoilerare. il punto interrogativo direi che ci sta tutto. Resto collegata nel caso tu lo legga 😉
      a presto
      Chicca

  2. Mi spiace che questa lettura non ti sia piaciuta, è sempre brutto quando succede! 🙁
    Ammetto che non lo conoscevo e leggendo la trama non mi sentivo molto incuriosita, quindi dopo aver letto la tua recensione penso proprio che l’accantonerò 🙂

Lascia un commento

*