Storm Front

Storm Front

Storm Front
Storm Front

di Richard Castle

Descrizione
Tokyo, Londra, Johannesburg: uno dopo l’altro alcuni banchieri dell’alta finanza sono stati brutalmente torturati e uccisi. L’assassino, colto in un istante fugace da una telecamera di sorveglianza, è stato descritto come uno psicopatico con una benda sull’occhio. E questo significa che Gregor Volkov, la vecchia nemesi di Derrick Storm, è tornato. Incapace di capire per chi lavora e con quale scopo, la CIA chiama l’unico uomo che può contrastare la forza e l’astuzia di Volkov, Derrick Storm. Con l’aiuto di una bella e misteriosa agente straniera, alla quale Storm si sta legando sentimentalmente e professionalmente, il detective scopre che il tradimento di Volkov coinvolge un facoltoso manager della finanza e un senatore del governo americano. In una corsa contro il tempo, Storm insegue l’ombra di Volkov da Parigi fino al nascondiglio di un genio informatico nell’Iowa, passando dalle strade di Manhattan a un inseguimento sotto i colpi di una sparatoria nel New Jersey. Con il procedere della trama Storm svela un intrigo che potrebbe distruggere l’economia e provocare un caos indicibile, un disastro di fronte al quale lui è l’unico che può davvero agire per salvare il mondo. Dalla penna di Richard Castle prosegue la serie dedicata a Derrick Storm, un James Bond dell’era globale, un eroe in grado di penetrare le più intangibili strategie di potere del XXI secolo.

Recensione
Ritorna in grande stile con un nuovo romanzo il nostro Detective tra le righe Richard Castle, assieme al suo primo personaggio di successo Derrik Storm, colui del quale tanto spesso abbiamo sentito parlare durante la visione dell’omonimo telefilm.
Il nostro atletico protagonista viene ingaggiato dalla CIA per un missione difficile e complicata, riuscire a catturare Gregor Volkov, un assassino patentato e vecchio nemico dello stesso Derrik, prima che nuocia ad altre persone, perchè fino a quel momento dietro di se, il mercenario, ha lasciato una scia di sangue uccidendo alcuni banchieri in diverse parti del mondo.
Il suo scopo è rubare le password per accedere ad un sistema operativo che permette la transazione di grossi capitali e che se lasciato in mani sbagliate comprometterebbe la forza della valuta americana.
Sarà compito di Storm, aiutato da una avvenente agente cinese sventare il grosso colpo.

Come ho gia precedentemente scritto, amo molto Richard Castle, Kate Beckett e i loro alias Nikki Heat e Jamie Rook, che in questo volume fanno una fugace apparizione, ma devo ammettere di non aver provato lo stesso divertimento nel leggere di Derrick Storm.
Lo stile di scrittura è decisamente Castleiano ma nonostante ciò ho trovato questo libro un’accozzaglia di situazioni inverosimili e per nulla accattivanti.
Inseguimenti rocamboleschi, scene romantiche, assassini e sparatorie, non manca nulla se non quella verve che ha caratterizzato gli altri libri dello stesso autore infatti a nulla serve tutto ciò e nemmeno la presenza di giocattolini stile Agente 007- o ispettore Gadget se preferite, questo libro proprio non decolla, forse sarà che i nomi dei personaggi fanno acqua da tutte le parti (Cracker, Click, Ling Xi Bang che si legge Sci-Beng, Operazione Wafer!!!) e che io sono ormai troppo abituata ed affezionata a Nikki e Jameson per poter apprezzare un altro eroe della scuderia Castle.

Mi spiace questa volta amico RC pollice verso per te!

Precedente Miss Charity Successivo Città del fuoco Celeste

Lascia un commento

*