TAG: Give me a biscuit! Book Tag

TAG: Give me a biscuit! Book Tag

pizap_com14420825580601Cari lettori e amanti della cucina bentrovati, Ilenia del blog Libri di Cristallo ha colpito ancora. Nuovo e golosissimo TAG a cui non potevo non partecipare.
Ho impiegato qualche giorno per riuscire a finirlo, ma nell’ultima settimana sono stata veramente impegnatissima. La vita da mamma mette in secondo piano ogni altra cosa:)

Ma bando alle ciance e cominciamo. Unica regola: Condividere il banner del tag nel proprio post.

Allegiant
Allegiant

Amaretti: un libro che ti ha lasciato l’amaro in bocca per via del finale, di una scena o di un particolare.
Temo di essere ripetitiva, ma un libro che mi ha lasciata basita, in negativo, non solo per il finale, che poteva anche starci, ma proprio per la trama che a mio parere ha rovinato il gusto stesso della Trilogia è stato Allegiant di Veronica Roth.

Macarons: un libro straniero che ti ha lasciato un buon sapore in bocca (un buon ricordo).KINSELLA
Uno dei più dolci – e recenti – è stato Dov’è finita Audrey di Sophie Kinsella, copertina rosa macarons, trama molto attuale e storia piacevole e divertente.

Krumiri: un libro italiano difficile da masticare per le sue dimensioni o per la trama.
Premettendo che gli ultimi libri letti di autori italiani mi sono piaciuti tantissimo per trama, idee e personaggi, direi che in tempi meno recenti uno dei Krumiri più duri da masticare è stato Il matto affogato di Elda Lanza, che ha ahimè una trama con risvolti politici troppo ingarbugliati, almeno per la sottoscritta.

Will Grayson, Will Grayson
Will Grayson, Will Grayson

Cookies: un libro con un personaggio che aggiunge più sapore alla storia.
Forse ne avevo parlato in un altro Tag per un motivo simile, ma credo che il cookies per eccellenza sia Tiny l’incredibile ed esplosivo amico di un Will nel romanzo Will ti presento Will di J. Green. Fantastico, simpatico, vero da quel gusto in più alla storia e senza non sarebbe lo stesso.

Biscotti ripieni: un libro che hai acquistato per il suo aspetto e il cui contenuto ti ha sorpreso (in bene o in male).
Amity e Sorrow. Le figlie del profeta di Peggy Riley ha una cover che colpisce, due mani intrecciate e legate da un nastro, un segno che trasmette amore e l’altro che invece genera paura. Purtroppo il libro mi ha molto delusa nonostante la storia mi sia apparsa interessante fin da subito.

Amorous couple with Bengal light kissing in winter parkBefanini: un libro che parla di una festività che hai particolarmente apprezzato.
Nel pieno della canicola di agosto mi è venuta la brillante idea di leggere Ti amo già da un po’ di Tania Paxia ambientato nel periodo natalizio – ed io a schiattare di caldo. Libro molto carino e romatico.

Lingue di gatto: un libro o una serie che hai letto e che fa molto parlare di sé.Limprevedibile-piano-della-scrittrice-senza-nome
Non so quanto abbia fatto parlare di se, ma ultimamente vedo questo libro dappertutto (per fortuna!!!) parlo de L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso con protagonista l’esplosiva, menefreghista, sfacciata Vani Sarca: impossibile non amarla!

Blue & Raven Boys
Blue & Raven Boys

Biscotti al vino: il seguito di una serie di cui sei assuefatta che stai aspettando da tempo.
Se mi venisse fatta questa domanda il prossimo anno risponderei Shadowhunters-The Dark Artifices, che avrà come protagonista Emma Carstairs, ma visto che devo rispondere adesso dico senza alcun dubbio Blue Lily, Lily Blue dei Raven boys. 🙂 due in un colpo solo ahahahah

Bucaneve: un libro o una serie che quando hai concluso ti ha lasciato un vuoto dentro.
Le amiche del venerdì sera della Jacobs è uno di queli lbri che quando hai finito di leggere ti senti vuota; per come va a finire, per la vita che racconta, per i personaggi a cui ci si affeziona. Consigliatissimo.

Biscotti di pan di zenzero: un libro per bambini/ragazzi che leggeresti a tuo figlio/nipote.
Negli ultimi anni ho letto un mucchio di libri per ragazzi, tutti incredibilmente belli, però questa volta voglio andare sul classico, avendo due figlie mi piacerebbe leggere e commentare insieme a loro Piccole donne.

Eccomi giunta alla fine, cavolo se è stato faticoso, però ne valeva la pena.
E come sempre: Consideratevi tutti taggati!

Chicca

Precedente W…w…w Wednesday #18 Successivo La vetrina degli scrittori #6

11 commenti su “TAG: Give me a biscuit! Book Tag

  1. Fare la mamma è un super lavoro anche perché non è per sei-otto ore al giorno ma ventiquattro!!!
    Questo tag l’ho adocchiato anche io e ne avevo già in mente uno simile, interessanti i tuoi abbinamenti. Mi piace la scelta di Tiny per i cookies, è un personaggio fortissimo!

    • librintavola il said:

      ciao Tessa, che piacere rileggerti! sentivo la tua mancanza.
      Si è un Tag carinissimo, e in giro ce ne sono tanti altri di belli, ma come te devo trovare il tempo. La mia unica fortuna è l’essermi rimessa in pari con le recensioni. Merito del terribile ti prego perdonami che mi ha tenuta impegnata per ben 7 giorni di lettura!
      come vedi non tutti i mali vengono per nuocere
      ahahah
      ciao Chicca

    • librintavola il said:

      siiiiiiiiiiiii è fantastico! io l’ho adorato. per certi versi ho ritrovato ne il colonnello di Cercando Alaska alcuni tratti di Tiny.

      mi è piaciuto un sacco questo tag!

  2. Beth Book il said:

    Eccomi! Interessanti risposte: la saga di Divergent ho deciso di non leggerla perché mi hanno fatto spoilers di praticamente tutti e tre i volumi, Will ti presento Will invece ce l’ho in ebook e spero di leggerlo presto. Piccole donne lo adoro, da bambina lo sapevo quasi a memoria!

    • librintavola il said:

      come dicevo pocanzi a Sophia con i Will Grayson di Green è stato subito amore, leggilo, vedrai ti piacerà
      Piccole donne in realtà mia figlia più grande lo ha gia letto, però mi resta la piccola con cui condividerlo 😀
      Chicca

  3. Trovo assolutamente carino questo tag, infatti, come ho già detto a Ilenia, lo vorrei replicare sul mio blog!
    Concordo con te su alcuni titoli, come ad esempio quello della Kinsella, mentre mi hai fatta incuriosire per quanto riguarda Will ti presento Will. Me lo sono segnata in WL! 😀

    • librintavola il said:

      Will ti presento will è stato il primo libro di Green che ho letto, perchè ero incuriosita dalla storia. ed è stato amore. anche la kinsella ha fatto un ottimo lavoro!
      ciao Sophia a presto, vengo a prendere il tuo banner per aggiungerti agli amici!

Lascia un commento

*