Teorema Catherine

Chi segue Librintavola sa che John Green è un autore che di tanto in tanto mi capita di leggere. In principio ci fu l’adorabile Will, ti presento Will seguito dal delizioso Cercando Alaska ed oggi ci ritroviamo con Catherine, la ragazza del teorema. 🙂
Fermo restando che ho preferito i due precedenti, questo “Teorema” non è affatto male contrariamente alle recensioni di cui mi sono imbattuta in rete che lo stroncavano senza pietà!

Teorema Catherine
di John Green

teorema catherineDescrizione
Da quando ha l’età per essere attratto da una ragazza, Colin, ex bambino prodigio, forse genio matematico forse no, fissato con gli anagrammi, è uscito con diciannove Catherine. E tutte l’hanno piantato. Così decide di inventare un teorema che preveda l’esito di qualunque relazione amorosa. E gli eviti, se possibile, di farsi spezzare il cuore un’altra volta. Tutto questo nel corso di un’estate gloriosa, passata con l’amico Hassan, a scoprire posti nuovi, persone bizzarre di tutte le età, ragazze speciali che hanno il gran pregio di non chiamarsi Catherine.

Recensione
Colin Singleton ha poche certezze nella vita, la più grossa e importante è l’essere stato mollato ben 19 volte da una Catherine. Eh si fin da bambino si è scoperto sempre innamorato di una C. diversa che purtroppo per lui ha troncato inevitabilmente la loro relazione.
Dopo l’ennesima rottura, la più triste a suo parere, avvenuta con tale Catherine-XIX decide di scrivere un Teorema che stabilisca la connessione tra un mollato (Lui) ed un mollatore (Catherine) per poter diventare in qualche modo famoso e non restare per sempre solo un ex bambino prodigio/genio degli anagrammi/esperto lettore.on the road

Nel mentre, assieme al suo amico Hassan, si mette in viaggio per una sorta di avventura on the road. I due però, attratti stranamente da una certa tomba di un certo arciduca, si fermano nella cittadina di Gutshot e fanno la conoscenza di Lindsey e di sua madre Hollis…

In pieno stile Green abbiamo anche questa volta un protagonista un po’ nerd affiancato da una spalla esuberante, simpatica e solare e da una fanciulla parecchio interessante.
La scrittura è molto in linea con i precedenti libri, per cui piacevole, a tratti divertente e molto scorrevole.
Colin è dolce e tenero nel suo stile un po’ da sfigato, cosa della quale è pienamente consapevole, ma non riesce a farne a meno. Hassan è il suo unico amico e cerca in tutti i modi di aiutarlo ad essere meno Colin 🙂 e più interessante agli occhi dei loro coetanei, purtroppo con scarsi risultati. C’è di positivo che i due ragazzi si intendono alla perfezione e ciò darà adito a parecchi momenti esilaranti nel corso del romanzo.

Come dicevo all’inizio del mio post il libro mi è piaciuto anche se l’ho trovato un po’ sottotono rispetto ai due che ho letto precedentemente. Nonostante ciò do’ un parere positivo nel complesso perchè Green ha sempre un suo perchè!

A presto
Chicca

Precedente Io sono nessuno Successivo W…w…w Wednesday #30

10 thoughts on “Teorema Catherine

  1. Ciao! 🙂 Complimenti per la recensione! ^_^ Questo è stato il mio primo libro di John Green e mi era piaciuto davvero tanto. Avevo adorato l’idea di base e anche i personaggi mi erano piaciuti. Cercando Alaska invece non l’ho ancora letto, ma spero di farlo presto, perché mi sembra interessante 🙂

  2. Cecilia Attanasio il said:

    Ce l’ho in libreria ma dopo un “Città di carta” abbastanza deludente perché troppo simile a “Cercando Alaska”, l’ho abbandonato lì. Me lo segno magari per un periodo di letture leggere. 🙂

    • librintavola il said:

      si è una buona idea. anche a me cercando alaska è piaciuto molto di più, e sebbene non abbia letto città di carta credo che anche Teorema potrebbe risultare, per certi versi, simile ad Aleska
      Chicca

  3. Beth Book il said:

    Questo mi manca, di Green ho letto solo Cercando Alaska, che mi è piaciuto molto e Città di carta, che ho trovato carino, ma niente di più. Sto pensando di recuperare glia altri suoi romanzi in ebook visto che si leggono piuttosto rapidamente e soprattutto che non più posto dove mettere i libri!

    • librintavola il said:

      ciao Isa,
      ho trovato il Teorema una via di mezzo tra cercando alaska e will ti presento will, come dicevo meno bello degli altri due ma godibile ugualmente. visto che in giro si trova a buon prezzo credo sia un ottimo acquisto librario 🙂
      Chicca

  4. Ciao sono tua follower su FB già da un pò – vorrei partecipare al Blog Tour di Il segreto del vicolo della serpe, di cui so grazie ad Ilenia di Libri di cristallo che ospiterai una tappa
    tappa. Il libro sembra davvero interessante Un saluto e buona settimana.
    Spero che anche tu voglia passare da me il Rifugio degli elfi per rendere il follow- back
    (sempre che tu non lo abbia già fatto)
    http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/
    Buona continuazione del mese di dicembre

    • librintavola il said:

      ciao Arwen,
      grazie per la tua partecipazione. si terrò la tappa nr. 3 del Blog, ed anche io ti seguo da un po’ come follower su G+.
      il libro della Mazzocchi è molto carino scoprirai di più durante le varie tappe. in bocca al lupo e a presto
      Chicca

  5. ‘Cercando Alaska’ e ‘Will ti presento Will’ li ho letti anche io e li ho amati!
    Questo non ce l’ho! Volevo approfittare dei quell’offerta fatta col giornale (il Corriere mi pare?), ma poi mi sono dimenticata.. E quando mai mi ricordo qualcosa io?!!!??!?!!?!?
    Sembrerà strano, ma la tua idea del ‘un po’ sottotono, ma comunque bello’ mi incuriosisce!

    • librintavola il said:

      Vedi che siamo sempre sulla stessa lunghezza d’onda?
      Se riesci a recuperare questo libro e credo che lo si riesca anche a trovare a buon prezzo leggilo perchè è molto stile Green ed è piacevole come lettura.
      Chicca

Lascia un commento

*