Ti prego perdonami

Credo di avere un problema con i libri di Melissa Hill. Eh si sono giunta a questa conclusione dopo aver arrancato come una disperata per cercare di finire Ti prego perdonami in tempo per la nuova puntata del Www Wednesday di questa settimana.
E pensare che le recensioni positive che ho visto in rete mi avevano invogliata a dare una seconda possibilità a questa autrice, ma a conti fatti ho sbagliato e ne ho anche pagato le conseguenze. Esagero?

Ti prego perdonami
di Melissa Hill

hill perdonamiDescrizione
Chi non ha mai sognato di saltare sul primo aereo e lasciarsi tutto alle spalle? Leonie, capelli rossi e cuore irlandese, l’ha appena fatto. Se ne è andata da Dublino mandando a monte il matrimonio, ed è volata nell’incantevole e libera San Francisco dei cable car, delle otarie che prendono il sole sul molo, dei cieli azzurrissimi e frizzanti, per provare a iniziare da capo in un luogo dove nessuno sa chi è, né conosce il suo segreto. Ma ad aspettare Leonie c’è una storia misteriosa, racchiusa in un cofanetto di legno che trova per caso nella casetta in stile vittoriano con vista sul Golden Gate che ha preso in affitto. Il cofanetto è pieno di lettere d’amore, tutte indirizzate a una certa Helena, e tutte si chiudono con un’identica frase: ti prego, perdonami. Chi è quest’uomo così gentile, dolce e disperato che le firma? E perché le lettere sono ancora lì, dimenticate? Commossa dalle parole toccanti e vere che si ritrova a leggere, Leonie si imbarca nell’impossibile tentativo di rintracciare la destinataria di un amore passato. E, forse, ricostruendo la storia d’amore di due sconosciuti riuscirà a fare i conti con la propria.

Recensione
Organizzatrice di eventi, Leonie una graziosa rossa irlandese a seguito di un brutto litigo con l’uomo che sta per diventare suo marito fugge lontana per riattaccare i cocci del suo cuore infranto.
Con un colpo di spugna si trasferisce a San Francisco, trova un nuovo lavoro, completamente differente da quello precedente e si lascia tutto alle spalle. Unico contatto con la sua vecchia vita la sua amica Grace.

Alex invece lavora in tv, ha un piccolo programma che va in onda dopo il notiziario, un marito sparito da circa un anno e che lei vorrebbe trasformare in ex marito ed un nuovo compagno che ha riportato tranquillità nella sua vita.

Leonie e Alex sono vicine di casa, diventano amiche e decidono assieme di risolvere il mistero legato ad alcune lettere trovate per caso da Leonie in un cofanetto sigillato.
Le missive, scritte con una elegante grafia da un certo Nathan hanno per destinatario una donna, Helena Abbott e tutte terminano con la frase Ti prego perdonami.

Tre i principali temi di questo romanzo, il primo legato alla storia di Leonie ed Adam, raccontata con dei flashback che spiegano i motivi della loro separazione. Il secondo invece riguarda Alex e il triangolo amoroso tra la donna, Seth il suo quasi ex marito e Jon suo attuale compagno; terzo ed ultimo invece è incentrato su Nathan e Helena, a mio parere poco sviluppatO rispetto alle altre due storie.

Il romanzo, scorre con una lentezza esasperante, ho trovato Leonie morbosa in tutto ciò che fa ed Adam un uomo senza spina dorsale che si fa rivoltare come un calzino da tutte le presenze femminili della sua vita e sinceramente non ha un filo di attrattiva.
Un passo avanti Alex, donna in carriera con i piedi ben piantati per terra, decisa, forte ma allo stesso tempo dolce, stessa cosa dicasi di Seth il suo ex, unico personaggio simpatico in tutto il libro.

La trama è banale, le motivazioni della separazione Leonie-Adam e del viaggio di quest’ultima totalmente inesistenti, l’escamotage delle lettere misteriose un misero palliativo per tenere in piedi una struttura traballante.
Oltre 300 pagine di pura noia; e ancora oggi dopo aver messo la parola fine alla lettura mi sento venire la pelle d’oca.
Ma come vi dicevo all’inizio, forse sono io che non ho un buon feeling con la Hill e i suoi libri mi fanno un brutto effetto.
A voi il giudizio in secondo grado 🙂

Chicca

Precedente Novità in libreria #3 Successivo L'Atlante di Tenebra

2 commenti su “Ti prego perdonami

  1. Ciao Chicca, finalmente sono riuscita a leggere la tua recensione! Ma io non mi spiego come questi personaggi si trasferiscano in altre città ed nel giro di due minuti si trovano un mega lavoro: la vita reale è ben diversa però!
    >.<
    a presto Viviana

Lascia un commento

*