Crea sito

Tu leggi? Io scelgo #8 – Un perfetto Bastardo

Tu leggi? Io scelgo #8

Buongiorno Lettori,
bentrovati con un nuovo appuntamento della rubrica Tu leggi? Io scelgo! che nasce da un’idea di R. del Blog Niente di Personale e di Chiara La Lettrice sulle Nuvole.
Adoro questa rubrica perchè oltre a farmi conoscere numerosi Blog mi permette di scegliere tra tantissimi generi diversi.

Questo mese sono abbinata al blog LIBRI E LIBRAI e per l’occasione ho scelto un romanzo che era sul mio kindle da un po’, quale occasione migliore se non questa?

Prima però ecco il calendario del mese in modo che possiate fare il giro di tutti i Blog partecipanti.


Un perfetto bastardo
di Vi Keeland e Penelope Ward

Descrizione
“Era una mattina qualunque, il treno era affollato e tutto sembrava noiosamente normale. A un certo punto sono stata come ipnotizzata dal ragazzo seduto vicino al corridoio. Urlava contro qualcuno al telefono come se avesse il diritto di governare il mondo. Ma chi credeva di essere con quel suo completo costoso? In effetti, gli conferiva un’aria da leader, ma non è questo il punto. Non appena il treno si è fermato, è saltato giù così in fretta da dimenticarsi il telefono, e io… potrei averlo raccolto. Potrei anche aver spiato tutte le sue foto e chiamato alcuni dei suoi numeri. Okay, potrei persino aver tenuto il telefono dell’uomo misterioso fino a che non ho trovato il coraggio di restituirlo. Così ho raggiunto il suo ufficio da snob… e lui si è rifiutato di vedermi. Ho consegnato il cellulare alla reception dell’ufficio di quel bastardo arrogante. Ma potrei, diciamo per ipotesi, avergli lasciato qualche foto sul telefono. Foto non esattamente angeliche.”

Recensione
Questo è uno di quei libri che partono bene ma si perdono per la strada, e si lo so sono una voce fuori dal coro perchè a quanto pare è piaciuto a tutti tranne che a me!
Ma veniamo a noi, nelle prime pagine entrambi i protagonisti mi sono sembrati divertenti e simpatici, lei molto sfacciata, lui un affascinante bastardo, ma poi con il proseguire della lettura c’è stata la decadenza.

La conoscenza tra Soraya e Graham avviene grazie ad un cellulare perso. Questa conoscenza sfocia in attrazione prima e in amore poi, ma come nella migliore delle tradizioni ci sono una serie di problemi che mettono a rischio la loro relazione. E fin qui tutto poteva essere perfetto per la sottoscritta visto quanto amo il genere ma quello che proprio non sono riuscita a digerire è come siano cambiati i due protagonisti con il passare delle pagine.
Che fine ha fatto la sfrontatezza di Soraya? Quella grinta che ha dimostrato all’inizio è sparita per lasciare posto ad una insicurezza estrema. E Graham? Del bastardo non resta nulla, sembra quasi rammollirsi.
Ma perchè, perché?
Questa evoluzione non mi è piaciuta, avrei voluto qualcosa di divero, più divertente e meno “pesante”.

Per contro il libro ha il pregio di lasciarsi leggere in frettissima, vuoi per i pov alternati, puoi perchè i dialoghi sono ben fatti. Però per quanto mi riguarda questi pochi pregi non fanno decollare un romanzo da cui mi aspettavo molto di più

E voi lo avete letto? Siete d’accordo o in disaccordo con me?

Chicca

17 Risposte a “Tu leggi? Io scelgo #8 – Un perfetto Bastardo”

  1. Avevo scaricato l’anteprima del libro che precedeva questo, ma non mi ha convinto all’acquisto: questo titolo non l’ho ancora preso in considerazione.

  2. Ciao 🙂
    Di queste due autrici avevo iniziato a leggere “Bastardo fino in fondo”, ma, forse colpa di un periodo nel quale ero propensa più ad altri generi, lo lascia quasi subito riponendolo in libreria dove ancora aspetta di essere terminato.

  3. Letto qualche mese fa. si è una lettura senza troppe pretese. si lascia leggere velocemente ma niente di particolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.