Tu leggi? Io scelgo #9

Tu leggi? Io scelgo #9  

Buongiorno Lettori,
bentrovati con un nuovo appuntamento della rubrica Tu leggi? Io scelgo! che nasce da un’idea di R. del Blog Niente di Personale e di Chiara La Lettrice sulle Nuvole.
La Rubrica, a cadenza mensile, permette di mettere in connessione più Blog, questo mese sono infatti abbinata al blog Katy Booklover e per l’occasione ho scelto il romanzo Non ti addormentare di S.J. Watson

Prima però vi lascio il calendario del mese in modo che possiate fare il giro di tutti i Blog partecipanti.

Non ti addormentare
di S.J. Watson

Descrizione
Ogni mattina Christine si sveglia senza ricordi. Non sa a chi appartenga la casa in cui si trova, l’uomo che le dorme accanto le è totalmente estraneo, e anche il suo viso, riflesso nello specchio del bagno, non solo non le è familiare, ma le sembra molto meno giovane di quanto secondo lei dovrebbe essere. È suo marito a darle quotidianamente le coordinate della sua vita, a spiegarle chi è lui, chi è lei, e che cosa le è successo anni prima, un incidente che ha modificato radicalmente la sua vita, privandola dei ricordi e costringendola a ricominciare ogni giorno in un difficile apprendimento dell’esistere. Ma Ben le dice tutto? E se è così, perché non le ha parlato del dottor Nash, un giovane neuropsichiatra deciso a studiare il suo caso, con cui Christine si incontra di tanto in tanto e che la spinge a tenere un diario? E perché su una pagina di questo diario Christine ha scritto “non fidarti di Ben”? Giorno dopo giorno, con l’aiuto del dottor Nash, lampi di memoria attraversano la mente di Christine, tessere baluginanti di un mosaico che fatica a ricomporsi nella sua interezza e che, con il passare del tempo, le sembra sempre più minaccioso e inquietante. Finché dal passato emergerà il vero pericolo, quello che senza che lei ne sia consapevole si è appropriato della sua vita.

Recensione
Ho divorato letteralmente le prime 100 pagine di questo libro, ero incantata dalla storia, dall’ambiguità della protagonista, dalla sua strana amnesia e da suo marito così paziente e fedele, poi calma piatta.
Cosa sia successo non ve lo so dire, ma purtroppo c’è stato un picco verso il basso sia per quanto riguarda il ritmo della narrazione che l’appeal dei personaggi.
Ma andiamo con ordine. Come avrete letto dalla sinossi, Christine soffre di amnesia, ogni sera va a dormire e al suo risveglio ha scordato tutto, chi è l’uomo che le sta accanto, la sua età anagrafica, cosa le è accaduto e ad aiutarla a mettere insieme i pezzi della sua esistenza poche foto attaccate allo specchio del bagno e Ben suo marito, che ogni giorno pazientemente le resta accanto.
Scopre a seguito di una telefonata di aver tenuto un diario dove ha annota tutto ciò che le accade giorno per giorno, supportata ed aiutata da un medico che la tiene in cura. Questo le farà scoprire che suo marito le sta mentendo.

Ed è proprio la parte relativa alla lettura del suo diario, quella in assoluto più corposa che a mio parere dopo un po’ appiattisce la storia. Pagine e pagine di ripetizioni e progressi davvero minimi mi hanno annoiata tremendamente. La Watson scrive bene non tralascia nulla ma la parte centrale del romanzo, quella che doveva “acchiappare” letteralmente il lettore viene a mancare la verve, quel pizzico di ansia e paura di cui un romanzo del genere avrebbe bisogno.

A lettura inoltrata la stessa Christine mi è diventata antipatica, più cose scoprivo sul suo passato e meno mi piaceva. Alcuni punti, soprattutto quelli raccontati nel finale li ho trovati poco coerenti e francamente il motivo che spiega cosa sia successo realmente e in che modo è davvero fiacco.
Non basta un finale veloce e ahimè troppo frettoloso a migliorare un romanzo che mi aveva dato grandi aspettative, dissoltesi come una bolla di sapone.

Chicca

Precedente Il legame del Drago Successivo Gli amici silenziosi

36 commenti su “Tu leggi? Io scelgo #9

  1. Erica Libri al caffè il said:

    Ho letto questo libro cinque, sei anni fa e devo dire che ricordo la storia a grandi linee ma non come è finito….brutto segno, tu che dici?!?!?

  2. Se non ricordo male avevo letto una recensione molto simile alla tua. Un inizio promettente per srotolarsi in una marea di notizie poco importanti o che in ogni caso rallentano e annoiano.

    Mi piace quando posso evitare di aggiungere libri in WL!

  3. Ma che peccato! Sembrava promettere cosí bene!!! È già brutto quando la narrazione si perde per strada e il ritmo si guasta, ma se ci metti anche la protagonista che diventa “antipatica” diventa una tragedia!!!

  4. stefania - libri e altri disastri il said:

    solo la cover basta a farmi dire: lo compro! Però la tua considerazione mi fa passare un pò la fantasia!!! me lo consigli comunque o passo oltre?

  5. La trama di certo intriga, ma visto che odio i finali frettolosi, dove sembra che si voglia concludere la storia prima possibile, ci sono poche possibilità che io lo aggiunga in wishlist.

    • librintavola il said:

      Catia capita di incappare in letture che non fanno per noi, e questa ne è un caos lampante. sicuramente il prossimo libro sarà meglio!

Lascia un commento