Tutta colpa di Mr Darcy

Tutta colpa di Mr Darcy
di Shannon Hale

Avete presente quando un libro non è quello che ci aspettavamo? A quale lettore non è capitato? Bhe a me con il romanzo della Hale è successo proprio questo e credetemi ci sono rimasta davvero malissimo!

Descrizione
Che cosa distingue una semplice lettrice di Jane Austen da Jane Hayes? Tutto: nella sua testa parole come “orgoglio”, “pregiudizio”, “ragione”, “sentimento” hanno un significato ben diverso da quello del dizionario, e soprattutto, per lei, non c’è nessun uomo al mondo di cui valga la pena innamorarsi. Perché nessun uomo è e sarà mai Fitzwilliam Darcy – tranne Colin Firth nella migliore interpretazione della sua carriera, si capisce. Così, anche se Jane è una single trentenne che potrebbe godersi la vita a New York, le sue chance in amore sono regolarmente sabotate dalla sua fissazione platonica. Finché un viaggio la porta dove ha sempre sognato di andare: complice l’eredità di una prozia, Jane parte per Pembrook Park, Inghilterra. L’unico posto dove, tra costumi d’epoca, carrozze, balli di gala e rigida etichetta, per una modica cifra anche tu puoi vivere il tuo sogno austeniano. E magari innamorarti. Nella villa fuori dal tempo che la accoglie, piena di stanze e servitù, tra personaggi bizzarri che non si fanno problemi a vivere per qualche giorno nel passato, Jane conoscerà un giardiniere belloccio, ma si scontrerà anche con un gentiluomo che si crede un po’ troppo affascinante. E forse vivrà finalmente il sogno più bello. Quello da vivere nella realtà.

Recensione
Una strana eredità ha lasciato la zia Carolyn a Jane, niente soldi ne proprietà, bensì una vacanza in Inghilterra in una tenuta secolare in cui gli ospiti si troveranno a vivere come in un romanzo della Austen per ben 3 settimane, non per nulla il luogo in questione si chiama Austenland!
E la nostra protagonista, innamorata persa del Darcy austeniano decide di provarci, lei che ogni ex fidanzato lo paragonava proprio all’uomo che nella sua mente è quello ideale, ovviamente con disastrosi risultati, lei che ha ben chiaro che dopo che avrà trascorso così tanto tempo in questo luogo fuori dalla realtà dirà per sempre addio alle sue fantasie romantiche.
Ma le cose non sempre vanno così come una se le immagina.

Non ce la faccio devo dirlo: RIDICOLA! Incredibilmente ridicola, non ho altri aggettivi per definire Jane la protagonista (per me insopportabile) di questo romanzo.
Che fatica avere a che fare con una ragazza così irritante e infantile eh si perchè la Hale ha fatto di Jane un personaggio davvero di poco spessore.
La storia è ben scritta, su questo non c’è dubbio, anche i comprimari sono ben caratterizzati e l’atmosfera che si respira a Pembrook Park è molto pittoresca, ma ho trovato davvero terribile che una donna di 34 anni avesse uscite così intuli come quelle di Jane.

Non voglio far spoiler, ma una che dopo 3 minuti trascorsi a baciarsi con un uomo se ne esca con un MI STAI LASCIANDO? è incomprensibile.

Ho trovato la storia noiosa, con poco appeal e sono riuscita a sorridere davvero molto poco e forse anche nei momenti sbagliati! Non credo che la Austen sarebbe molto felice nel veder accostato il suo nome ad un simile ehm libro.

Mi spiace perchè mi aspettavo un romanzo più coinvolgente, ma fin dalle prime pagine mi sono resa conto che ero solo molto annoiata. Speravo che almeno nel finale ci fosse in un pizzico di pepe e invece ho trovato solo tante sciocchezze.

Decisamente una lettura dimenticabile.

Alla prossima
Chicca

Precedente Le vite parallele Successivo COSA VUOI CHE TI DICA #3

8 thoughts on “Tutta colpa di Mr Darcy

  1. Ciao Chicca,
    purtroppo capita di venir delusi da un libro anche a me è successo e si resta malissimo.
    In effetti la trama sembra carina, poi si punta a volte su Jane Austen/ Mr Darcy per invogliare la lettura e infatti senza la tua recensione probabilmente avrei messo il libro in lista, invece ora decisamente no

  2. Beth Book il said:

    Da amante di Jane Austen mi dispiace davvero, per fortuna che non mi ero fiondata il libreria a comprarlo! Però a me il film che ne è stato tratto piace, lo rivedo sempre con piacere (è anche piuttosto diverso dal libro a quanto pare).

Lascia un commento

*