L’ultima notte al mondo

L’ultima notte al mondo
di Bianca Marconero

Ci sono autori che quando li scopri vorresti mangiarti e mani per non averli letti prima, perchè scrivono dei libri così belli che dopo un po’ senti il bisogno di continuare a cibarti delle loro emozioni. In quest’ultimo periodo mi è successo con i romanzi di Bianca Marconero, che nel mese di giugno è salita sul gradino più alto della mia classifica mensile.
Oggi vi parlerò appunto del romanzo in questione.

Descrizione
Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?
Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…

Recensione
L’idiota innamorato e la principessa, così Marco Bertani detto Riccio, si riferisce parlando di se stesso e di Marianna, l’amore della sua vita.
Marianna che non vedeva da anni ma che gli è sempre rimasta nel cuore.
Cos’ha di speciale questa ragazza? All’apparenza sembra la solita figlia di papà, abituata al lusso, alla vita facile e soprattutto a sapersi controllare in ogni situazione. Ma in realtà Marianna nasconde una profonda umanità nello stare con gli altri ed anche un bel po’ di infelicità che maschera perfettamente dietro sorrisi artefatti.
E Marco invece? Com’è lui?
Schietto, genuino, buono. Soprattutto buono.
E questi due ragazzi insieme mi hanno fatta nuovamente innamorare della scrittura di Bianca, perchè anche L’ultima notte al mondo, così come aveva già fatto Un altro giorno ancora, mi ha emozionata oltre ogni dire.

La storia vola veloce, i capitoli con i pov alternati, che sono i miei preferiti in assoluto, ci mostrano i sentimenti di entrambi e di come avvengano sia in Marco che in Marianna molteplici cambiamenti.
I protagonisti sono tratteggiati con cura, ma da Bianca non mi aspettavo nulla di meno, in particolare Marco così retto e generoso nonostante la vita gli abbia riservato tante difficoltà.
Nota di merito anche a tutta la parte legata alle spiegazioni tecniche della piccola emittente televisiva dove Marco e Marianna lavorano insieme, narrata in modo scorrevole, divertente e soprattutto preciso. Ho imparato tante cose e mi sono resa conto del grosso lavoro che c’è dietro ad ogni produzione.

Ho trovato poi in questo romanzo un po’ della mia città sotto forma di un ragazzo dal grande cuore come solo noi napoletani sappiamo essere, il suo nome è Gennaro ed è il migliore amico di Marco, un personaggio positivo che fa da perfetto contraltare a Lavina, amica (?) di Marianna che si rivela per quello che realmente è con il trascorrere delle pagine.

L’ultima notte al mondo mi ha incantata, Marco e Marianna si sono ritagliati nel mio cuore un angolino tutto per loro e li ricorderò sempre con tantissimo affetto e amore.
Grazie Bianca per avermi fatto nuovamente sognare.

Chicca

Precedente Mi sposo a New York Successivo Gruppo di Lettura - Ignite Me

8 commenti su “L’ultima notte al mondo

  1. Mariella B il said:

    Anch’io quando scoprivo la bravura di un autore che fino a quel momento non avevo letto ero lì a mangiarmi le mani… ma di recente ho cambiato l’approccio: non mi mangio più le mani ma sono felice, perché – soprattutto se lo scrittore ha altri titoli nella sua bibliografia – ho trovato tante belle occasioni per fare buone letture. Come te ho scoperto la Marconero tra maggio e giugno e la trovo bravissima. Metto in lista anche questo titolo. Bella recensione 🙂

Lascia un commento

*