Crea sito

Un letto per due

Un letto per due
di Beth O’Leary

Non bisogna giudicare un libro dalla copertina diceva qualcuno e mai citazione fu più calzante per il romanzo di cui vi parlerò oggi.
Quello che in apparenza sembra un libro frivolo e leggero in realtà nasconde una trama complessa e profonda che spazia in molti ambiti, dall’amicizia alla paura, dalla sofferenza alla speranza.
Ma non voglio anticipare nulla, continuate a leggere e scoprirete cosa mi ha colpito della storia di Tiffy e Leon.

Descrizione
Dopo il naufragio della sua storia d’amore, Tiffy Moore ha assolutamente bisogno di trovare una nuova sistemazione. E alla svelta. Peccato che il suo stipendio da junior editor sia poco compatibile con gli affitti stellari di Londra. Ma Tiffy non si dà per vinta e, spulciando le inserzioni, decide di rispondere a un annuncio singolare: dividere appartamento, camera, e soprattutto l’unico letto della casa, con Leon, un infermiere che fa i turni di notte. Una convivenza ideale: Leon occupa la casa di giorno, mentre Tiffy rientra la sera ed esce prima che lui torni. Unico scambio: un via vai di messaggi sul frigo. All’inizio formali, poi ironici, infine affettuosi… Due perfetti sconosciuti e una amicizia affidata a bigliettini di carta.
Ma quanto passerà prima che a Tiffy e Leon non venga la curiosità di vedersi?

Recensione
Dopo essere stata letteralmente buttata fuori casa dal suo ex compagno, Tiffy ha assoluta necessità di trovare un appartamento in cui vivere. La scelta, viste le sue esigue finanze, è tra una topaia in cui si rischia la morte per infezione o un appartamento, ma soprattutto un letto, in condivisione con un uomo mai incontrato prima.
La scelta cade su quest’ultimo, così Tiffy, aiutata dai suoi amici, prende possesso della sua parte di casa pronta a dividere la vita assieme a Leon. Lei userà l’appartamento durante la notte e nei weekend e Leon durante il giorno.
I due non sono destinati ad incontrarsi ma iniziano una convivenza fatta di biglietti, pranzi e cene lasciate in regalo e affetto a distanza.

Quello che non avevo previsto leggendo questo romanzo era di trovarmi di fronte ad una storia particolare sia per il modo in cui è stata scritta sia per i molti temi trattati.
I capitoli che vedono alternarsi i punti di vista di Leon e Tiffy si distinguono perchè scritti in stile differente, se quelli visti con gli occhi di lei sono tutti dialoghi veloci e caotici, quelli di lui appaiono come conversazioni indirette e più “diligenti” frutto probabilmente delle diverse personalità protagoniste.
Abbiamo infatti una donna coloratissima, incline al sorriso ma con un trauma che viene fuori pagina dopo pagina e un uomo più serio, in qualche modo triste e affranto per la situazione difficile del fratello minore.

Tema centrale è sicuramente l’affetto amicale e familiare, che viene trattato in maniera premurosa e schietta, non mancano però altri temi importanti come la malattia e la morte, nonchè i problemi di natura psicologica e affettiva. Insomma un romanzo a tutto tondo che mi ha conquistata e mi ha fatta davvero divertire.

Lo consiglio sicuramente.

Chicca

4 Risposte a “Un letto per due”

  1. Bella recensione Chicca, questo libro mi ha incuriosito sin dall’uscita, ho letto anche la recensione di Chiara e me lo avevo segnato da leggere …ma il tempo è tiranno e tuttora non sono riuscita a leggerlo… ma ci riprovo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.