Un pomeriggio con Charlotte Link

Un pomeriggio con Charlotte Link

Buongiorno Lettori,
bentrovati con un nuovo appuntamento speciale, ovvero cronaca di un pomeriggio insieme a Charlotte Link.
So di essere molto in ritardo con la pubblicazione di questo evento, ma come saprete è stata una settimana segnata dall’influenza e ne hanno risentito sia le letture sia il blog.
Detto questo vorrei ringraziare moltissimo la CE Corbaccio, in particolare Valentina, per avermi inviata ed avermi permesso di trascorrere un pomeriggio davvero interessante assieme ad una scrittrice molto brava e tante simpatiche blogger.

IMG_20170130_164140Ma partiamo dal principio. Come mio solito in tre metri di strada mi perdo, così per cercare di orientarmi chiedo ad un gentile carabiniere se sa indicarmi la via giusta. Dopo un “dovrebbe essere da queste parti, provi a fare un giro, provi ad andare di la” alzo gli occhi e scopro che io e lui (mister caramba) siamo praticamente sotto la targa che indica la via in cui devo andare.
Così arrivata con circa 3/4 d’ora d’anticipo mi piazzo stile guardia di Buckingan Palace al lato del portone a leggere.

L’accoglienza è delle migliori e si vede, siamo davvero tutte a nostro agio. Charlotte Link è bionda, alta (vabbè io sono un tappo quindi per me son tutti alti) e a mio parere un po’ in soggezione al cospetto di una banda di donne tutte armate di libri, penne e taccuini.
Parte la diretta – sulla pagina FB della Corbaccio trovate tutto – e partono le domande relative sia al suo ultimo romanzo La scelta decisiva che al suo lavoro di scrittrice in generale.

Charlotte ci ha raccontato che per i suoi libri prende ispirazione dal quotidiano, da una frase, un’espressione, un viso che per le restano impressi. Lo scrivere per lei è come andare in ufficio si alza presto ed alle 8 comincia a lavorare, fa ricerche si documenta e pian piano dà vita alla sua nuova creatura.
Per i personaggi dei suoi libri non crea figure da chi già conosce bensì osserva le esperienze di vita delle persone ed anche le sue e le sviluppa forgiando appunto i protagonisti che andranno a popolare i suoi romanzi. Allo stesso tempo tenta di non identificarsi con loro, cerca infatti di restare neutrale nei loro confronti. (Cavolo io non ne sarei mai capace)

Tra i protagonisti de La scelta decisiva alcune domande hanno riguardato la figura di Ivana, una donna che affila le armi e si fa coraggio per ritrovare la sua amata figlia. Charlotte Link la ritiene un personaggio interessante poichè si confronta con la colpa e per questo cerca di comportarsi nel migliore dei modi.
Ed è proprio grazie ad Ivana che la scrittrice ci ha detto che al momento non sa ancora se il finale è da considerarsi aperto oppure definitivamente chiuso (mmmmmmm qui gatta ci cova secondo me sentiremo ancora parlare di lei).IMG_20170130_165944

Come decide di far vivere oppure far morire un personaggio? Molto semplicemente lei non ha un piano iniziale ma con l’evolversi della storia decide di procedere in un senso o nell’altro e lavorando allo stesso modo plasma i caratteri dei vari protagonisti.
Ad esempio per Simon lei era consapevole del fatto che fosse un uomo debole ma non aveva ancora deciso se
sarebbe rimasto tale oppure il suo carattere avrebbe avuto un’evoluzione a differenza di Nathalie che a parere della Link è stato il personaggio più facile da scrivere. Detto questo abbiamo poi scoperto che Simon è il suo preferito mentre Nathalie invece quello meno amato.

Alla domanda su chi siano i suoi primi lettori Charlotte Link ci a confessato che sono suo marito e la sua editrice. E fa sorridere sapere che hanno due pensieri diametralmente opposti, in genere ciò che piace all’uno non piace all’altra e viceversa.

IMG_20170130_165120Ed a questo punto dopo aver soddisfatto la nostra curiosità siamo passati alle foto di rito (oh ma guarda come son venuta bene) ed agli autografi!

Ci sarebbero ancora molte cose da raccontare ma non voglio abusare del vostro tempo e in ogni caso vi invito a rivedere di persona la registrazione del nostro pomeriggio.

Per finire in bellezza vorrei precisare che se durante la diretta in sottofondo avete sentito una sciagurata tossire fino alla morte sappiate che quella ero io, ed in più c’era la Soavissima che girava il coltello nella piaga attraverso i chattini di whatsapp!!!
Comunque sia spero vivamente di non aver infettato nessuno altrimenti col cavolo che poi posso fare nuovamente l’inviata speciale sul campo!

Alla prossima miei cari Lettori

Chicca

Precedente Per sempre tuo Successivo Flawed. Gli imperfetti

8 commenti su “Un pomeriggio con Charlotte Link

  1. Alloooooooraaaaaaa… dovevano rimanere segreti i messaggi! Comunque, io la diretta l’ho vista tutta (sentita un po’ meno, per colpa tua!) e, sinceramente, se posso affermare di amare i romanzo della Link, forse amo un po’ meno lei! Mi è parsa una persona fredda, di quelle che rimangono sempre un po’ sulle loro. Magari è timidezza, magari è anche il fatto che possiamo annoverarla sicuramente tra quelle scrittrici di un ‘altra “generazione” che magari sono abituate ad avere un rapporto diverso con i loro lettori. Comunque, il tuo post è bellissimo!

    • librintavola il said:

      ahahahah non potevo non scrivere di noi due ammorrreeeeeeeee.
      Comunque si è vero all’apparenza la Link sembra fredda, soprattutto se paragonata a persone come Alice Basso, io però credo fosse solo una sorta di timidezza, l’essere li davanti a tante donne “agguerrite” l’ha messa un po’ in soggezione perchè poi a telecamera spenta è stata molo disponibile per foto e autografi. Comunque sia avresti dovuto esserci a salvarmi da morte per tosse 😀
      baci baci

  2. Chicca che tristezza non aver potuto raccogliere l’invito di Valentina e presenziare, ti avrei anche incontrata sigh.
    Ho ricevuto il libro e dopo aver seguito la diretta la mia curiosità di conoscere la penna dell’autrice è arrivata alle stelle! Spero di leggerlo presto, ma come anche tu sai le liste sono infinite!!!! Baci

    • librintavola il said:

      si davvero un peccato, ma sono certa ci saranno altre occasioni per incontrarci.
      le liste! ormai ho perso il conto dei libri che vorrei leggere e quelli che ho a casa ma non riesco per problemi di tempo!!!

Lascia un commento

*