Una deliziosa pasticceria a Parigi

Una deliziosa pasticceria a Parigi
di Laura Madeleine

Lo miei cari Lettori, sarò molto superficiale ma devo ammettere che il libro di cui vi parlerò quest’oggi l’ho scelto perchè la sua cover mi ha fatta davvero ingolosire. Quei tre piccoli e deliziosi macarons buttati li, un leggiadro viso di donna e quel ciondolo con la Torre Eiffel sono riusciti a stuzzicare la mia curiosità.
Così senza nemmeno provare a resistere l’ho letto.
Ed ecco a voi il mio pensiero in merito!
una deliziosa pasticceriaDescrizione
Parigi, 1909. In una stradina appartata c’è un luogo dove, a ogni ora, il profumo che si sente nell’aria è quello di zucchero a velo e crema pasticcera. La Pâtisserie Clermont è la più elegante della città, famosa per le vetrine colorate di macarons e per la gentilezza di Jeanne, la figlia del proprietario. Eppure Jeanne, dietro le apparenze di ragazza tranquilla e sorridente, ha un segreto. Un amore proibito che non può confessare a nessuno. Quando ha visto per la prima volta Guillaume du Frère, un ragazzo di Bordeaux arrivato in città per guadagnarsi da vivere come ferroviere, è stato per caso. Da allora i due non si sono più staccati, pur sapendo di non avere alcun futuro. Fino a che un terribile tradimento ha svelato a tutti il loro amore, e li ha separati, forse per sempre. Ai giorni nostri, Petra è una studentessa di storia a Cambridge, che sta studiando la vita di suo nonno, un importante storico, e si imbatte in una strana lettera a sua firma. Datata 1910, la lettera è indirizzata a un certo G. Du Frère, e chiede una cosa sola: perdono. Petra scoprirà così la storia di Jeanne e Guillaume, e la parte che vi ebbe suo nonno, gettando luce su quello che avvenne davvero.

Recensione
Petra Stevenson è arrabbiata, furiosa. Simon Hall sta scrivendo una biografia sul suo amato nonno raccontando in giro che nella vita dell’uomo c’è un segreto che potrebbe minare la sua credibilità. Così la ragazza mettendo a rischio la sua carriera universitaria si lancia alla ricerca di documenti, indizi, persone, cose che la conducano prima di Hall alla verità. Una verità legata ad una pasticceria francese attiva nei primi anni del 1900 dove una giovane donna di nome Jeanne, anticonformista per l’epoca, si innamora di un garzone di nome Guillame e con lui vive un amore clandestino destinato ad incrociare la vita Jim un giovane giornalista di belle speranze e che influenzerà un momento molto importante della vita della coppia.

Romanzo molto interessante, viene ottimamente narrato dall’autrice in due diversi momenti temporali, il primo ab cavallo tra il 1909/1910 e il secondo nel 1988 grazie ad una storia comune che vede protagonisti due ragazzi di diversa estrazione sociale.
Punto cruciale della narrazione è il mistero che si cela dietro alcune lettere scritte dal nonno di Petra al giovane Guillame.

Come spesso mi succede in romanzi di questo tipo, sono rimasta molto più affascinata da quella parte della storia che racconta del passato anzichè da quella ambientata nel “presente”. Mi ha appassionato molto lo stile di vita parigino, le speranze che i giovani di provincia hanno riposto nel trovare un lavoro nella mondana Parigi e mi è piaciuto molto il personaggio di Guillame, vero punto focale dell’intera storia.

Un romanzo davvero piacevole che vi consiglio di leggere, se non lo avete già fatto.

Alla prossima
Chicca

Precedente Segnalazioni di Ottobre - Parte I Successivo La Vetrina degli Scrittori #19

2 thoughts on “Una deliziosa pasticceria a Parigi

Lascia un commento

*