La vetrina degli scrittori #26 – Chiara Orlando

La vetrina degli scrittori #26
Chiara Orlando

Buongiorno lettori,
come state? Siete pronti a cominciare un’altra settimana? Io si prontissima, e per iniziare in bellezza quest’oggi abbiamo una nuova ospite per la Vetrina degli Scrittori: Chiara Orlando.
Le diamo il benvenuto?

Prima di tutto vi lascio un po’ di notizie su di lei e sul suo libro per poi continuare con una brevissima intervista per poterla conoscere meglio.
Mettetevi comodi, si parte!

Chiara Orlando è nata a Torino il 18/07/90. Cresce a Grugliasco e studia presso i Liceo Socio-Psico-Pedagogico “M. Curie”. Attualmente studia Storia all’Università degli Studi di Torino e si impegna come volontaria presso l’associazione ONLUS “L’Isola Che Non C’è”, che offre laboratori creativi e momenti di divertimento a ragazzi diversamente abili.
Nel 2013 pubblica il suo primo romanzo, “Il Giullare”, di genere fantasy, edito da Ute Libri.
Nel 2017 pubblica un romanzo per ragazzi con la casa editrice EKT, “Ikanos la Gazza- la corona spezzata”, primo di una serie. Sempre nel 2017 vede la luce anche il suo primo romanzo di genere romance, “Amore, musica e confetti”, edito da Panesi.

Il sito dedicato ai suoi libri:
https://abisso1990.wixsite.com/chiaraorlandowriter

La sua pagina facebook
https://www.facebook.com/chiaraorlandoscrittrice/

Amore, musica e confetti

Trama
Adria è una giovane donna proveniente da una famiglia benestante della provincia piemontese. Abbandonando gli studi e le prospettive di carriera auspicate dai genitori, decide di lavorare come pasticciera presso una piccola confetteria di paese. Affetta da un radicato complesso di inferiorità nei riguardi della sorella gemella Brunilde, Adria nasconde le sue insicurezze dietro una quotidianità banale e priva di ambizioni lavorative e sentimentali.
Nicholas Zaliani è un geniale compositore e musicista. Con un passato difficile alle spalle, è un uomo freddo e insofferente. L’improvvisa perdita dell’ispirazione lo riporterà al paese natale del padre, lo stesso padre che lo ha abbandonato durante l’infanzia e che lo ha reso un figlio illegittimo.
Adria e Nicholas s’incontrano per caso, grazie a un confetto. La loro storia si dipanerà sullo sfondo di un paese piccolo ma ricco di storia. Riusciranno i due a incastrare i pezzi del disordinato puzzle che è la loro vita, riuscendo a trovare il coraggio per affrontare i problemi del passato e un futuro incerto ma ricco di speranza?

“Amore, musica e confetti” è disponibile in formato epub e pdf in tutti gli store online

Breve Intervista

Ciao Chiara benvenuta su Librintavola,
grazie per aver accettato di partecipare a questa breve intervista. Prometto che sarò buona e non ti farò troppe domande.
Sei pronta per cominciare?

Sono molto curiosa di sapere come è nata l’idea di usare un confetto per far conoscere Adria e Nicholas. Invece, dove hai trovato l’ispirazione per delineare questi due protagonisti?

Ero alla ricerca di un’ambientazione per la mia storia; spesso passeggio per le strade di Torino in cerca di un’ispirazione e, osservando la vetrina di un’antica confetteria, ho subito pensato che sarebbe stato bello avere una protagonista che lavorasse nell’industria dolciaria. Inoltre il confetto, dolce spesso sottovalutato, è un simbolo legato all’amore e al matrimonio nell’immaginario collettivo. Volevo che nella storia Adria confezionasse qualcosa di inusuale, non la solita torta.

Per quanto riguarda i protagonisti, Adria e Nicholas, sono solo in parte frutto della mia immaginazione. Entrambi hanno un po’ di me, del mio carattere e dei miei sogni. Soprattutto la passione per la musica di Nicholas.

Ti è mai capitato di incontrare persone fisicamente somiglianti ai personaggi del tuo libro? E a quali di loro ti senti più affezionata?

Adria è vagamente ispirata ad una mia amica. Lei stessa, prima che nascesse il romanzo, mi aveva confessato il suo desiderio di vedersi protagonista di un mio racconto. Per quanto riguarda Nicholas, ha cominciato a delinearsi nella mia mente dopo aver riletto “Persuasione” di Jane Austen, uno dei miei romanzi preferiti ( il capitano Wentworth è indimenticabile). Quindi è solamente frutto della mia fantasia…purtroppo.

Hai sempre voluto essere una scrittrice, oppure da bambina avevi un altro sogno nel cassetto?

Ho sempre amato leggere. La voglia di scrivere è venuta naturalmente. Inizialmente utilizzavo i personaggi preferiti dei romanzi che leggevo e scrivevo dei finali alternativi ( quelle che oggi chiamiamo fanfiction). Poi è arrivato il desiderio di creare qualcosa di originale, completamente mio. Ho cominciato con il fantasy, il mio genere preferito, e con “Amore, musica e confetti” mi sono approcciata al romance.

Presumo che oltre a scrivere tu sia anche una lettrice, ti va di svelarci quali sono i tuoi autori preferiti?

Il primo autore che mi è rimasto nel cuore è stato David Eddings, le sue ambientazioni fantasy e il suo stile semplice e diretto sono ancora oggi un’ispirazione per la mia scrittura. Jane Austen invece è la mia autrice preferita, insieme a Georgette Heyer. Amo come siano state capaci di farmi battere il cuore con storie d’amore dove i baci sono appena accennati.

Ultima domanda e poi prometto di lasciarti andare. Hai già in cantiere un nuovo lavoro? Se si ti va di anticiparci qualcosa?

​Al momento sto ultimando il secondo romanzo di una serie per ragazzi edita da EKT, dal titolo “Ikanos la Gazza, la corona spezzata”. Presto invece uscirà per la Genesis Publishing un Paranormal Romance che avevo cominciato a scrivere sulla piattaforma wattpad, dal titolo “Grimace”. Questo vede una protagonista scorbutica che si prende poco sul serio improvvisamente catapultata in un mondo di vampiri snob, stilografiche incantate, liquori misteriosi e migliori amici fantasma.

Bene Lettori, per oggi è tutto, voglio salutare Chiara e dirle che per me è stato un piacere averla come ospite e spero possa tornare presto a trovarci con novità librose per tutti noi.

A presto
Chicca

Precedente La più amata Successivo La ragazza che amava la pioggia

2 commenti su “La vetrina degli scrittori #26 – Chiara Orlando

Lascia un commento

*