Vuoi conoscere un casino?

Vuoi conoscere un casino?
di Alex Astrid

Cari Lettori,
come state? Oggi è un lunedì speciale, infatti si festeggia la Giornata del Libro e del Diritto d’autore. Vi siete regalati qualche nuovo romanzo? Per quanto mi riguarda questo mese è stato ed è ancora in pieno svolgimento shopping tanto che stavo pensando di inserire assieme al recap mensile anche una piccola postilla con le nuove entrate.
Ma di questo ci occuperemo più avanti per il momento vorrei invece parlarvi di un libro che mi è stato gentilmente inviato dall’autrice Alex Astrid.

Descrizione
Giorgia è una sedicenne della provincia di Milano, scrive a Martina, la cugina morta pochi mesi prima in un incidente d’auto. Martina diventa così “un diario”, un’amica invisibile che accoglie tutte le confessioni e gli sfoghi di Giorgia. La prima lettera è datata 5 febbraio 2014 e narra gli avvenimenti accaduti subito dopo la scomparsa di Martina. Nelle lettere successive Giorgia racconta la sua vita: la famiglia, gli amici, gli amori, ma anche le delusioni e le grandi e piccole gioie. La ragazza racconta soprattutto la storia di un viaggio interiore che la porta fino alla liberazione delle proprie paure e incertezze.

In Vuoi conoscere un casino? c’è tutto il mondo dei giovani di oggi, senza filtri e ipocrisie.

Recensione
Dopo la perdita della sua adorata cugina Martina, Giorgia la protagonista del nostro romanzo epistolare inizia a scriverle delle lettere per sentirla più vicina, per continuare a confidarsi con lei come aveva sempre fatto, racchiudendo in ogni pagina le sue gioie e i suoi dolori di adolescente.
Viviamo così un intenso periodo fatto di risate, pianti, sorrisi, amicizie e amore.

Mi sono ritrovata dinanzi ad un romanzo molto particolare, in primis proprio per il modo in cui è stato strutturato, credo che nella mia vita di lettrice sia forse la seconda o terza volta che mi trovo a leggere un libro di questo tipo.
Tra i pregi della storia sicuramente c’è la freschezza della scrittura di Alex, che con un linguaggio molto giovanile ci accompagna nella vita di Giorgia rendendoci partecipi delle sue emozioni.
Tale pregio però, per quanto mi riguarda è allo stesso tempo un difetto perchè non riuscivo davvero ad entrare in empatia con il racconto. Benchè abbia una figlia in età adolescenziale non ho ben compreso molte delle cose fatte da Giorgia nè sono riuscita a condividere alcune delle sfaccettature del romanzo che purtroppo ho trovato in molti punti infantile.
Avrei preferito inoltre che l’autrice approfondisse in maniera un po’ più incisiva la vita sia dei genitori di Giorgia che quella relativa ai problemi personali di Riccardo che secondo me vengono trattati in maniera superficiale.
Al contrario invece le emozioni di Giorgia sono davvero ben descritte e caratterizzate e si evincono proprio grazie ai suoi scritti quotidiani.

Un romanzo per quanto mi riguarda riuscito in parte, sicuramente migliorabile vista l’attitudine alla scrittura di Alex Astrid e che certamente sarà apprezzato in una fascia d’età molto giovane dove i ragazzi, o meglio ancora, le ragazze potranno sicuramente rivedersi nella vita di Giorgia.
Alla prossima
Chicca

Precedente COSA VUOI CHE TI DICA #14 Successivo Violet

Lascia un commento

*