My life with Walter boys

Uno splendido errore
My life with Walter boys
di Ali Novak

Buongiorno Lettori,
cosa ne pensate delle famiglie numerose? A me piacciono tanto; le famiglie numerose sono allegre, felici, unite e posso gioiosamente dire che la mia è proprio così, per questo motivo ho deciso di leggere il libro della Novack per vedere se tra le sue pagine avrei trovato un po’ dell’allegria che vivo ogni volta che torno nella mia città natale e rivedo tutto l’enorme parentado che mi ritrovo!

uno-splendido-errore_7763_x1000Descrizione
Jackie non ama le sorprese e considera il caos il suo peggior nemico. Ha capito presto che il modo migliore per ottenere un po’ di considerazione da parte dei genitori troppo impegnati è quello di essere perfetta. E così si è trasformata nella figlia che chiunque desidererebbe: look impeccabile, ottimi voti a scuola, amicizie selezionate. Ma il destino ha in serbo per lei una vera e propria rivoluzione… Un terribile incidente, infatti, le porta via i genitori e Jackie all’improvviso è costretta a lasciare il suo elegante appartamento di New York per trasferirsi in un ranch in Colorado, dai Walter, i suoi nuovi tutori. E non è tutto. I Walter hanno ben dodici figli: undici maschi e un maschiaccio. Jackie si ritrova così circondata dal nemico, da ragazzi chiassosi, sporchi e invadenti che sembrano non conoscere affatto la nozione di “spazio personale”. Come potrà adattarsi e andare avanti quando, per mantenere vivo il ricordo dei suoi genitori, sente di dover continuare a essere perfetta?

Recensione
Jackie ha 16 anni è una studentessa modello, è rispettosa delle regole, stila infinite liste di cose da portare a termine e odia il caos. vive a New York con un papà imprenditore, una mamma stilista e una sorella maggiore perfetta. Il suo mondo sembra perfetto, ma tutto cambia quando a causa di un incidente resta completamente sola.

Viene nominata sua tutrice legale Katherine Walter, una vecchia amica di sua madre che oltre a vivere in Colorado in un grosso ranch, ha ben 12 figli. Jackie è quindi costretta per forza di cose a lasciare il suo nido per una casa sconosciuta.

L’arrivo alla tenuta Walter è traumatico, Jackie si trova a dover lottare contro un branco di ragazzi dalle forti personalità. Ognuno di loro le darà del filo da torcere tra scherzi, prese in giro e dispetti di ogni tipo.Walter Boys
Ma Jackie è una ragazza forte e coraggiosa e non si lascia sopraffare, anzi con il suo carattere deciso, con la sua intelligenza e con la sua dolcezza conquisterà i Walter uno ad uno.

Libro giovane per un pubblico molto molto giovane.
Credo proprio che la Newton debba creare una collana prettamente Young nella quale inserire una bella manciata di romanzi adattissimi per 15enni e giù di li.
Questo non vuol dire che io non abbia apprezzato il romanzo tutt’altro, l’ho trovato davvero molto carino e di piacevole lettura.
Lo stile dell’autrice è semplice, divertente e i dialoghi sono adatti all’età dei ragazzi che popolano il libro.
Considerato che Ali Novak ha scritto My life with Walter boys che era appena 15enne non posso che dirle brava, infatti ha saputo dare una netta impronta ad ognuno dei ragazzi Walter, così come ha fatto con Jackie. E’ riuscita a mostrare i cambiamenti della ragazzina con l’avanzare della storia ma soprattutto è stata capace di narrare delle sue emozioni di adolescente con semplicità e leggerezza.
Anche il finale, che guarda in positivo al futuro, lascia tutto all’imaginazione del lettore e devo dire che l’ho apprezzato particolarmente.

Se posso permettermi una critica, ma facciamo anche due, la Cover è orrenda, decisamente molto meglio l’originale (vedi foto!!!) ed anche il titolo lascia parecchio a desiderare. Ma ormai è fatta c’è poco da lamentaarsi 🙂

Detto questo consiglio il libro ad un giovane pubblico e a quelle persone che si sentono molto giovani dentro … un po’ come me insomma!!!

Buona lettura
Chicca

Precedente W...w...w Wednesday #25 Successivo Novità in libreria - Segnalazioni

2 thoughts on “My life with Walter boys

    • librintavola il said:

      e fai bene, io invece mi lascio condizionare. in questo caso la cover mi ha fatto storcere il naso ma ala fine il risultato è stato godibile.

Lascia un commento

*