Will, ti presento Will

Will, ti presento Will

Will Grayson, Will Grayson
Will Grayson, Will Grayson

di John Green e David Levithan

Descrizione
Una sera, nel più improbabile angolo di Chicago, due ragazzi di nome Will Grayson si incontrano. Dal momento in cui i loro mondi collidono, le vite dei due Will, già piuttosto complicate, prendono direzioni inaspettate, portandoli a scoprire cose completamente nuove sull’amicizia, l’amore e su loro stessi.

Recensione
Dopo tante ombre, finalmente un libro che ha riportato il sole nelle mie recensioni. In tempi non sospetti, ovvero prima che al cinema facesse fuoco e fiamme Colpa delle stelle tratto dal romanzo di John Green, avevo prenotato in biblioteca questo libro scritto a quattro mani da Green e dal suo collega David Levithan.

Incuriosita dalla brevissima descrizione sulla seconda di copertina, incusiosita dal fatto che due omonimi si conoscono e incuriosita da alcune recensioni positive scovate in rete mi sono fiondata su questo romanzo con rinnovata speranza nella letteratura moderna, soprattutto dopo gli ultimi disastrosi libri che avevo avuto l’ardire di leggere.

Will Grayson è un ragazzo come tanti ha dei genitori che gli vogliono bene, amici, pochi di cui uno ingombrante sia per la sua stazza che per la sua personalità prorompente e una ragazza che forse potrebbe essere quella giusta.
Will Grayson è un ragazzo come tanti, una madre separata, un padre inesistente, pochi amici, e forse un ragazzo che potrebbe essere quello giusto.
In comune hanno una sola cosa il nome, due Will Grayson che per puro caso si incontrano, si conoscono e incastrano tra loro eventi che li faranno crescere e maturare.

So di aver scritto poco relativamente alla trama ma sono certa che se solo accennassi a qualche parola di troppo rovinerei la sorpresa a chi ancora non ha letto questo libro.
Come si può intuire questo romanzo è rivolto ad un giovane pubblico ma come tutti voi sapete io amo le storie per ragazzi (Harry Potter e Percy Jackson I love you), e questa è scritta in maniera veramente accattivante. Gli stati d’animo dei due protagonisti, le loro personali vicende e soprattutto un coprotagonista coi controfiocchi, un certo Tiny Cooper che di tiny ha veramente poco, cattura la scena e fa breccia nel lettore ancor più dei Will Grayson.

Le pagine volano a velocità impressionante perchè i Will piacciono, forse perchè una volta tanto il normale non diventa super ma resta semplicemente se stesso migliorando e creandosi un piccolo spazio nel mondo.
Un libro che consiglio a tutti assolutamente.

Precedente Sarà perchè ti amo Successivo La Sognatrice Errante

Lascia un commento

*