Questa volta leggo #51 – Nessuno mi può giudicare

Questa volta leggo #51 – Nessuno mi può giudicare

Cari Lettori,
bentrovati con un nuovo appuntamento con la rubrica mensile Questa volta Leggo. Come ormai saprete ogni mese scegliamo una parola chiave che sarà il cardine della nostra lettura e per SETTEMBRE abbiamo deciso di optare per la parola:

  • MARRONE

Di seguito trovate il banner con tutte le partecipanti e subito dopo la mia recensione del romanzo di Paola Chiozza che in cover ha sia delle scarpe marroni che una valigetta di quel colore!
Buona lettura

grafica a cura Le mie ossessioni librose

Nessuno mi può giudicare
di Paola Chiozza

Descrizione
Dicono che quando smetti di cercarli, gli uomini iniziano a bussare alla tua porta.
È proprio quello che succede a Sienna Nolan, trent’anni appena compiuti e una carriera in ascesa nel mondo del giornalismo. Non cercava un ragazzo, ma solo una promozione… invece si ritrova improvvisamente disoccupata, in crisi esistenziale e con due corteggiatori di troppo.
Quando la direttrice della rivista le offre la possibilità di scrivere un ultimo articolo, Sienna non ha dubbi: farà qualsiasi cosa per riavere il suo lavoro.
Anche sfruttare la sua assurda situazione sentimentale e usare due uomini come cavie per un’inchiesta sulla differenza d’età nelle coppie.
L’imbarazzo della scelta non è solo un modo di dire. Sienna è in imbarazzo davvero perché, be’… non ha una relazione decente dai tempi della scoperta della ruota!
Come ci si comporta con un uomo di dieci anni più grande? E con un ragazzo di dieci anni più giovane?
Brandon ha quarant’anni ed è un medico di successo, con un’interminabile fila di donne in sala d’aspetto. È normale che sembrino tutte pronte a spogliarsi, e non solo per farsi visitare?
Hunter invece è un ventenne sfacciato e malizioso, con troppi tatuaggi e troppo poco senso del pudore. Un bad boy da manuale che la desidera e non ha paura di dirlo. Un cliché vivente, se non fosse per quello che nasconde dietro le apparenze.
Sienna non è mai stata il tipo che tiene un piede in due scarpe, ma… ehi, siamo ragazze! Adoriamo le scarpe, e queste a lei piacciono davvero un sacco.
Divertimento, nessuna complicazione sentimentale e un solo obiettivo: riprendersi il posto in redazione.
Ma cosa succede se l’amore ti prende alla sprovvista? Se ti fa dimenticare che doveva essere tutto un gioco?
Un casino.
Ecco.

Recensione
Nuovo incontro per me con la Chiozza e se il primo è stato piacevole questo secondo è stato esplosivo.
Una scrittura scorrevole, una storia piacevolissima e protagonisti davvero nelle mie corde hanno reso questa lettura molto coinvolgente e soprattutto divertente perchè tra momenti imbarazzanti e battute frizzanti il libro è volato via in un attimo.

La protagonista Sienna è una giornalista che vede di colpo sottrarsi il posto per il quale aveva tanto faticato e per cercare di risollevare le sue sorti si lascia convincere dalle sue amiche a scrivere un articolo verità, ovvero parlare di relazioni con uomini più grandi, ma anche con quelli più giovani, e cosa c’è di meglio che provare sulla propria pelle una cosa del genere?
Va da se che succederà di tutto, e no non ve lo dico cosa dovete leggerlo voi però come sempre posso dirvi il mio pensiero sul romanzo.

Come avrete capito l’ho adorato e divorato. Ho amato moltissimo Sienna nonostante alcune scelte poco astute, ma sia lei che le sue amiche sono fantastiche. Donne in carriera che si fanno in quattro per aiutarsi tra loro e condividono un affetto vero. Ecco secondo me il tema amicizia è sviluppato benissimo e ho amato molto il legame che lega Sienna alle sue amiche (ma Paola un libro su di loro?) ma non solo quello, anche la famiglia è un punto focale in questo romanzo così come la vasta gamma di sentimenti che la stessa Sienna prova per Brandon, l’affascinante medico, e per Hunter, il ragazzo sfacciato.


E parliamo appunto degli uomini. Chi ho preferito? Devo dire che entrambi hanno un certo appeal così come entrambi hanno le loro pecche, ma la scelta di Sienna è assolutamente “capibile e condivisibile”.
Ho trovato molto interessanti i due personaggi maschili, con le loro sfaccettature e le loro problematiche, che si incastrano perfettamente nella storia.

E poi a fine libro ci sono ben due novelle che mi hanno divertita tantissimo e sono un perfetto corollario ad un romanzo che consiglio assolutamente.

Chicca

5 Risposte a “Questa volta leggo #51 – Nessuno mi può giudicare”

  1. Ho letto quest’autrice con un altro libro e mi ha fatto molto ridere quindi devo proprio recuperarla in un’altra storia perchè letture così leggere ci vogliono proprio

  2. Ho letto quest’autrice con un altro libro e mi ha fatto molto ridere quindi devo proprio recuperarla in un’altra storia perchè letture così leggere ci vogliono proprio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.