I cento colori del blu

I cento colori del blu

I cento colori del blu
I cento colori del blu

di Amy Harmon

Descrizione
Tutti a scuola conoscono Blue Echohawk. Abbandonata da sua madre quando aveva solo due anni, Blue non sa se quello sia il suo vero nome né quando sia davvero il suo compleanno. Ma ha imparato a fuggire il dolore con atteggiamenti da ribelle: indossa sempre vestiti attillatissimi e un trucco pesante. E soprattutto il sesso è il suo rifugio, un
gioco per dimenticare tutto, per mettere sotto chiave le sue emozioni. A scuola poi è un caso disperato. Eppure il suo nuovo insegnante di storia, il giovane Darcy Wilson, non la pensa così: Darcy crede in lei, e sa che Blue ha bisogno di capire chi sia prima di trovare un posto nel mondo. E così la sprona a guardarsi dentro e a ripercorrere il passato, a scrivere la sua storia, a dar voce alle sue emozioni. Tra i due nasce una grande
amicizia, e forse, a poco a poco, qualcosa di più: un sentimento forte, travolgente, a cui ciascuno dei due tenta in tutti i modi di resistere…

Recensione
Lo so sono nella fase libri romantici ultimamente e infatti i titoli che si susseguono, anche alcuni fantasy, trattano spesso dell’amore tra due persone.
Anche I cento colori del Blu, fa parte della schiera dei romanzi tutto cuori ma devo dire che è stato nel complesso discreto nonostante alcuni difetti, almeno ai miei occhi, che rendono meno credibile la storia.
Ma non mi dilungo in chiacchiere che non servono e mi impegno subito a parlarvi del libro.

Blue Echohawk, è bella, tanto bella quanto fragile, non conosce la sua vera età, non sa chi sia sua madre e vive in perenna lotta con se stessa. Mostra a gli altri ciò che si aspettano da lei, e tiene per se il suo vero io.
Una persona però riesce a scuoterla fin nel profondo, e questa persona è il suo nuovo e giovane insegnante di storia Darcy Wilson.
Wilson, è giovane, carino e tenace, crede nelle sue capacità e la aiuta, la sostiene e la fa sentire meno sola.

Le da fiducia in se stessa e la fa vergognare del suo modo di comportarsi. Ma Blu è una ragazza forte che combatte e affronta come meglio può quello che la vita le ha riservato, ha un passato ricco di ricordi dolceamari, un presente difficile e graffiante ma un futuro tutto da scrivere e inventare.
Tra Blu e Wilson, nascerà una profonda amicizia destinata a trasformarsi in qualcosa di più forte, sta a loro riuscire a trovare il giusto punto di incontro.

Come avete avuto modo di leggere nelle righe qui sopra, una storia d’amore che sembra il classico degli stereotipi, ma per quanto può sembrare strano così non è.
Il libro che narra le vicende del presente e del passato di Blu, è ricco di riferimenti storici, di brani musicali e di sentimenti forti come la paura e l’abbandono. Il romanzo è semplice, interessante e soprattutto mai noioso, mi ha incuriosita molto l’origine della vera famiglia di Blu, gli indiani Paiute, una popolazione nativa del nord America, e mi è piaciuto molto immaginare come la protagonista intagliasse il legno per le sue sculture.
Ho trovato invece poco convincente il fatto che un ragazzo così giovane possa insegnare a ragazzi quasi suoi coetanei –

Doogie Howser
Doogie Howser

Mi ha fatto pensare al telefilm Doogie Howser ve lo ricordate? – e che sia così tremendamente saggio.
Comunque sia, un romanzo carino, romantico, che piacerà a chi ama il genere o a chi come me è al momento è in fase romance book!!!!!!
Buona lettura

Nota
Sinceramente parlando non so cosa diavolo pensavano gli editori quando hanno scelto questa cover. non potrebbe essere più lontana dall’essenza del romanzo

Precedente Grissini di sfoglia con salame Successivo The awakening. Il risveglio

Lascia un commento

*