Ti ho incontrato quasi per caso

Ti ho incontrato quasi per caso
di Patrisha Mar

Estate tempo di libri da sotto l’ombrellone, quelli più leggeri che si leggono lievemente senza troppi pensieri quando lo sguardo si divide tra la parola scritta e il bel bagnino fisicato … ovviamente non parlo di me io sono una donna sposata queste cose non le faccio ehm. Dicevamo libri leggeri giusto ebbene credo che il libro della Mar possa essere associato alla categoria in questione ma ma ma c’è più di un ma. Per scoprire quali andate pure a leggere la recensione di Ti ho incontrato quasi per caso.
ti ho incontrato quasi per casoDescrizione
Daniel e Sara sono in campagna, per trascorrere la vigilia di Natale. Il clima è sereno, la coppia sembra perfetta, tanto che si comincia a parlare di nozze. Almeno fino al momento in cui Daniel non riceve dal suo agente un copione da leggere: lo vogliono come attore in una produzione americana. All’inizio tergiversa, non vorrebbe allontanarsi da Sara, ma l’occasione è troppo ghiotta, non può essere rifiutata. Vorrebbe parlarne con lei, ma gli manca il coraggio di farlo. Finché Sara non lo scopre da sola, per caso… Eppure l’uragano in arrivo tra i due non sarà certo causato da un film, ma da qualcuno che un giorno, inaspettatamente, bussa alla porta di Daniel… Allora sì che potranno arrivare i veri guai.

Recensione
Daniel e Sara già protagonisti de La mia eccezione sei tu romanzo che che avevo trovato nel complesso gradevole e leggero al punto giusto e del quale conservo un buon ricordo, ritornano a farci visita in un seguito che purtroppo rispetto al precedente subisce un brusco calo.

I due ragazzi in questo secondo volume sono alle prese con la conoscenza delle rispettive famiglie, i preparativi per il matrimonio e una serie di gelosie che potrebbero minare il loro rapporto; alcune legate al lavoro da modello di Daniel ed altre all’improvvisa apparizione del cugino di quest’ultimo, un uomo a cui piace molto corteggiare le fanciulle.

Devo ammettere che ho faticato non poco a proseguire nella lettura perchè ho trovato il romanzo stucchevole ed eccessivo. Sara passa i 3/4 del libro ad esaltare le qualità fisiche del suo compagno perdendo quasi completamente quella simpatia che aveva mostrato nel precedente romanzo mentre Daniel sembra perdere quella sicurezza in se stesso che ostenatava tranquillamente.
La trama è nel complesso insignificante e non bastano purtroppo quei due o tre episodi divertenti a risollevare le sorti di un libro che a mio avviso avrebbe dovuto essere rivisto in un po’ di punti prima di lasciarlo tra le mani di un pubblico che probabilmente si aspettava qualcosa di diverso.

A mio parere sarebbe stato preferibile che l’autrice scrivesse una semplice novella breve introducendo, come ha poi fatto, i futuri protagonisti del suo prossimo libro.

Alla prossima
Chicca

Precedente Il bacio d'acciaio Successivo Dopo di te

2 commenti su “Ti ho incontrato quasi per caso

    • librintavola il said:

      🙂
      a me spiace sempre criticare un romanzo ma dovevo essere sincera. non potevo scrivere che mi era piaciuto se invece non è stato così!

Lascia un commento

*