Angolo Vintage #16 – Aurora Burning

Angolo Vintage #16 – Aurora Burning

Amo questa rubrica ma non sempre riesco a partecipare perchè, soprattutto nell’ultimo periodo, sto leggendo tanti libri per eventi speciali che mi tengono lontana da romanzi che stazionano da un bel po’ nel mio kindle, o sulla scrivania.
Aurora burning che ho acquistato alla sua uscita è uno di questi, ma finalmente sono riuscita a leggerlo e a proporlo per L’angolo Vintage 2.0
Insieme a me, questo mese, partecipano alla rubrica ideata da Chiara anche altre blogger, vi lascio il nostro bellissimo calendario.

Descrizione
I nostri eroi sono tornati. (Più o meno). Ci sono due notizie, una buona e una cattiva. Quella cattiva è che una forza oscura e antica sta per essere liberata nella galassia minacciando la sopravvivenza di ogni razza senziente che vive al suo interno. Qual è la buona? Ty e gli altri membri della Squadra 312 sono pronti a intervenire nuovamente per salvare la situazione. Tutto bene, se non fosse che incappano in una serie di tante piccole distrazioni che minacciano di distoglierli dalla missione, tipo il branco di gremp che li sta inseguendo per catturarli e accaparrarsi così la taglia messa sulla loro testa. O il gruppo di agenti AIG con inquietanti fiori argento per pupille pronti a tutto pur di mettere le mani su Auri. O, ancora, la sorella di Kal, ricomparsa dopo una lunga assenza, che non pare esattamente felice di rivedere il fratellino e che per di più ha un esercito syldrathi dalla sua. Con metà della galassia sulle sue tracce, la Squadra 312 non si è mai sentita così tanto desiderata. Quando Ty e i suoi scoprono che l’ Hadfield è stata recuperata, per loro è tempo di uscire allo scoperto. Duecento anni prima, la nave-colonia era svanita, lasciando Auri come unica sopravvissuta. E ora nella scatola nera del vascello potrebbero essere contenute informazioni fondamentali per la salvezza di tutti. Ma il tempo è tiranno e, se Auri non sarà in grado di imparare a gestire in fretta il suo potere, la squadra e tutti i suoi sostenitori rischieranno seriamente di ritrovarsi più morti del Grande Ultrasauro di Abraaxis IV. Preparatevi a leggere di rivelazioni scioccanti, colpi in banca impossibili, doni misteriosi, e un’epica battaglia finale che segnerà il destino degli eroi più improbabili (e indimenticabili) di tutta la Legione Aurora, e forse dell’intera galassia.

La serie è composta da:
Aurora Rising
Aurora Burning
Aurora’s End

Recensione
Dove eravamo rimasti?
Ah si, spazio infinito, una squadra alla deriva, senza soldi, senza mezzi ma con tanta buona volontà. E a loro tanto basta perchè sono la Squadra 312 e Tyler il capitano non si arrende soprattutto dopo aver perso uno dei membri del gruppo alla quale tutti pensano continuamente.
Seguito perfetto di Aurora Rising, il romanzo che mi ha accompagnata la scorsa settimana è un concentrato di eventi, fughe, sorprese e lotte. Amo il duo formato da Kristoff e Kaufman e benchè questa storia non brilli di certo per originalità io mi sono divertita molto … ma con qualche appunto.

Come nel primo volume anche stavolta i capitoli vedono l’alternarsi delle voci dei protagonisti, e se ad una prima lettura avevo un po’ sottovalutato Tyler stavolta si riprende alla grande. Lui è di certo quello che ha avuto l’evoluzione maggiore, ha dato fondo a tutte le sue doti, al suo coraggio e al suo ruolo di leader.
Per contro Kal ha una caduta spaventosa, sono infatti i momenti in cui ci sono lui e Aurora in prima persona quelli che ho maggiormente patito, li ho trovati spenti, poco vitali e questa cosa mi è spiaciuta tantissimo perchè Kal era tra i miei preferiti.
Scarlett e Finian invece si sono confermati due personaggi di livello che regalano alla storia quella nota spensierata di cui ha estremo bisogno. E poi c’è Zila che finalmente inizia a farsi vedere, scoprire, capire.

Il romanzo è molto scorrevole, come dicevo ho patito alcune scelte, ma nonostante ciò l’ho letto con piacere. Mai come stavolta ho subito intuito quale dei due autori abbia tratteggiato i personaggi e mi tocca dirlo, Kristoff è una spanna sopra. La sua scrittura è tagliente e affilata, non concede pause e mi attrae come una falena dalla luce.

Molti i colpi di scena, di cui non ne avevo minimamente il sentore ma che mi hanno impressionata e lasciata a bocca aperta.
E il finale mannaggia a loro! Con un finale così compatisco chi ha dovuto attendere l’ultimo libro della serie che vedrà la sua pubblicazione solo questo mese ed io non vedo l’ora di leggerlo!

Chicca

3 Risposte a “Angolo Vintage #16 – Aurora Burning”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.